Torta brulè al limone

Dolci e Desserts
Torta brulè al limone
197 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 60 min
  • Costo: basso
  • Nota: più il tempo di riposo in frigorifero della pasta frolla e della crema

Presentazione

La torta brulè al limone è un dolce dal cuore tenero e irresistibile, formato da una base di friabile pasta frolla farcita con una crema dolce e vellutata, aromatizzata con scorza e succo di limone. Per donare una consistenza più compatta alla crema, viene aggiunta della panna "inspessita", un termine che in pasticceria indica un composto lavorato poco tempo perchè diventi quasi semimontato. Il tocco finale di questa torta è l’effetto brulè che viene realizzato caramellando lo zucchero di canna in superficie con il cannello. Potrete in alternativa utilizzare il grill del forno per dare alla vostra torta brulè al limone il tipico aspetto imbrunito.

Ingredienti per la base
Farina tipo 00 325 g
Burro freddo di frigo 195 g
Zucchero a velo 25 g
Uova 1 intero + 2 tuorli
Zucchero semolato 75 g
Sale pizzichi 2
Per la farcitura
Limoni 6
Uova 8
Panna fresca liquida 250 g
Zucchero 350 g
Per caramellare
Zucchero di canna q.b.

Preparazione

Torta brulè al limone

Nella ciotola di una planetaria, versate il burro freddo a cubetti, unite lo zucchero semolato e a velo già miscelati (1), aggiungete anche il sale (2) e impastate con la frusta fino ad ottenere un composto dalla consistenza sbriciolosa. A questo punto aggiungete la farina setacciata (3) e impastate per qualche altro secondo per amalgamarla al resto.

Torta brulè al limone

Unite anche l’uovo intero e i tuorli (4) (potete mettere da parte un albume che vi servirà per spennellare successivamente) e continuate a lavorare l’impasto; non appena avrà una consistenza meno grezza, trasferitelo su una spianatoia di legno, compattate l’impasto con le mani, cercando di impastare il meno possibile, giusto il tempo diassorbire il composto secco ancora non compattato (5). Formate un panetto, appiattitelo leggermente e avvolgetelo nella pellicola (6); fate riposare per almeno 40 minuti in frigorifero.

Torta brulè al limone

Passato il tempo necesario, potrete riprendere il panetto, quindi posizionarlo su un foglio di carta da forno e stenderlo leggermente con il mattarello (7). Poi adagiate un altro foglio di carta da forno (8) e terminate di stendere il panetto per formare un disco spesso circa 6-7 mm (9).

Torta brulè al limone

Imburrate leggermente una tortiera di 25 cm di diametro dal fondo alto; togliete la carta da forno che copre il disco,  arrotolate delicatamente il disco di frolla sul mattarello (10) e srotolatelo delicatamente sulla tortiera (12), facendo aderire bordi e fondo (12).

Torta brulè al limone

Rifilate i bordi con la lama di un coltellino (13), lasciandoli alti circa 2,5 cm. Quindi bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e adagiate un disco di carta da forno (14) su cui posizionare i pesetti per la cottura alla cieca della base (15): cuocete la frolla in forno statico preriscaldato a 165° per 40-50 minuti (155° per circa 30-40 minuti se forno ventilato).

Torta brulè al limone

Nel frattempo dedicatevi alla crema: in una ciotola versate le uova e lo zucchero poco alla volta (in tre volte andrà bene) (16), montate con la frusta a mano fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso (17); grattugiate la scorza di sei limoni (con i limoni privi di scorza potete realizzare una limonata fresca) (16)

Torta brulè al limone

unitela al composto (19) insieme al succo filtrato di due limoni (20). A parte lavorate la panna fresca liquida con uno sbattitore elettrico, in modo da ottenere una consistenza “ispessita” (dovrà rimanere molto cremosa) (21);

Torta brulè al limone

unitela al composto di uova e zucchero (22) e mescolate con una frusta. Coprite con pellicola a contatto e riponete in frigorifero a rassodare per almeno 40 minuti. Quando la base della torta brulée sarà cotta, sfornatela e lasciatela intiepidire quindi spennelate il fondo con dell’albume (23) e rimettete in forno alla stessa temperatura per qualche minuto in modo che si asciughi e si colori. Dopodichè, sfornate la frolla e versate la crema all’interno della torta aiutandovi con un mestolo (24), quindi rimettete in forno a 125-130° per circa 150 minuti (se forno ventilato a 115-120° per 130 minuti). Il tempo varia a seconda di quanto riposo fate fare alla farcitura in frigorifero, più si raffredda più ci vorrà per cuocersi.

Torta brulè al limone

Quando la torta sarà imbrunita, in superfice sfornatela e fatela intiepidire quindi sformatela e lasciatela raffreddare su una gratella. Poi cospargete la superficie con zucchero di canna (25) e fiammate con il cannello (26). Servite la torta brulée al limone ben imbrunita in superficie (27)!

Conservazione

La torta si può conservare in frigorifero per 4-5 giorni al massimo coperta con pellicola. Si sconsiglia la congelazione per evitare di perdere la cremosità del ripieno.

Il consiglio di Sonia

Se non possedete il cannello, potete caramellare la torta brulè azionando il grill del forno, posizionandola su una leccarda e avendo cura di non far colare troppo i bordi.

Altre ricette

I commenti (197)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Elena ha scritto: domenica 01 giugno 2014

    Ciao Sonia! Voglio provare questa gustosa ricetta.. Ma siccome non mi piace il limone, posso fare altrimenti?? Graziee

  • janet ha scritto: sabato 17 maggio 2014

    ciao sonia scusa la domanda banale..ma la panna da usare è quella dolce oppure quella da cucina? grazie mille !

  • France80 ha scritto: sabato 17 maggio 2014

    Ciao quando cuocio la base , mi si sciolgono troppo i bordi e calano, come potrei risolvere?.......con gli ingredienti base vengono dei biscotti favolosi provate!!

  • Alessandro ha scritto: martedì 01 aprile 2014

    Ricetta molto bella! Se posso fare un appunto, però, nelle istruzioni ci sono un po' di errori grammaticali che rendono la lettura poco scorrevole!

  • Micaela ha scritto: lunedì 31 marzo 2014

    Ciao ragazze...scusate la domanda che potrebbe essere banale...ma per la panna ci vuole quella da pasticceria che è più grassa oppure và bene anche quella da cucina?grazie kiss a tutte

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 14 marzo 2014

    @adri: Ciao, farina tipo 00.

  • adri ha scritto: venerdì 14 marzo 2014

    ciao ma che tipo di farina serve per fare la base?

  • giada ha scritto: lunedì 03 marzo 2014

    Ciao Sonia! Ho sei limoni e due arance e ne ho usato solo la buccia di entrambe! Hai un dolce dove si può usare solo il succo? Nn vorrei che si rovinassero sono un bel po!!!! Grazie

  • Francesco ha scritto: venerdì 21 febbraio 2014

    Ciao Sonia, volevo chiederti una curiosità: siccome la crema viene impiegata subito e cotta, perchè consigli il riposo in frigorifero di almeno un'ora? Non capisco il bisogno di lasciarla stabilizzare. Grazie, Francesco.

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 03 febbraio 2014

    @Antonella M.: Ciao, non è necessario.

10 di 197 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento