Tartare di tonno

Antipasti
Tartare di tonno
43 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 10 pezzi
  • Costo: medio

Presentazione

La tartare di tonno è un piatto leggero e semplice a base di tonno fresco di ottima qualità, tagliato in pezzi piccoli e condito con una emulsione di olio profumata dalla scorza e dal succo di arancia.
La tartare di tonno può essere servita da sola oppure in monoporzioni preparando dei gusci di pasta brisè da riempire con paio di cucchiai di tartare.
Un piatto fresco ideale per un antipasto estivo.

Ingredienti per 10 monoporzioni da 8 cm
Tonno in tranci 450 g
Arance 1 scorza grattugiata e succo
Olio di oliva extravergine 40 gr
Sale q.b.
Pepe q.b.
Pasta brisè 1 rotolo (circa 230 gr)
Finocchietto selvatico 3 rametti

Preparazione

Tartare di tonno

Per preparare la tartare di tonno iniziate a grattugiare la scorza di un'arancia (1), poi tagliatela a metà (2) e spremete il succo (3).

Tartare di tonno

In una ciotola versate l’olio di oliva extravergine (4), il succo dell'arancia (5) e la sua scorza (6).

Tartare di tonno

Tritate finemente il finocchietto (7), tenendone da parte qualche filo per la decorazione finale, unitelo al composto ed emulsionate con la frusta (8). Intanto preparate i gusci di pasta brisè. Aggiustate l’emulsione con un pizzico di pepe e di sale. Preparate i gusci di pasta brisè che serviranno per fare delle monoporzioni di tartare: stendete la pasta brisè (potete usare un rotolo di pasta brisè già fatta), ritagliate 10 cerchi di circa 10 cm di diametro e foderate 10 stampini rotondi del diametro di 8 cm, dopo averli imburrati. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta (9) e cuoceteli in bianco, ricoperti da legumi secchi come peso, seguendo la tecnica della cottura in bianco (che trovate qui), in forno a 180 gradi per 10-15 minuti. Quando saranno dorati tirateli fuori dal forno, lasciateli raffreddare e sformateli.

Tartare di tonno

Prendete i tranci di tonno: assicuratevi di aver acquistato pesce abbattutto. Si raccomanda di congelarlo per 96 ore a -18 gradi e poi scongelarlo per impiegarlo nella ricetta (10).  Sciacquate e asciugate i filetti di tonno con carta assorbente (11). Tagliateli a cubetti piccoli dello spessore di mezzo centimetro (12) e spostateli in una terrina capiente.

Tartare di tonno

Versate su di essi l’emulsione di olio e arancia (13) e mescolate così che il tonno si insaporisca bene.  Quindi riempite le tortine con uno-due cucchiai di tartare di tonno (14) e decorate la vostra tartare con qualche rametto di finocchietto (15).

Conservazione

Potete preparare la tartare di tonno un giorno prima e poi comporre le tortine il giorno dopo.

Consiglio

Al posto del finocchietto potete usare prezzemolo o maggiorana. Potete preparare l’emulsione con il limone invece dell’arancia.

Per un consumo sicuro del pesce crudo, marinato o semicotto

Prima di consumare il pesce crudo, marinato o non perfettamente cotto, si raccomanda di congelare per almeno 96 ore a -18 gradi in congelatore domestico contrassegnato da 3 o più stelle, come da linee guida del Ministero della salute.

Altre ricette

I commenti (43)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Nicole ha scritto: martedì 29 dicembre 2015

    Ciao, vorrei sapere se posso marinare il tonno con il succo di limone e poi aggiungere il passion fruit o, marinarlo solo con il passion fruit? Che dite?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 29 dicembre 2015

    @Nicole: Ciao Nicole! Un succo bello acido come quello di arancia o limone è necessario, ma puoi aggiungere il passion fruit per un risultato più fruttato e particolare!

  • Tambrona ha scritto: domenica 20 dicembre 2015

    Ciao vorrei prepararla il gg prima, la taglio a cubetti la condisco subito o la taglio e la con disco il gg dopo? Dovrebbe star in frigo una notte

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 15 gennaio 2016

    @Tambrona :puoi preparare e condire la tartare il giorno prima e comporre le tartine il giorno dopo.

  • Patrizia ha scritto: martedì 15 dicembre 2015

    Ciao, vorrei proporre questa ricetta come antipasto a Natale. Il mio dubbio è quando devo condire la tartare, nel senso: la condisco e la servo immediatamente o devo farla marinare ed insaporire un po’ nel condimento? In quest’ultimo caso, per quanto tempo? 30 minuti, di più o di meno? Inoltre, secondo voi, verrebbe ugualmente buona se al succo d’arancia aggiungessi anche del succo di pompelmo? Oppure verrebbe troppo aspra ed il gusto dei due agrumi abbinati risulterebbe troppo preponderante tale da sovrastare il gusto del pesce? Grazie in anticipo della risposta

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 16 dicembre 2015

    @Patrizia: puoi lasciare marinare il tonno in frigorifero, 30 minuti andranno benissimo. Per quanto riguarda la scelta degli agrumi, questa dipende molto dal tuo gusto, senza dubbio il pompelmo conferirà una nota aspra.

  • Claudia ha scritto: sabato 05 dicembre 2015

    Ciao volevo sapere è da un po di tempo che ho del tonno fresco in congelatore stasera vorrei fare la tartare... Va bene lo stesso farlo crudo o è troppo tempo

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 18 dicembre 2015

    @Claudia: Ciao Claudia, se hai delle perplessità sul tonno non esitare a buttarlo. Un saluto!

  • jean ha scritto: lunedì 13 luglio 2015

    ho mangiato ed anche preparato il carpaccio di tonno al pompelmo rosa. Sarebbe possibile fare anche la tartare di tonno al pompelmo rosa?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 24 luglio 2015

    @jean: Ciao Jean, non abbiamo provato ma credo non ci siano problemi smiley un saluto!

  • Thomas ha scritto: venerdì 12 giugno 2015

    sarebbe opportuno precisare che i tranci di tonno fresco(come per altri pesci) dovrebbero essere abbattuti per non incorrere nel rischio anisakis.

  • Francesca ha scritto: giovedì 11 giugno 2015

    Sonia, ricetta buonissima! Preparata sabato per un'occasione speciale (senza la base) ed è stato un successone! Consigliatissima

  • Lara ha scritto: martedì 28 aprile 2015

    Ciao Sonia! Vorrei fare la tartare di tonno con una dadolata di arancia rossa invece che con il succo dell'arancia. Devo marinare con l'olio soltanto? Grazie smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 29 aprile 2015

    @Lara: Ti consiglio di usare comunque anche il succo, perché per marinare correttamente una componente acida è imprescindibile smiley

  • pasquale_terranova ha scritto: giovedì 11 dicembre 2014

    Il tonno può essere tritato nel tritacarne invece che tagliato a dadini?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 11 dicembre 2014

    @pasquale_terranova:Ciao Pasquale! Ti consiglio di tagliare a mano il tonno per mantenere una consistenza corposa, ma puoi provare a macinarlo smiley

  • Emma Abban ha scritto: martedì 08 aprile 2014

    benissimo! vogliono altri ricette

10 di 43 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI