Torta di mele a raggi

Dolci e Desserts
Torta di mele a raggi
468 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 50 min
  • Dosi per: 10 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Torta di mele a raggi

La torta di mele a raggi è un dessert classico e invitante, ideale per una merenda golosa o per un dolce risveglio a colazione.
Ne esistono numerose versioni e anche noi di GialloZafferano abbiamo dedicato tante ricette alla torta di mele aggiungendo ogni volta sapori e aromi diversi.
In questa versione la mela è protagonista assoluta e se ne assapora tutta la dolcezza per la particolare disposizione delle fette. Dopo aver versato l’impasto nella tortiera, le fette di mela vengono sistemate in verticale e molto ravvicinate tra loro, fino a ricoprire tutto l’impasto per formare una vera e propria raggiera. Quindi ad ogni fetta gusterete il binomio perfetto tra il morbido impasto profumato alla vaniglia e la freschezza della polpa di mela. Come scegliere la qualità di frutta ideale per la torta di mele a raggi? Potete usare le mele Fuji o Royal gala, con la buccia rossa screziata di giallo, dalla polpa succosa e croccante; oppure potete scegliere le Golden che hanno una polpa dolce e profumata. Per deliziare ancora di più il palato, potete servire la torta di mele a raggi come dessert, accompagnata da una pallina di gelato alla crema!

Ingredienti per una tortiera di 26-28 cm di diametro
Burro 125 g
Lievito chimico in polvere 1 bustina
Sale 1 pizzico
Zucchero di canna 2-3 cucchiai
Vaniglia i semi di 1 bacca (oppure una bustina di vanillina)
Limoni la buccia grattugiata di 2 non trattati
Mele Fuji o Royal Gala 800 gr
Latte fresco intero 150 ml
Zucchero semolato 125 gr
Uova 3 medie intere
Farina manitoba 250 gr
Per guarnire
Zucchero a velo q.b (per spolverare facoltativo)
Confettura albicocche q.b per spennellare la superficie (facoltativa)

Preparazione

Torta di mele a raggi

Per preparare la torta di mele a raggi, potete iniziare a preparare l'impasto: in un mixer dotato di lame, mettete il burro freddo tagliato a cubetti e le uova intere (1). Unite lo zucchero (2) e un pizzico di sale (3).

Torta di mele a raggi

Poi incidete la bacca di vaniglia con un coltellino e prelevate i semini (4); quindi aggiungeteli all’impasto nel mixer (5). Se non avete la bacca di vaniglia, potete utilizzare una bustina di vanillina. A questo punto azionate il mixer a velocità media fino ad ottenere una crema omogenea (6).

Torta di mele a raggi

Proseguite la ricetta setacciando in una ciotola la farina insieme al lievito (7), poi uniteli all’impasto un po’ alla volta (8) alternando con il latte (9).

Torta di mele a raggi

Fate andare nuovamente le lame a velocità media , per amalgamare bene gli ingredienti fino ad ottenere una crema liscia e omogenea (10). Poi fermate il mixer e aggiungete anche la scorza di due limoni non trattati (11) che avrete precedentemente grattugiato. Per raccogliere la scorza grattugiata che rimane sulla grattugia, potete utilizzare un pennellino da cucina. Azionate nuovamente il mixer a velocità media per incorporare la scorza di limone (12).

Torta di mele a raggi

Ora passate a preparare una teglia del diametro di 26-28 cm, se possibile con cerchio apribile in modo che quando sformerete la torta non dovrete capovolgerla rischiando di rovinare la superficie. Potete imburrare e infarinare lo stampo oppure imburrarlo e foderarlo con carta da forno. Per effettuare al meglio questa operazione, consultate la Scuola di cucina: come foderare una tortiera con carta da forno. Versate quindi l'impasto nella tortiera (13), livellatelo aiutandovi con una spatola e lasciatelo un momento da parte per preparare le mele: privatele del torsolo con l’apposito levatorsolo (14) (oppure tagliate direttamente ogni mela in quarti e eliminate il torsolo con un coltello). Quindi sbucciate le mele (15)

Torta di mele a raggi

e tagliatele a metà e poi in quarti, ricavando da ciascun quarto 3 fettine dello spessore di circa 1 cm (16). Potete preparare le mele anche in anticipo, avendo l'accortezza di riporle in una ciotola e cospargerle con un po’ di succo di limone, in modo da non farle annerire a contatto con l'aria. Ora potete iniziare a disporre le mele sull'impasto: suddividete la circonferenza sistemando una fettina di mela a ogni quarto della tortiera (17), così avrete dei punti di riferimento per le altre. Poi procedete sistemando le altre fette molto ravvicinate una accanto all’altra (18). Spingete delicatamente le mele nell’impasto, stando attenti a lasciare fuori il dorso di ogni fetta.

Torta di mele a raggi

Disponete le fette di mela in verticale anche al centro dell'impasto e quando avrete terminato (19), cospargete la torta con un paio di cucchiai di zucchero di canna (20) per caramellare la superficie e dare un colorito bruno. In alternativa per un effetto più lucido, potete spennellarla con della confettura di albicocche stemperata in un pentolino con un cucchiaio di acqua e passata al setaccio per renderla più fluida. Infornate la torta di mele a raggi in forno statico preriscaldato a 180° per 50-60 minuti (160° per 45-55 minuti se forno ventilato) . Una volta estratta la torta dal forno, fate la prova stecchino per verificare la cottura: affondatelo al centro della torta e se uscirà asciutto vorrà dire che la torta è cotta; se sarà umido la torta necessiterà ancora di qualche minuto di cottura. Magari se la superficie si è già dorata a sufficienza, coprite la tortiera con un foglio di carta di alluminio e continuate la cottura. Quando la torta di mele a raggi sarà pronta, tiratela fuori dal forno e lasciatela raffreddare (21) e poi sformatela. Quando sarà ben fredda, se non l'avete spennellata con la confettura di albicocche, potete spolverizzarla con lo zucchero a velo!

Conservazione

Potete conservare la torta di mele a temperatura ambiente sotto una campana di vetro o coperta con carta alluminio per 2-3 giorni.

Consiglio

Se volete potete sostituire la vaniglia con un pizzico di cannella che con le mele crea un abbinamento perfetto, anzi se preferite potete aggiungere la cannella quando cospargete le mele con il limone così si insaporiranno ancora di più. Però meglio non abbondare altrimenti coprirete troppo il sapore della frutta. Se volete una torta ancora più ricca, magari che ricordi il sapore dello strudel potete aggiungere all’impasto anche un paio di cucchiai di uvetta e pinoli.

Altre ricette

I commenti (468)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Patrizia ha scritto: lunedì 02 marzo 2015

    Ciao Sonia ho provato qsta ricetta solo che ho usato metà del burro richiesto ed ho aggiunto dell'olio extravergine d'oliva perché mi mancava il burro e devo dire che mi è venuta super Buona. ....solo che mio figlio di 5 anni mi ha chiesto perché la Sua è così bella e la Tua no???? Be mi accontento del sapore....non posso competere con una grande come Te!!!!!COMPLIMENTI!!!

  • rosanna ha scritto: domenica 01 marzo 2015

    Faccio sempre la torta di mele a raggi e a volte aggiungo anche una fialetta di essenza dì rum. DIVINA!

  • mirella ha scritto: lunedì 23 febbraio 2015

    Torta di mele a raggi. L'ho fatta ed è subito sparita. Semplicemente perfetta. Io ho messo un pizzico di cannella che mi ricorda la montagna, ma voglio provare anche con pinoli e uvetta. La consiglio sicuramente.

  • Emanuele ha scritto: martedì 17 febbraio 2015

    Torta di mele cotta e mangiata

  • Ilaria ha scritto: domenica 15 febbraio 2015

    L'ho fatta oggi usando l'olio al posto del burro e aggiungendo uvetta e cannella... È venuta stra bene!! Grazie per la ricetta!!! Da rifare assolutamente!

  • Giulia ha scritto: mercoledì 04 febbraio 2015

    ho usato farina 00, aggiunto uvetta e cannella,sostituito il burro con 100ml d'olio. cotta in forno ventilato per un'ora; buonissima, alta e soffice. con GZ non si sbaglia un colpo!

  • ylenia ha scritto: martedì 03 febbraio 2015

    ciao ma perche la manitoba?? x favore sonia rispondimi.....grazie!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 03 febbraio 2015

    @ylenia:Ciao, perchè in questa ricetta le mele sono molte e per fare in modo che l'impasto cresca meglio utilizzare la farina manitoba o tipo 0!

  • Grannie ha scritto: lunedì 02 febbraio 2015

    Si puo´sostituire la manitoba con la 00? grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 04 febbraio 2015

    @Grannie:Ciao! Puoi provare!

  • Giordano ha scritto: lunedì 02 febbraio 2015

    Ciao Sonia ! come mai hai usato la Manitoba al poso della doppio zero ?

  • paola65 ha scritto: lunedì 02 febbraio 2015

    ma le mele in cottura non affondano ???come posso fare per non farle affondare ?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 12 febbraio 2015

    @paola65:Ciao, si usa apposta la farina manitoba più forte per questo impasto perchè ci sono molte mele! smiley

10 di 468 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento