Torta della nonna

Dolci e Desserts
Torta della nonna
785 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 50 min
  • Dosi per: 10 persone
  • Costo: medio
  • Nota: + 30 minuti di riposo della frolla in frigorifero

Presentazione

Torta della nonna

Chi non ricorda quando andava al ristorante con i genitori nella metà degli anni Ottanta e i primi anni Novanta? Il momento più atteso: il carrello dei dolci! E tra altissime montagne di profiteroles, tentati dalla teglia del tiramisù o ingolositi dalla panna cotta... alla fine spesso la meglio l'aveva lei: la torta della nonna. Sarà per il suo nome rassicurante, che sa di buono e genuino, la torta della nonna è ancora oggi un must! Un classico intramontabile, una torta perfetta per il pranzo della domenica che noi vogliamo farvi assaporare al meglio, preparando una deliziosa frolla fragrante e una divina crema pasticcera. Esistono almeno due versioni della torta della nonna: una aperta, che prevede la base e la crema direttamente guarnita con pinoli e zucchero a velo e quella chiusa, con doppio strato di frolla e al centro la crema pasticcera. Noi abbiamo optato per quest'ultima e... ci auguriamo che anche la vostra scelta sulla carrelata di dolci di Giallozafferano, almeno ogni tanto, cada su questa bontà!

Ingredienti per la pasta frolla (per uno stampo da 26 cm di diametro)
Farina tipo 00 450 g
Uova medie 2
Zucchero semolato 160 g
Burro freddo di frigo 200 g
Limoni la scorza di 1
per la crema pasticcera
Latte fresco intero 750 g
Uova 3 intere più un tuorlo
Zucchero semolato 225 g
Amido di mais 35 g
Farina tipo 00 30 g
Limoni la scorza di 1
per cospargere e decorare
Pinoli 25 g
Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Torta della nonna

Per preparare la torta della nonna, iniziate dalla frolla: in un mixer ponete la farina e il burro freddo di frigo tagliato a piccoli pezzi (1), quindi azionate le lame per ottenere una sabbiatura: ci vorranno pochi istanti. Trasferite il composto sabbioso su una spianatoia, create una conca al centro e versate lo zucchero (2), poi unite le uova sempre al centro (3)

Torta della nonna

grattate anche la scorza di 1 limone (possibilmente non trattato) (4) e maneggiate brevemente gli ingredienti (5) giusto il tempo di compattare la frolla e non formare la maglia glutinica, quindi datele la forma di un panetto, appiattite leggermente e coprite con pellicola trasparente (6); riponete la frolla in frigo a rassodare per circa 30 minuti.

Torta della nonna

Nel frattempo realizzate la crema pasticcera: in un pentolino ponete il latte (7), poi ricavate la scorza di 1 limone con un pelaverdure, facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca amarognola (8); unite la scorza al latte e fatelo scaldare a fuoco basso (dovrà sfiorare il bollore) (9).

Torta della nonna

In una ciotolina rompete le 3 uova intere e il tuorlo e versate lo zucchero (10), quindi miscelate gli ingredienti e quando lo zucchero sarà assorbito aggiungete anche la farina e l'amido di mais setacciati in un colino (12); mescolate bene le polveri.

Torta della nonna

Intanto togliete la scorza di limone dal latte (13) e togliete il pentolino dal fuoco per stemperare leggermente con poco latte caldo le uova sbatutte con zucchero e le polveri (14). Mescolate bene, poi rimettete il pentolino del latte sul fuoco e versate all'interno il composto con le uova (15).

Torta della nonna

Continuate a cuocere lentamente e mescolare sempre con una frusta la crema, perchè si addensi (16-17), ci vorranno circa 10-15 minuti. Una volta pronta, trasferitela in una pirofila bassa e ampia (18)

Torta della nonna

e coprite subito con pellicola trasparente a contatto (19). Lasciate intiepidire a temperatura ambiente. Nel frattempo riprendete la frolla, infarinate leggermente il piano di lavoro e stendetela fino a formare un disco dello spessore di 2-3 millimetri (20) (potete stendere la frolla tra due fogli di carta da forno per stenderla più facilmente). Imburrate e infarinate uno stampo da crostata del diametro di 26 cm; arrotolate la frolla sul mattarello e srotolatela sullo stampo (21)

Torta della nonna

fate aderire bene il fondo e i bordi pressando con le dita (22) ed eliminate l'eccesso di pasta che userete per realizzare il guscio di copertura. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e versate la crema pasticcera che si sarà raffreddata nel frattempo (23). A questo punto stendete gli avanzi di pasta frolla e srotolate il disco ottenuto sulla teglia a coprire (24).

Torta della nonna

Passando con il mattarello sulla teglia eliminerete i bordi in eccesso (potete congelare la frolla che è avanzata e usarla in un'altra occasione!) (25); bucherellate la superficie (26) poi distribuite i pinoli (27).

Torta della nonna

La torta della nonna è pronta per essere infornata (28): cuocetela in forno statico preriscaldato a 160° per 50 minuti nel ripiano più basso; passato questo tempo potete spostarla nel ripiano di mezzo del forno e alzare la temperatura a 180°, cuocendo per altri 10 minuti. Durante la cottura se vi accorgete che si scurisce troppo la superficie, potete coprire con un foglio di carta alluminio. Sfornate la torta della nonna (29) e fate raffreddare completamente, prima di spolverizzarla con zucchero a velo e servirla per una golosissima merenda o come dessert di fine pranzo (30)!

Conservazione

Conservate la torta della nonna in frigo per un paio di giorni.

Se preferite potete preparare in anticipo la frolla, congelarla e scongelarla al bisogno.

 

 

Consiglio

Se preferite potete provare la versione aperta: cospargete la crema pasticcera con i pinoli e infornate come indicato; una volta pronta potete spolverizzare con lo zucchero a velo!

Potete in questo caso congelare la frolla che vi avanza per preparare un'altra torta della nonna in un'altra occasione!

I commenti (785)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Miciamiky ha scritto: domenica 01 maggio 2016

    @Claudia: ciao Claudia grazie del commento! In effetti i buchini non li ho fatti sopra probabilmente poi si vedranno dopo la cottura ma è bene farli per evitare che la torta si gonfi! Fammi sapere dopo che l'hai fatta! Ciao!

  • Claudia ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    @Miciamiky: oggi ho fatto la crema e domani mattina preparerò il dolce,a questo punto sigillerò bene per evitare che si dividano,i buchino sopra il secondo strato di pasta li avevi fatti?altrimenti si può spiegare perché si è gonfiata....forse invece la temperatura delforno troppo alta?

  • Tiziana ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    Ma per caso si può cuocere anche in forno ventilato?

  • Antonella ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    Salve ,volevo sapere se al posto dell'amido di mais posso mettere la fecola di patate e se il latte è parzialmente scremato va bene lo stesso? Grazie mille !!!!

  • Miciamiky ha scritto: venerdì 29 aprile 2016

    È sempre stata la mia torta preferita e finalmente sono riuscita a prepararla per me con questa ricetta! Solo un problema che vorrei chiedere come risolvere: in cottura si è gonfiata ed è uscita un po di crema perché il disco sopra si è letteralmente scollato da quello sotto! Mi consigliate di sigillare i due impasti con i rebbi di una forchetta? L'impasto avanzato l'ho usato per farne una versione mignon che non si è scollata ma è cresciuto molto..Come evitare che si gonfi e rimangano bolle d'aria? Grazie mille dell'aiuto!

  • Cinzia ha scritto: venerdì 29 aprile 2016

    Fatta!!!! Eccezionale!!! Siete fantastici!! Una cortesia....sto cercando da tantissimo tempo il porta uova in ferro che si vede nell'intro.....vi prego, dove lo avete comprato? Grazie ????????????????????????????

  • Teona Elena ha scritto: mercoledì 27 aprile 2016

    @Gochi : Profuma tutta la casa di dolce appena sfornati, si sentono tutti gli aromi della pasta frolla.

  • Gochi ha scritto: martedì 26 aprile 2016

    La mia torta preferita, con questa ricetta viene perfetta

  • Valeria ha scritto: martedì 26 aprile 2016

    Ciao, complimenti per la revisione delle vecchie ricette, ogni tanto un po' di aria nuova fa sempre bene! Posso chiedervi perché in questa ricetta, la preparazione della crema pasticciera richiede l'utilizzo anche di albumi anziché solo tuorli? Vorrei capirne l'utilità al fine della riuscita della crema. Grazie mille smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 28 aprile 2016

    @Valeria: Ciao Valeria, la crema pasticcera, come la frolla, è una ricetta che conosce molte versioni a seconda della consistenza che si vuol dare. In questo caso per renderla più compatta, senza utilizzare una grande quantità di amido, è bastato utilizzare l'albume. Questa crema, che oltretutto subisce la cottura in forno, manterrà perfettamente la forma, speriamo di essere stati chiari smiley un saluto!

  • Daniela ha scritto: martedì 26 aprile 2016

    Quali sono le dosi della pasta frolla se la teglia ha diametro 28?

10 di 785 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento