Torta paradiso

Dolci e Desserts
Torta paradiso
702 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 60 min
  • Dosi per: 10 persone
  • Costo: basso

Presentazione

La torta paradiso nasce a Pavia nell’800 nel laboratorio di pasticceria di Enrico Vigoni. La legenda narra che dopo aver fatto varie prove Enrico Vigoni fece assaggiare il risultato finale ad una nobildonna la quale esclamò di istinto : “Questa torta è un paradiso!”. Questo dolce divenne presto un simbolo di Pavia e un classico della pasticceria italiana. Un mix di ingredienti semplici che ricordano quelli del pan di spagna ma con in più la presenza del burro, simile alla torta margherita ma con l'aggiunta del lievito per un risultato estremamente soffice. Una delle classiche ricette della nonna che si preparano in poco tempo e risulta essere molto versatile . Ideale da essere gustata “semplice” per una ricca colazione, basterà aggiungere uno strato di crema e panna per ottenere un dessert completo, come la nostra torta paradiso al limone. Leggera, alta e friabile la torta paradiso risulterà soffice come una nuvola. Allacciate i grembiuli e preparatevi ad assaporare questa ricetta “paradisiaca”.

Ingredienti per uno stampo da 24 cm
Burro a temperatura ambiente 300 g
Zucchero 300 g
Fecola di patate 150 g
Farina tipo 00 150 g
Vaniglia i semi di 1 bacca
Uova 4 intere e 4 tuorli
Lievito chimico in polvere 16 g
Sale 1 g
per cospargere la torta
Zucchero a velo 2 cucchiai

Preparazione

Torta paradiso

Per preparare la torta paradiso iniziate dalla preparazione dell'impasto. Unite il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero semolato in una ciotola (1). Con uno sbattitore elettrico amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un composto cremoso. Prelevate con un coltellino i semi della bacca di vaniglia e uniteli nella ciotola (2), sbattete nuovamente fino ad amalgamare il tutto.

Torta paradiso

Prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi (di questi ultimi ve ne serviranno soltanto 4, con i restanti potrete preparare deliziose meringhe!): quindi, sempre con le fruste in movimento, unite al composto di burro e zucchero gli 8 tuorli (4), uno alla volta, assicurandovi che il precedente sia stato completamente incorporato prima di aggiungere il successivo. Setacciate la farina ed unitela al composto (5) e sempre continuando a mescolare con lo sbattitore unite anche la fecola e il lievito precedentemente setacciati (6). Mescolate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Torta paradiso

Versate quindi i 4 albumi in una ciotola e aggiungete un pizzico di sale (7). Ripulite e asciugate bene le fruste dello sbbattitore quindi utilizzatelo per montare a neve gli albumi (8), che dovranno risultare a neve ferma (9).

Torta paradiso

Uniteli delicatamente al composto con una spatola (10), facendo un movimento rotatorio dal basso verso l'alto prestando attenzione a non smontare l'impasto (11). Foderate con la carta forno una tortiera da 24 cm e versatevi l'impasto appena preparato (12).

Torta paradiso

Livellate il composto con una spatola o un cucchiaio per consentire una cottura omogenea (13). Ora infornate la vostra torta paradiso in forno statico preriscaldato a 180° per 60 minuti (oppure in forno ventilato a 160° per 50 minuti). Quando sarà pronta sfornatela (14) e fatela intiepidire dopodichè spolveratela con lo zucchero a velo e servite la vostra torta paradiso (15).

Conservazione

Conservate la torta paradiso a temperatura ambiente, meglio se sotto una campana di vetro, per 3-4 giorni al massimo.

Consiglio

Potete accompagnare la torta paradiso con della panna fresca semimontata addolcita con poco zucchero o con del miele.

Altre ricette

I commenti (702)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Martina ha scritto: martedì 23 agosto 2016

    Ciao, ho un forno a gas e spesso i dolci non crescono, nonostante il lievito. Per questa torta cambiano i tempi di cottura? Grazie!

  • Grazia ha scritto: venerdì 19 agosto 2016

    va bene...ti aggiorno! Grazie mille

  • Grazia ha scritto: venerdì 19 agosto 2016

    buongiorno Sonia, replico la domanda di Silvia perché ho avuto la sua stessa idea. Ma come faccio a utilizzare questo dolce come base da farcire?lo vedo troppo soffice.. non si romperebbe? c'é qualche accorgimento in piu da utilizzare rispetto al pan di spagna o hai comunque qualche consiglio da darci affinché non si possa rompere nel spaccarlo a metá e nel dividerlo? Grazie !

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 19 agosto 2016

    @Grazia: Ciao Grazia, è un dolce molto soffice ma non impossibile da tagliare e farcire smiley per tutti i suggerimenti su come tagliare una torta, segui il nostro tutorial come tagliare il pan di spagna! Un saluto e facci sapere!

  • Alessia ha scritto: venerdì 19 agosto 2016

    È' possibile aggiungere i mirtilli? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 19 agosto 2016

    @Alessia : Ciao Alessia, se preferisci non ci sono problemi! Aggiungili soltanto quando hai versato l'impasto in tortiera così non si depositeranno tutti sul fondo!

  • silvia ha scritto: domenica 14 agosto 2016

    ciao volevo chiedere se e possibile usare la torta cm base al posto del pan di Spagna o e troppo morbida? grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 15 agosto 2016

    @silvia:ciao la puoi usare come base per farcire! smiley 

  • vale ha scritto: domenica 07 agosto 2016

    Ciao, come ingredienti non ho né la maizena né la fecola di patate ma volevo provare lo stesso a fare questo dolce..è fattibile?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 26 agosto 2016

    @vale: Ciao, puoi provare ma questi ingredienti servono a dare maggior sofficità e fragranza alla torta.

  • Rosa ha scritto: venerdì 05 agosto 2016

    Ciao posso sostituire il burro con l olio? Se si qualsiasi dose rimane invariata?

  • Susette ha scritto: venerdì 05 agosto 2016

    @Redazione Giallozafferano: Grazie della risposta ! Potrebbero essere stati gli albumi ?

  • Susette ha scritto: venerdì 05 agosto 2016

    Salve, la torta è cresciuta ma non capisco come mai ha fatto verso il centro delle bolle che non sono più andate via...smiley Grazie !

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 05 agosto 2016

    @Susette: Ciao, ci dispiace evidentemente non si sono amalgamate bene all'impasto e sono rimaste su. La prossima volta prova ad accertarti che tutto sia completamente incorporato smiley un saluto!

  • Laura ha scritto: sabato 30 luglio 2016

    Posso conservare in freezer una parte di torta e consumarla più avanti?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 30 luglio 2016

    @Laura: ciao, si puoi congelare la torta una volta raffreddata completamente. 

10 di 702 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy