Torta paesana

Dolci e Desserts
Torta paesana
144 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 60 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di ammollo del pane nel latte

Presentazione

La torta paesana è un dolce di origine lombarda e precisamente della Brianza, la zona compresa tra la provincia a nord di Milano e il lago di Lecco-Como. E’ un dolce di origine contadina, dalle infinite varianti, ma realizzata principalmente con pane raffermo bagnato nel latte. E’ infatti conosciuta anche come torta di pane o, in dialetto locale, “michelacc” ovvero mica e lac (pane e latte). A seconda dei gusti e delle disponibilità del momento, al pane ammollato ogni famiglia univa ingredienti diversi, chi l’uvetta o chi i pinoli ad esempio. Noi vi presentiamo la nostra versione con l’aggiunta di cacao e amaretti… perfetta da gustare per una merenda dal sapore rustico, la torta paesana è un perfetto dolce di recupero quando si ha del pane avanzato… ed è ancora più buona il giorno dopo!

Ingredienti
Pane raffermo 300 g
Latte fresco 1 l
Uova medie 2
Amaretti 120 g
Cacao amaro in polvere amaro 50 g
Zucchero semolato 120 g
Uvetta 70 g
Pinoli 50 g
Arance la scorza e il succo 1

Preparazione

Torta paesana

Per preparare la torta paesana, iniziate scaldando il latte (non dovrà raggiungere il bollore) (1). Nel frattempo prendete il pane raffermo (in alternativa potete far tostare la pagnotta intera in forno in modo che si secchi) e tagliatelo (2) per ricavare delle fette, quindi riducetelo a cubetti (3). Ponete il pane in una ciotola.

Torta paesana

Grattugiate la scorza di un’arancia non trattata (4) (tenete poi l'arancia da parte, servirà successivamente), poi versate sul pane il latte ben caldo (5). Mescolate con un cucchiaio e coprite con pellicola trasparente (6); lasciate macerare il pane per mezz’ora. Di tanto in tanto mescolate, in modo che tutto il pane assorba il latte e si ammorbidisca per bene.

Torta paesana

Intanto spremete l’arancia (7) e mettete in ammollo l’uvetta passa nel suo succo (8) . Poi in un mixer versate gli amaretti e il cacao amaro (9),

Torta paesana

azionate le lame per ridurre il tutto ad una polvere (10). A questo punto riprendete il pane oramai morbido, mescolate con un cucchiaio o una forchetta per sfaldarlo ulteriormente (11) e unite il cacao amaro (12). 

Torta paesana

Amalgamatelo al pane (13); quindi sbattete le uova in una ciotolina a parte (14) e versatele nel composto. Mescolate con una spatola (15)

Torta paesana

e quando si saranno assorbite, unite anche lo zucchero (16). Poi versate i pinoli (17) e scolate bene l’uvetta dal succo di arancia (18),

Torta paesana

prima di aggiungerla al composto (19). Mescolate bene con una spatola per amalgamare tutti gli ingredienti (20). Imburrate e foderate con carta da forno una teglia di 24 cm di diametro (21)

Torta paesana

e versate all’interno il composto (22). Infornate in forno statico preriscaldato a 180° per 60 minuti (oppure a 160° per 50 minuti se utilizzate un forno ventilato). Una volta cotta (23), sfornate la torta paesana e fatela intiepidire, quindi sformatela e fatela raffreddare su una gratella, prima di servirla (24).

Conservazione

Potete conservare la torta paesana sotto una campana di vetro per 2-3 giorni al massimo. Il giorno dopo è ancora più buona!

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Al posto degli amaretti possono essere utilizzati dei semplici frollini secchi o frollini al cacao, dimimuendo in questo caso la dose di cacao presente nella lista ingredienti.

Altre ricette

I commenti (144)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Giulia ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    Ciao! Ho del pane di segale che proprio non mi entusiasma, ma non si butta niente! Perciò volevo riutilizzarlo per provare questa torta.. Volevo sapere se posso usare le mandorle al posto dei pinoli ed eliminare le uova, grazie!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 02 maggio 2016

    @Giulia: Ciao, si certo puoi usare le mandorle al posto dei pinoli, magari tritate. Per le uova, non ti consiglieremmo di eliminarle.

  • Clelia ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    Io la "paesana" la faccio cosí: 300 g pane raffermo,1l di latte caldo intero,scorza gratuggiata di 1 limone,8 cucchiai di cioccolato amaro in polvere, 200 g amaretti sbriciolati,mezza confezione d'uvetta,1 confezione piccola di pinoli,1 mela tagliata a pezzetti. Il pane con la scorza del limone e il latte caldo ,lasciato a riposo per 1 notte.Poi aggiungo il cacao in polvere,gli amaretti sbricciolati e impasto benebene.Aggiungo l'uvetta senza averla ammollata , la mela tagliata a pezzetti,i pinoli. In 1 teglia inburrata e spolverata con panegrattato,livello e aggiungo qualche pinolo. forno statico a 180* per 60 minuti. (senza zucchero e uova). fatta adesso!!

  • Luciana ha scritto: giovedì 14 gennaio 2016

    Ottima se poi la metti in frigorifero e la degusti fredda e come un Bon bon .io ci metterei solo 1 uovo

  • Giuliana ha scritto: lunedì 11 gennaio 2016

    Ottima, gli amici mi chiedono di riproporla spesso.

  • Carola ha scritto: domenica 15 novembre 2015

    Posso usare il cacao zuccherato?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 16 novembre 2015

    @Carola: Ciao Carola! Potresti provare ma se ti è possibile segui la fotoricetta che ha già gli ingredienti ben bilanciati! Infatti, se utilizzi il cacao zuccherato dovrai ridurre la quantità di zucchero ma... dipende dal prodotto che usi smiley

  • Silvia ha scritto: sabato 14 novembre 2015

    Io sono di origine Umbra anche se nata nella provincia di Como e mia nonna, Umbra DOC, mi ha sempre fatto questa torta, forse qualche sua amica le aveva dato la ricetta...... oggi io la faccio spesso in inverno ma siccome sono golosissima ci aggiungo cedro e cioccolato fondente....... amo questa torta perché È BUONA e poi buttare il pane raffermo è un peccato

  • Lidia ha scritto: mercoledì 11 novembre 2015

    E' come la mia ricetta, ma io aggiungo anche il cedro candito

  • anna ha scritto: venerdì 30 ottobre 2015

    Ciao mi hanno regalato tanti pacchi di pan brioche del mulino bianco posso usarlo x fare la torta in che dosi grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 17 novembre 2015

    @anna: Ciao Anna, sarebbe meglio usare del pane raffermo tipo pagnotta ma puoi provare magari dimezzando le dosi indicate in modo in caso da usare una quantità inferiore di ingredienti, se non ti dovesse piacere il risultato.

  • Giulia ha scritto: venerdì 30 ottobre 2015

    Ciao a tutti! Io l'ho cucinata proprio ieri per il compleanno di mio marito! Ho usato: pane, latte, cacao amaro, biscotti al cioccolato, 2 uova, uvetta e pinoli!! L'ho infornata piuttosto liquida per circa 60 min a 160°!! Forno ventilato!

  • giancarlo ha scritto: martedì 27 ottobre 2015

    la nonna la faceva così. pane secco latte 1 litro 2 uova,amaretti tanti, cacao amaro cioccolato fondente grattuggiato uva sultanina cedro candito, pinoli dentro e a decorare ciao

10 di 144 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI