Topinambur trifolati

Contorni
Topinambur trifolati
36 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

I topinambur trifolati sono un contorno poco conosciuto ma originale e gustoso, preparati con il topinambur, un tubero dalla consistenza simile alla patata e dal sapore che ricorda il carciofo.

Il topinambur è un tubero "bitorzoluto" di origine nordamericana, che venne portato in Europa nel XVII secolo. Ancora poco conosciuto in Italia è diffuso soprattutto in Piemonte, dove viene consumato con la bagna caoda.

I topinambur trifolati sono molto semplici da preparare, conditi con solo olio, aglio, sale, pepe e prezzemolo,  hanno un sapore caratteristico che verrà apprezzato da tutti.

I topinambur trifolati sono un contorno ideale per accompagnare piatti di carne o altre verdure, contengono pochissime calorie e sono ricchi di inulina, fibra solubile che favorisce la digestione.

Ingredienti
Topinambur 800 g
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Aglio 2 spicchi
Brodo vegetale q.b. (circa 200 ml)
Olio extravergine di oliva 5 cucchiai
Sale q.b.
Pepe q.b.
Limoni 1

Preparazione

Topinambur trifolati

Per preparare i topinambur trifolati, iniziate con la pulizia dei tuberi di topinambur. Per prima cosa strofinatevi le mani con del succo di limone, perché i topinambur, come i carciofi, tendono ad annerire e a lasciare i polpastrelli neri. Preparate anche una ciotola di acqua acidulata (con succo di limone) per immergerli una volta puliti. Con un coltellino raschiate la buccia dei topinambur per eliminare la sporcizia e le parti più dure (1). Lavateli bene e immergeteli nell’acqua acidulata per evitare che anneriscano. Scolate e sciacquate i topinambur, tagliateli a fettine sottili circa 2/3 mm, aiutandovi con un coltello affilato o con una mandolina (2) e preparate una padella antiaderente dove scalderete l’olio extravergine di oliva e farete imbiondire gli spicchi d’aglio tagliati a pezzetti (3).

Topinambur trifolati

Versate quindi i topinambur nella padella (4). Salateli, mescolateli per insaporirli e continuate la cottura con il coperchio per circa 15 minuti, aggiungendo di tanto in tanto un mestolino di brodo vegetale per evitare che si asciughino troppo (5). A pochi minuti dalla fine della cottura aggiungete il prezzemolo tritato, una bella macinata di pepe e mescolate bene (6). I topinambur dovranno essere cotti, ma ancora abbastanza croccanti. Servite i topinambur trifolati ben caldi come contorno di un piatto di carne o con altre verdure.

Consiglio

I topinambur possono essere consumati anche crudi, in insalata, in purè, oppure utilizzati nella preparazione di torte salate e flan di verdure.

Altre ricette

I commenti (36)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • saratse ha scritto: mercoledì 29 ottobre 2014

    Scusate ma quindi non si devono sbucciare?

  • remo ha scritto: martedì 14 gennaio 2014

    ottima ricetta buonissima dovrebbero essere piu'aprezzati dai buongustai!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 26 dicembre 2013

    @franco: Ciao Franco, il topinambur ha molte priorità tra cui quella di tenere sotto controllo la glicemia e favorire la digestione.

  • franco ha scritto: mercoledì 25 dicembre 2013

    salve è vero che questo tubero è efficace contro il diabete???

  • eduardo ha scritto: mercoledì 25 dicembre 2013

    Buon NAtale a tutti, oggi farò i topinambur trifolati come da ricetta. Io sono da due anni che li coltivo sia in un grosso vaso sul mio terrazzo a Napoli, sia in montagna in abruzzo dove ho un piccolo appezzamento di terreno. Io li trovo gustosi ed ho provato a mangiarli sia cotti che crudi con buccia o senza buccia e li trovo sempre gustosi.(PS.La mia é una coltura biologica, non ci metto nulla!Faccio fare a madre natura) Peccato che qui a nApoli non sono molto conosciuti e a non tutti piacciono. Io sto cercando di educare amici e parenti al consumo di questo tubero dalle propietà eccezionali. Salutoni a tutti

  • giovanni ha scritto: giovedì 19 dicembre 2013

    Se cotti a vapore sono molto più facili da digerire .

  • CENTURIONE ALESSIA ha scritto: domenica 10 novembre 2013

    salve a tutti....mio marito li ha acquistati ma non ne conoscevo neanche l'origine....ora grazie a voi mi sono acculturata e me le sono gustate....sono ricette squisite....grazie siete grandi... Alessia

  • alessandra ha scritto: sabato 26 ottobre 2013

    Contorno buonissimo! Lo ripeterò spesso, facile e veloce. Consigliato a chi piacciono i carciofi perchè hanno un gusto simile ma senza l inconveniente delle foglie filamentose.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 25 gennaio 2013

    @val: Certo!

  • val ha scritto: lunedì 21 gennaio 2013

    Ciao! Dite che potrebbe stare bene assieme ai funghi? Val

10 di 36 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento