Torta margherita

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 25 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso

Presentazione

La torta margherita è considerata tra le preparazioni di base della pasticceria, uno dei dolci più classici e conosciuti che non può assolutamente mancare nei nostri ricettari. E' un dolce antico, appartiene alla tradizione contadina del Centro e Nord Italia; era "il dolce delle feste" che ha subito poi evoluzioni nella composizione e preparazione fino a diventare uno dei vanti dei migliori laboratori di Mastri pasticceri, sempre alla ricerca della massa montata perfetta. La torta margherita è formata da un impasto molto semplice e profumato a base di uova, farina e zucchero, il tutto arricchito dai semi della bacca di vaniglia e dalla scorza di limone che conferiscono un tocco aromatico molto invitante e smorzano il gusto delle uova, le protagoniste principali di questo dolce. La torta margherita, che probabilmente deve il suo nome all'interno dal colore giallo intenso e alla generosa spolverata di zucchero a velo che simulano petali di margherita al taglio, è un dolce molto soffice e delicato, ottima da gustare semplice, ma anche ideale da farcire. Provate la nostra versione, per rendere più allegra la merenda dei vostri bambini o per una dolce colazione: rimarrete estasiati dalla sua infinita bontà!

Ingredienti per una tortiera di 22 cm di diametro
Uova medie a temperatura ambiente 3
Zucchero 120 g
Farina 00 120 g
Fecola di patate 100 g
Burro fuso 50 g
Baccello di vaniglia 1
Tuorli a temperatura ambiente 7
Scorza di limone 1
Sale fino 1 pizzico
per spolverizzare
Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Per preparare la torta margherita, data l'assenza di lievito sarà importante seguire le indicazioni di modalità e tempi di lavorazione delle uova insieme allo zucchero, così come l'aggiunta degli altri ingredienti. All’interno di una planetaria munita di frusta (per questa preparazione si consiglia di usare una planetaria che permetterà alla massa di incamerare più aria per una buona cottura) versate 3 uova intere a temperatura ambiente (1), attivate la planetaria e montate il composto unendo lo zucchero in piccole dosi, in tre-quattro volte (2). Montate per 10 minuti circa finché il composto non risulterà chiaro e spumoso, quindi unite anche i tuorli poco alla volta (3), avendo cura di aspettare che sia assorbito il precedente prima di inserire il successivo.

Prima di aggiungere l’ultimo tuorlo, incorporate a quest’ultimo il pizzico di sale (4), mescolate (5) e infine versate in planetaria (6).

Con la planetaria sempre in funzione, incidete il baccello di vaniglia con un coltellino nel senso della lunghezza, estraete i semini interni (7) e uniteli al composto (8). Fermate la planetaria quando il composto sarà spumoso e chiaro, quindi grattugiate la scorza di limone (9) , mescolate per amalgamare.

In una ciotola setacciate la farina e la fecola (10), incorporate con una frusta le polveri delicatamente un cucchiao alla volta (11), con movimenti dal basso verso l’alto.Per finire prelevate una piccola parte dell’impasto e versatela nelle ciotolina con il burro fuso (12)

mescolate per stemperare il burro fuso (13), in questo modo la sua aggiunta non smonterà il composto. Una volta stemperato, incorporatelo all’impasto (14) e mescolate sempre con dei movimenti delicati dal basso verso l’alto (15).

L’impasto è pronto, ora imburrate e infarinate una tortiera con cerniera apribile del diametro di 22 cm. Versate l’impasto nello stampo (16) e cuocete in forno ventilato preriscaldato a 170° per 20-25 minuti, nella parte bassa del forno. A cottura ultimata, lasciate riposare la torta nel forno per circa 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo, sfornate la torta margherita (17), lasciatela raffreddare, quindi sformatela e spolverizzate la superficie con lo zucchero a velo. La torta margherita è pronta per essere gustata! (18)

Conservazione

Potete conservare la torta margherita sotto una campana di vetro per 2-3 giorni al massimo. Potete congelarla da cotta.

Consiglio

La torta margherita è molto simile al pan di spagna, ma differisce essenzialmente per la presenza del burro e per una maggior presenza di tuorli. È una preparazione che risulta comunque morbida ma più compatta e meno areata rispetto al pan di spagna, si presta benissimo quindi come base per torte farcite!

Leggi tutti i commenti ( 85 )

I commenti (85)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

Leggi tutti i commenti ( 85 ) Scrivi un commento

Ultime ricette

Ho voglia di

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.