Tronchetto di Natale (Buche de Noel)

Dolci e Desserts
Tronchetto di Natale (Buche de Noel)
266 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 100 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 10 persone
  • Costo: elevato

Presentazione

Il tronchetto di Natale (Bûche de Noël), è un dolce tipico della tradizione natalizia francese, che riprende nella forma, il ceppo di legno, simbolo Natalizio di numerosi paesi del Nord Europa; il ceppo veniva estratto dalla parte più grossa dell’ albero e conservato nella legnaia in attesa della vigilia di Natale, momento in cui veniva posto nel camino dal capofamiglia con la funzione di riscaldare simbolicamente il bambin Gesù.

Il ceppo doveva ardere fino a Capodanno, per questo motivo generalmente si estraeva da alberi da frutto come la quercia o il castagno, che assicuravano una lenta combustione; l’intera tradizione, affonda le sue origini nell’antica usanza pagana di propiziare, attraverso questo rito, la fertilità di tutti gli alberi fruttiferi: con le ceneri ormai arse del ceppo, durante l’anno si compivano riti propiziatori atti a proteggere il raccolto e la famiglia dalle negatività.

Per la pasta biscotto
Burro 60 g
Farina manitoba 160 gr
Sale 1 pizzico
Uova 8
Vanillina 1 bustina
Zucchero 160 g
Per la crema pasticcera
Latte 500 ml
Uova 6 (solo tuorli)
Zucchero 180 g
Farina 70 g
Vaniglia 1 baccello
Cacao in polvere 50 g
Per la crema ganache
Panna 400 ml
Cioccolato fondente 400 gr
Burro 50 g

Preparazione

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)

Preparate la pasta biscotto seguendo le istruzioni dettagliate qui riportate, ma con le dosi indicate in questa ricetta adatte ad una teglia (o leccarda) di cm 40 x 35.

Preparate la crema pasticcera aggiungendo il cacao amaro setacciato e lasciatela raffreddare.
Farcite il rotolo di pasta biscotto, spalmando la crema su tutta la superficie ma lasciando qualche cm vuoto sui bordi.

Arrotolate con cura il dolce, avvolgetelo con della carta forno e ponetelo almeno un’ora nel frigorifero a raffreddare.

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)

Nel frattempo preparate la crema ganache seguendo le indicazioni dettagliate qui riportate ma con le dosi indicate in questa ricetta.

Quando il rotolo si sarà raffreddato e compattato, togliete la carta forno che lo riveste e adagiatelo sul piatto (o vassoio) da portata; tagliate trasversalmente le due estremità del rotolo, e tenetele da parte: con la crema ganache ricoprite interamente il dolce (tranne la parte sottostante!) e fate aderire alla crema le due estremità precedentemente tagliate, ponendone una sopra il dolce e l’altra a lato, per dargli la caratteristica forma di tronchetto.

Ad aderire al tronchetto devono essere le parti opposte a quelle tagliate in diagonale.

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)

Ricoprite di crema ganache le superfici laterali dei pezzi appena attaccati e lasciate ben visibili le parti tagliate in diagonale a forma di spirali, che rappresentano la sezione del tronco tagliato di un albero.
Ora, con una forchetta, praticate delle righe sulla crema da un’estremità all’altra, per simulare la corteccia del tronco.

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)

Ponete la crema ganache avanzata in una tasca da pasticcere con bocchetta spizzata e formete delle piccole roselline di crema tutte intorno alle quattro sezioni diagonali del dolce (le due estremità del tronchetto e i due pezzi successivamente attaccati).

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)

Consiglio

Guarnite il Tronchetto di Natale con stelle di Natale e agrifoglio, oppure con funghetti di meringa; se siete pratici create voi stessi foglie e fiori di marzapane, e tutto quello che la fantasia vi suggerisce.
Per creare l’effetto neve che vedete nella fotografia, ho usato della farina di cocco disidratato e zucchero al velo.

Altre ricette

I commenti (266)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Cristiano ha scritto: venerdì 29 agosto 2014

    Ciao Sonia, vorrei provare a realizzare questa ricetta. Per la pasta biscotto hai scritto di seguire la ricetta del rotolo alla nutella con le dosi indicate in questa ricetta, tuttavia qui sono indicati 60g di burro, che non sono presenti nella ricetta del rotolo alla nutella, come devo usare il burro? Grazie mille e complimenti!

  • Gabriele ha scritto: domenica 20 luglio 2014

    sonia ciao, come mai nessuna ricetta di rotolo prevede la bagna per la pasta biscuit/pan di spagna? risulta asciutta anche dopo un giorno...c'è qualche motivo tecnico?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 17 luglio 2014

    @Alessandra: Ciao! si va cotto. per la preparazione della pasta biscotto puoi seguire passo per passo la ricetta Rotolo alla nutella

  • Alessandra ha scritto: giovedì 17 luglio 2014

    Ciao sonia siccome è la prima volta che faccio la pasta a biscotto, scusa l'ignoranza ma nn di cuoce nel forno?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 21 gennaio 2014

    @Sofia: Ciao, se preferisci puoi provare nelle stesse dosi della crema.

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 13 gennaio 2014

    @Milla24: Il rischio c'è bagnalo solo superficilamente!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 13 gennaio 2014

    @cianfreska: Ciao, il riferimento alla pasta biscotto come specificato è solo per il procedimento mentre le dosi devono essere rispettate quelle della ricetta del tronchetto.

  • Giorgia ha scritto: martedì 07 gennaio 2014

    Ciao sono giorgia e vorrei sapere che cosa significa il nome

  • Eleonora ha scritto: sabato 04 gennaio 2014

    ciao sonia!!il tronchetto è stato un trionfo buonissimo!! le dosi secondo il mio giudizio non erano eccessive!!grazie

  • vanessa ha scritto: venerdì 03 gennaio 2014

    Ciao,ho provato questa ricetta e il risultato non è stato dei migliori... le dosi per la pasta sono eccessive, troppe uova, il sapore sembrava quello di una frittata! E poi coprire l'impasto appena sfornato lo ha reso molle e umidiccio... Consiglio di usare meno uova e soprattutto di arrotolare la pasta biscotto appena sfornata attorno ad un canovaccio umido, è l'unico modo per evitare che questa si rompa o rinvenga.

10 di 266 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento