Taralli

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    30 min
  • Preparazione:
    60 min
  • Costo:
    Basso

Taralli dolci campani

Taralli

I taralli sono una specialità tipica pugliese il cui impasto di base è formato da farina,olio, sale e pepe.

Esistono diverse versioni dei taralli, in quanto questi vengono preparati in molte regioni del sud Italia come la Campania o la Calabria e in ognuna di esse vengono cucinati in modo diverso.

Noi oggi vi presentiamo la ricetta di due diversi tipi di taralli: quelli semplici e quelli al finocchietto.

I taralli sono degli snack da mangiare per merenda graditi dai grandi ma anche dai piu' piccini, nessuno potrà fare a meno di assaggiarli!

per 100 taralli circa
Olio extravergine di oliva 125 gr
Vino bianco secco 200 ml
Sale 10 gr
Pepe q.b. o un cucchiaino di semi di finocchietto
Farina tipo 00, 500 gr

Preparazione

Taralli
Per preparare i taralli, cominciate versando in una ciotola la farina e aggiungete l’olio, il sale (1), il pepe (o i semi di finocchietto) (2) e infine il vino bianco (3). Impastate gli ingredienti e quando saranno amalgamati trasferite il tutto su di un piano di lavoro (meglio se su di un’asse di legno) e impastate per almeno 20 minuti fino a che il composto sarà liscio ed elastico; la sua consistenza deve essere più compatta dell’impasto del pane. Mettete l’impasto per i taralli in una ciotola e copritelo con della pellicola, quindi fatelo riposare per almeno mezz’ora al fresco.
Taralli
Trascorso il tempo indicato dividete l’impasto in pezzetti del peso di 7-8 gr l’uno e con il palmo della mano ricavate dei bastoncini del diametro di 1 cm circa lunghi 8 cm. (4) Unite le due estremità del bastoncino per formare un cerchio o una goccia (5) (come più vi piace). Ponete tutti i taralli ottenuti su di un canovaccio pulito e poi portate a bollore un tegame contenente dell’acqua: buttateci dentro una dozzina di taralli (6) .
Taralli
Non appena i taralli verranno a galla (7) scolateli e adagiateli in un vassoio foderato con un canovaccio pulito. (8) Dopo un minuto trsaferite i taralli su di una teglia foderata con carta forno (9)  e infornateli in forno già caldo a 200 ° per circa 30 minuti (o fino a che non saranno appena dorati). Estraete i taralli dal forno, toglieteli dalla teglia e lasciate raffreddare completamente i taralli prima di gustarli.

Conservazione

I taralli possono essere conservati in una scatola di latta per circa una settimana.

I consigli di Sonia

Perfetti come cadeau per una cena improvvisa, come spezza - fame o stuzzichino da offrire a chi passa a trovarvi, i taralli sono una sicurezza: si conservano per lunghissimo tempo, in una scatola con il coperchio o chiusi in un sacchetto di plastica.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 234 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


234
beatrice ha scritto: Mercoledì 02 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ho fatto i tarallini per la prima volta e devo dire che e'stato un successo....sono piaciuti a tutti!!Ricetta ottima!!
233
Antonella ha scritto: Domenica 16 Marzo 2014  |  Rispondi »
giallo zafferano sei il migliore e molto semplice e anche utile quando ho parecchi ospiti grazie ciao ti seguo sempre.
232
Sonia-Gz ha scritto: Domenica 16 Marzo 2014  |  Rispondi »
@catia: Ciao, una nostra blogger ha preparato i taralli dolci all'anice calabresi!
231
catia ha scritto: Domenica 16 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ma quelli calabresi cosa hanno di diverso? E perché non c è la ricetta?
230
Giordano ha scritto: Sabato 15 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia, taralli buonissimi, ho provato a farli in due versioni:
1) Li ho fatti bollire e sono venuti molto buoni
2) Ho provato a saltare il passaggio di farli bollire e posso dire che sono venuti croccanti
Volevo chiederti una cosa, oltre al pepe posso metterci il peperoncino? È una buona combinata?
Grazie mille smiley
229
Sonia-Gz ha scritto: Lunedì 10 Marzo 2014  |  Rispondi »
@sylver: Ciao, puoi provare se preferisci!
228
sylver ha scritto: Lunedì 10 Marzo 2014  |  Rispondi »
ciao Sonia,
i miei 105 taralli sono venuti molto molto buoni, la ricetta è precisissima.
leggendo gli altri commenti mi è venuta la curiosità di provare la versione senza bollitura perchè mi piacciono molto anche quelli friabili ed un po' opachi in superficie.
cosa ne pensi, invece, di un tentativo con sola farina di manitoba?

grazie e buona continuazione,
sylver
227
costy ha scritto: Venerdì 07 Marzo 2014  |  Rispondi »
@Sonia-Gz ho solo il forno a gas ventilato, come posso regolarmi per tempi e temperature? grazie mille
226
Massimiliano ha scritto: Giovedì 06 Marzo 2014  |  Rispondi »
Oggi ho provato la ricetta per la prima volta e i taralli(ni !) erano OTTIMI, PERFETTI, come i MIGLIORI tarallini assaggiati in Puglia.
Per la cottura, forse 30 minuti a 200° sono un po' troppi, la prox. volta provero' 25 minuti di cottura a 190°.
Grazie e saluti dalla Francia !
225
luca ha scritto: Mercoledì 05 Marzo 2014  |  Rispondi »
Vorrei sapere un Po di consigli oltre al pepe e il finocchio cosa posso utilizzare, ad esempio peperoncino? E volevo anche sapere se il lievito va utilizzato quello di birra
10 di 234 commenti visualizzati

Lascia un Commento