Torta mimosa classica

  • Difficoltà:
    Elevata
  • Cottura:
    60 min
  • Preparazione:
    30 min
  • Dosi per:
    10 persone
  • Costo:
    Medio

Insalata di riso classica

Torta mimosa classica

La torta mimosa è un dolce molto famoso che viene preparato in occasione della festa della donna, l’ 8 marzo. La versione della torta mimosa che presentiamo è preparata secondo una delle ricette classiche, diffuse in particolare nel Nord Italia. Il nome della torta mimosa deriva proprio dal fatto che la copertura con cui viene decorata è fatta con il Pan di Spagna sbriciolato che ricorda appunto il fiore della mimosa, fiore simbolo della Festa della Donna. Per la torta mimosa è necessario preparare due Pan di Spagna, uno sarà farcito con la crema pasticcera arricchita da panna montata, e costituirà la base della torta, mentre dall’altro Pan di Spagna si ricaveranno dei piccoli cubetti che serviranno a ricoprire la torta per l’effetto “mimosa”. Solitamente la torta mimosa ha forma di una soffice cupola, ma di recente sta diventando comune lasciare la torta con la classica forma a cilindro. In Italia si è iniziato a festeggiare il giorno della Donna nel 1946 e da subito la mimosa ne è diventato il suo simbolo perché fiorisce proprio durante i primi giorni di marzo.

Per 2 Pan di Spagna del diametro di 22 cm l'uno
Uova 4 intere
Uova 8 tuorli
Zucchero 220 g
Farina 200 g
Fecola di patate 40 g
Per la crema pasticcera
Latte fresco intero 300 ml
Panna fresca liquida 300 ml
Zucchero 200 g
Uova 8 tuorli
Farina 55 g
Vaniglia mezza bacca
Per la bagna al liquore
Acqua 100 ml
Cointreau 50 ml (ma anche Aurum, Alchermes ecc.)
Zucchero 50 g
Per la panna montata zuccherata
Panna liquida fresca 200 ml
Zucchero a velo 20 g

Preparazione

Torta mimosa
Mettete le uova intere e lo zucchero in una planetaria (1) e montate gli ingredienti per almeno 10 -15 minuti a velocità elevata fino ad ottenere un composto ben gonfio (in alternativa utilizzate le fruste di uno sbattitore elettrico). Aggiungete i tuorli e continuate a montare per altri 5-6 minuti (2), quindi spegnete. Unite al composto di uova la farina e la fecola preventivamente setacciate (3):
Torta mimosa
amalgamatele delicatamente con una spatola con dei movimenti che vanno dal basso verso l’alto per incamerare aria (4). Versate l’impasto ottenuto in due teglie imburrate ed infarinate del diametro di 22-24 cm (5) e cuocete in forno statico a 180-190 gradi per circa 30 minuti. Una volta cotti, sfornate i pan di spagna e capovolgeteli su di un foglio di carta forno, quindi lasciateli raffreddare. Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Mettete in un tegame il latte (6)

Torta mimosa
aggiungete la panna (7), portate a sfiorare il bollore. In un altro tegame mettete i tuorli (8) lo zucchero (9);
Torta mimosa
mescolate con un cucchiaio di legno,  poi aggiungete la farina (10) e i semini della bacca di vaniglia,  che  avrete prelevato  dal suo interno incidendola con la lama di un coltello (11). Mescolate con un mestolo di legno e poi unite il composto di latte e panna calda, quindi stemperate il tutto con una frusta (12)
Torta mimosa
Accendete il fuoco e fate addensare (13): non appena la crema comincerà a sbuffare spegnete il tutto e versate la crema in una teglia bassa e larga (14-15).
Torta mimosa
Ricoprite la crema pasticcera con della pellicola trasparente che deve toccare la superficie della crema (16) e mettete a raffreddare in frigorifero o in freezer. Preparate la bagna facendo sciogliere in un pentolino lo zucchero assieme all’acqua e al liquore, quindi fate raffreddare (17). Montate la panna ben fredda con uno sbattitore: non appena comincerà a gonfiare unite lo zucchero a velo e portate a termine la montatura, poi mettete il tutto in frigorifero. Quando la crema pasticcera sarà fredda mettetela in una ciotola, ammorbiditela lavorandola con una spatola e unite delicatamente la panna montata, tranne due cucchiaiate che terrete da parte (18).
Torta mimosa
Eliminate dai due pan di spagna la parte scura esterna (19-20), con un coltello dalla lama lunga dividete uno dei pan di spagna  (21) ,
Torta mimosa
e ricavate da uno di essi tre dischi di uguale spessoree (22), dall’altro tagliate delle fette dello spessore di un centimetro che poi taglierete in 3 striscioline da ridurre successivamente in cubetti (23-24).
Torta mimosa
Ora passiamo ad assemblare la torta: per ottenere una torta perfetta sarebbe meglio utilizzare un cerchio di acciaio regolabile, dentro il quale porre il primo disco di pan di spagna (25) che inzupperete con la bagna (26) e sul quale stenderete un velo di panna montata zuccherata, una cucchiaiata (27).
Torta mimosa
Sopra la panna stendete la crema pasticcera mista a panna (28) e quindi poggiatevi sopra il secondo disco di pan di spagna: ripetete quindi tutto da capo fino a che non avrete poggiato il terzo disco . Sfilate a questo punto il cerchio di acciaio (28) e ricoprite tutta la torta con la crema avanzata (30).
Torta mimosa classica
Una volta ricoperta tutta la torta con la crema (31) passate alla decorazione facendo aderire i cubetti di pan di spagna alla crema che fungerà da collante (32-33). Una volta ricoperta, mettete la torta in frigorifero, meglio se coperta da una campana di vetro o plastica che eviterà al dolce di prendere odori sgradevoli o di seccare troppo.
Se volete una versione rivisitata e più fresca vi consigliamo di guardare la ricetta della torta mimosa all’ananas che trovate cliccando qui.

Conservazione

Conservate la torta mimosa in frigorifero, chiusa ermeticamente, per 2-3 giorni al massimo.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 374 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


374
Chiarettaðâ¤ï¸ ha scritto: Mercoledì 09 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Laura: anche io ho fatto questa ricetta e concordo pienamente con te sul fatto che sia squisita!
373
Laura ha scritto: Mercoledì 02 Aprile 2014  |  Rispondi »
Splendida ricetta! Io e mia mamma abbiamo fatto questa torta in onore della festa della donna... Consiglio a tutti di provare a riprodurre questo dolce squisito! Gnammm...!
372
Benedetta ha scritto: Mercoledì 02 Aprile 2014  |  Rispondi »
@ilia : anche io la faccio svuotandola e riempiendola di crema. Poi la ricopro con la sua stessa mollica che ho ricavato svuotandola!
Oltre ad essere più leggera, mi evito di fare il secondo pan di spagna!
Inoltre è molto più bello l'effetto 'mimosa' !
371
GPLele ha scritto: Sabato 29 Marzo 2014  |  Rispondi »
Sto facendo la torta per la prima volta e avevo letto anch'io la ricetta del "pan di spagna perfetto" sempre su questo sito in cui però si parlava di aggiungere anche gli albumi montati a neve ... ora il dubbio. Qualcuno può confermarmi se per questa ricetta vanno inseriti (ovvero svista nell'articolo) oppure effettivamente non vanno inseriti? Grazie .
370
serena ha scritto: Venerdì 21 Marzo 2014  |  Rispondi »
io ho sempr fatto questa ricetta ed è sempre riuscita perfetta solo ke oggi per un attimo di distrazione ho montato anziché le uova intere con lo zucchero, i tuorli.. invece si fa al contrario si montano le uova intere.. infatti è venuto liquido il composto smiley ke faccio?
369
Alessandro ha scritto: Domenica 16 Marzo 2014  |  Rispondi »
ricetta perfetta...la torta è venuta buonissima! complimenti davvero
368
Elisa ha scritto: Sabato 15 Marzo 2014  |  Rispondi »
Io l'ho fatta per la festa delle donne ed è venuta meravigliosamente! Sembrava appena uscita da una pasticceria...non ho usato la bagna alcolica ma del succo d'arancia spremuto fresco e il pan di spagna l'ho aromatizzato al limone...le uova sono tante,è vero, ma per una volta all'anno si può fare! smiley il trucco è quello di farle montare tanto (io le ho lasciate 15 min nella planetaria) e se avete paura che sappia di uovo aromatizzatelo con della scorza di limone! smiley
367
viky ha scritto: Giovedì 13 Marzo 2014  |  Rispondi »
io ho provato a farla x la festa delle donne e mi è venuto fuori un capolavoro, tutti mi hanno fatto i complimentismiley
366
Sonia-Gz ha scritto: Lunedì 10 Marzo 2014  |  Rispondi »
@Luigi: assicurati che siano fiori commestibili dal tuo fornitore.
365
Luigi ha scritto: Domenica 09 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia. volevo chiederti se si possono usare anche i fiori veri non trattati della mimosa, dato che ritrovo questi fiori in alcune ricette. grazie
10 di 374 commenti visualizzati

Lascia un Commento