Tagliatelle al ragù bianco

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Tagliatelle al ragù bianco
48 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 90 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Quali straordinari sapori e profumi si sprigionano da un buon piatto di tagliatelle al ragù! Questa volta, però, abbiamo voluto rivisitare questo grande classico, immancabile in ogni pranzo della domenica, proponendovi le tagliatelle al ragù bianco, una versione senza pomodoro altrettanto gustosa e arricchita con della pancetta a dadini per un sapore unico che si sposa alla perfezione con la pasta all’uovo. Ruvide e porose, le tagliatelle all’uovo trattengono l’appetitoso sugo di carne e verdure regalandoci emozioni di ritrovati ricordi d’infanzia. La scelta di ingredienti semplici e genuini, il profumo delle erbe aromatiche e una lenta cottura a fuoco dolce rendono questo condimento davvero irresistibile e adatto anche per la preparazione di lasagne, cannelloni o crepes salate! Per variare il condimento delle tagliatelle potete affidarvi alla ricetta classica del ragù alla bolognese, ma se cercate un nuovo ed originale abbinamento, provate anche le freschissime tagliatelle con bottarga, vongole e limone!

Ingredienti
Tagliatelle all'uovo 250 g
Carne bovina tritata di manzo 250 g
Salsiccia fresca 150 g
Pancetta (sopressata o altro insaccato) 100 g
Sedano 60 g
Carote 60 g
Cipolle 60 g
Aglio 1 spicchio
Vino 60 g
Rosmarino 1 rametto
Salvia (2-3 foglie) 2 g
Alloro (2 foglie) 2 g
Pepe 1 g
Sale 3 g
Brodo di carne 600 ml
Olio extravergine di oliva 80 g
per cospargere
Grana padano grattugiato a piacere
Vai alle ricette con Tagliatelle all'uovo

Tagliatelle all'uovo

Le Tagliatelle all'uovo Emiliane Barilla si ispirano alla ricetta tradizionale per offrire un formato dalla consistenza delicata.
La sfoglia, ruvida e porosa al punto giusto, le rende versatili e perfette per legarsi teneramente ad ogni sugo.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Tagliatelle al ragù bianco

Per preparare le tagliatelle al ragù bianco iniziate dal soffritto. In un tegame scaldate l’olio con uno spicchio d’aglio e lasciatelo imbiondire (1). Aggiungete il sedano (2) e la carota tritati finemente (3).

Tagliatelle al ragù bianco

Unite anche la cipolla tritata (4) e mescolate con una spatola (5). Lasciate cuocere qualche minuto a fuoco basso; nel frattempo sfogliate il rosmarino (6)

Tagliatelle al ragù bianco

e tritatelo al coltello (7), poi aggiungetelo al soffritto (8). Lavate e asgiugate la salvia, sfogliatela (9)

Tagliatelle al ragù bianco

e tritatela finemente (10); aggiungetela al resto del soffritto (11) e infine insaporite con due foglie di alloro intere (12).

Tagliatelle al ragù bianco

Tagliate la pancetta a cubetti (13) e rosolatela insieme alle verdure (14), mescolando con una spatola (15).

Tagliatelle al ragù bianco

Occupatevi ora della salsiccia: incidete, nel senso della lunghezza, il budello esterno con un coltellino (16) ed eliminatelo con le dita (17); sbriciolate la salsiccia (18).

Tagliatelle al ragù bianco

Unitela al sugo (19) insieme alla carne trita (20) e cuocete a fuoco vivace, mescolando con una spatola (21) per spezzettarle ulteriormenete. Cuocete il tutto per qualche minuto.

Tagliatelle al ragù bianco

Rimuovete lo spicchio d’aglio (22) e le foglie di alloro (23) e sfumate con il vino bianco (24).

Tagliatelle al ragù bianco

Quando il vino sarà evaporato, proseguite la cottura unendo qualche mestolo di brodo di carne sgrassato che andrete a scaldare (25) (per procedere alla sgrassatura fate raffreddare il brodo in frigorifero fino a che la patina di grasso solidificherà e diventerà quasi biancastra; a questo punto potete eliminarla prelevandola con una schiumarola), aggiustate di sale e pepe e cuocete a fuoco dolce per circa un’ora (26) aggiungendo, se occorre, qulache mestolo di brodo. Trascorso il tempo necessario, spegnete il fuoco. Portate a bollore abbondante acqua, salatela e lessatevi le tagliatelle, lasciandole al dente (27).

Tagliatelle al ragù bianco

Scolate la pasta al dente e trasferitela direttamente nel tegame del ragù (28). Mescolate bene la pasta e legate il condimento aggiungendo eventualmente un po' di acqua di cottura (29). Servite immediatamente  le vostre tagliatelle al ragù bianco, completando con del formaggio grattugiato a piacere (30).

Conservazione

Le tagliatelle al ragù bianco si conservano ini frigorifero, chiuse in un contenitore ermetico, per massimo 1 giorno. Se sono stati utilizzati ingredienti freschi, è possibile la congelazione del ragù bianco.

Il consiglio di Sonia

Per il ragù bianco è possibile utilizzare anche della carne di tacchino, maiale, vitello o coniglio. Potete insaporirlo con degli insaccati come la soppressata o ancora con dei funghi porcini essiccati precedentemente ammollati e ben strizzati.

Emiliane Barilla Emiliane Barilla Scopri tutte le ricette

I commenti (48)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Selvalina ha scritto: sabato 02 maggio 2015

    Salve, ho in casa dei funghi champignon, se li aggiungo al ragu lo devo fare insieme alla carne e a che punto della cottura?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 07 maggio 2015

    @Selvalina: Ciao visto che il ragù cuoce un po' ti conviene fare da parte i funghi e quando sono quasi a cottura ultimata aggiungerli al ragù, anche questo quasi alla fine della cottura, in modo da amalgamare per bene i sapori e cotture smiley

  • LIDIA ha scritto: giovedì 16 aprile 2015

    ho preparato come da ricetta il ragù bianco è una squisitezza non ho però aggiunto la pancetta BUONISSIMA CIAO

  • anna rita ha scritto: sabato 28 marzo 2015

    Scusami .... una domanda .... una volta impiattata la pasta si può aggiungere del parmigiano grattuggiato o è meglio di no??? GRAZIE!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 30 marzo 2015

    @anna rita: Ciao Anna Rita! Certo, a piacimento puoi aggiungerlo smiley

  • pablo ha scritto: lunedì 23 febbraio 2015

    Scusa. lo già fatto. volevo chiedere se invece della pancetta metto lardo va bene lo stesso. grazie.

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 05 marzo 2015

    @pablo: Puoi provare smiley

  • pablo ha scritto: sabato 14 febbraio 2015

    Buona. però invece della pancetta ho usato la mortadella. l'unico errore. averla preparata io così mia moglie ha detto che devo sempre preparare io.ciao grazie.

  • Eli ha scritto: sabato 17 gennaio 2015

    Ringrazio per le ricette ottime!!! Si può usare brodo vegetale per questa ricetta?

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 18 gennaio 2015

    @Eli:Ciao Eli! Puoi provare ma di sicuro l'ideale sarebbe insaporire con il brodo di carne smiley

  • sergio ha scritto: venerdì 16 gennaio 2015

    ottimo

  • Ottavio ha scritto: domenica 11 gennaio 2015

    Ciso Sonia, ottima ricetta. volevo chiederti, perchè il mio tritato si è indurito a 'palline' invece di restare cremoso? come faccio a farlo rimanere sempre ben separato ogni chicco di tritato e cremoso? questione di cottura o di qualità del tritato stesso? il mio era congelato. risp ti prego questa domenica ho i suoceri a pranzo!

  • sofia ha scritto: domenica 14 dicembre 2014

    Molto buona

  • Ilaria ha scritto: sabato 12 aprile 2014

    buongiorno questa é la prima volta che scrivo e che cucino seguendo le tue ricette complimenti davvero .... volevo chiedere una cosa, ma non é un po' troppo farlo cucinare per 1 ora ? non è che dopo la carne si brucia o altro ?

10 di 48 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento