Tempura

Antipasti
Tempura
83 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 3 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Tempura

Il tempura è un piatto tipico della cucina giapponese che consiste in verdure e pesce (generalmente code di gambero e calamari) avvolti in una croccante e leggera pastella.

Nel tempura, i gamberi e le verdure (precedentemente ridotte in listarelle di uguali dimensioni), vengono prima tuffati in una pastella ghiacciata e poi fritte in olio bollente: il risultato sarà una gustosa e croccante frittura, più leggera rispetto alle tradizionali.

Si pensa che il tempura, uno dei piatti giapponesi più conosciuti, abbia in realtà origini europee: pare infatti sia stato introdotto in Giappone dai gesuiti portoghesi (il termine tempura deriva infatti da Quattro Tempora, periodi di penitenza in cui si potevano mangiare solo pesce e verdura).

Ingredienti
Carote 1
Zucchine 2
Funghi champignon 4
Gamberi code 12
per la pastella
Acqua gassata 200 ml
Farina 00 100 g
Tuorli 1
per friggere
Olio di arachidi q.b.

Preparazione

Tempura

Per preparare la tempura iniziate a lavare bene le zucchine, eliminate le estremità, tagliatele a metà per il lungo e ottenete delle listarelle utilizzando solo la parte verde della zucchina (1). Pelate la carota, tagliatela a metà e poi a fettine per il lungo, tagliate queste fettine a metà per ottenere dei bastoncini un po’ appiattiti (2). Pulite gli champignons e tagliateli a fettine spesse circa 3 mm, cercando di mantenerne la forma (3).

Tempura

Private i gamberi della testa, delle zampette e dei carapaci, lasciando però l’estemità con la coda. Eliminate con uno stuzzicadenti il filetto nero (intestino) e asciugateli bene (4). Iniziate a preparare la pastella in un contenitore di metallo immerso in una ciotola più grande contenente del ghiaccio (di questo modo la pastella si manterrà sempre ben fredda), sbattete bene il tuorlo e incorporate l’acqua gassata gelata, setacciate infine la farina (5) e mescolate non troppo a lungo (non importa se si formano dei piccoli grumi di farina); l’impasto non deve risultare colloso (6). Scaldate dell’olio di semi in un wok e portatelo a 180°C di temperatura, immergete le verdure e i gamberi nella pastella con l’aiuto di una pinza e friggete dorando bene ogni lato (la pastella fritta non deve eccessivamente scurirsi). Quando le verdure saranno ben croccanti toglietele dall’olio e ponetele su carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso. Servite la tempura ben calda accompagnandola con la salsina apposita o con la salsa di soia.

I materiali utilizzati in questa ricetta sono stati gentilmente forniti da Lagostina

Consiglio

Potete preparare il tempura con le verdure che preferite, si prestano in modo particolare la zucca, che deve essere ridotta a listarelle (come per le carote), i fagiolini verdi e le melanzane.

Altre ricette

I commenti (83)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Assunta ha scritto: martedì 24 maggio 2016

    Salve vorrei sapere se posso utilizzare la maizena e in quale quantità grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 24 maggio 2016

    @Assunta : Ciao Assunta! Se preferisci puoi usare la maizena ma non avendo provato non sappiamo dirti la quantità esatta... prova ad aggiungerne poca per volta fino a che non ottieni la giusta densità della pastella smiley

  • Cinzia ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    Posso preparare la pastella la sera prima per poi utilizzarla per ora di pranzo? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 19 maggio 2016

    @Cinzia: Ciao Cinzia, ci dispiace ma non è possibile. Questa pastella deve essere molto fredda e perciò va preparata al momento smiley un saluto!

  • o ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    Mi é stato consigliato in mancanza d'acqua effervescente di usare la birra. A voi risulta?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 03 maggio 2016

    @o: Ciao, guarda una nostra blogger come ha realizzato le zucchine in tempura, dal blog: "Profumo di vaniglia"!

  • Steve ha scritto: mercoledì 17 febbraio 2016

    Ciao, Ma sono io che mi sbaglio o è cambiata la ricetta ? Io non ho mai provato a farla e vorrei tentare a breve, ma ricordo che c'era una versione che faceva riposare la pastella 4 ore! O mi confondo? Se seguo questa posso fare direttamente tutto una sera !

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    @Steve: Ciao, si la ricetta è stata rivista un pò di tempo fa!

  • amalia ha scritto: martedì 02 febbraio 2016

    Perché la pastella mi viene troppo liquida ?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 02 febbraio 2016

    @amalia : Ciao Amalia, cerca di non mescolarla troppo e fai sempre molta attenzione al peso degli ingredienti. Un saluto!

  • Gabriella ha scritto: venerdì 25 dicembre 2015

    Vorrei sapere se non ho l'acqua frizzante posso usare l'acqua naturale?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 25 dicembre 2015

    @Gabriella: ciao Gabriella, meglio utilizzare l'acqua frizzante, ma in mancanza andrà bene anche quella naturale! 

  • cinzia ha scritto: martedì 10 novembre 2015

    io sono una vera fan di giallo zafferano e le ricette mi riescono sempre benissimo,ma questa proprio non mi e' riuscita x niente.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 11 novembre 2015

    @cinzia: Ciao Cinzia! Cosa non ti convinceva della ricetta?

  • roberto telesforo ha scritto: mercoledì 28 ottobre 2015

    la ricetta è risultata perfetta .Grazie.

  • Walter ha scritto: sabato 10 ottobre 2015

    @ Chiara, verdure e gamberi li devi passare prima nella farina 3 poi nella pastella, fai attenzione, non devi esagerare con la pastella! altro motivo potrebbe essere l'olio non a giusta temperatura. per verificare la temperatura corretta, lascia cadere una goccia di pastella nell'olio, se torna a galla prima di toccare il fondo è ok! consiglio: non immergere troppi pezzi contemporaneamente nell'olio, facendo così si abbassa la temperatura e la frittura non sarà ottimale!

  • Chiara ha scritto: sabato 21 marzo 2015

    Ciao, vorrei sapere come mai la pastella una volta cotta si stacca dal pesce e dalle verdure. in pratica non rimane attaccata a quello che friggo. grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 26 marzo 2015

    @Chiara: Immergi le verdure bagnate per caso? Prova asciugandole bene o passandoci un pò di farina! 

10 di 83 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy