Vellutata ai funghi porcini

Primi piatti
Vellutata ai funghi porcini
83 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Zuppe e minestre sono perfette quando fuori comincia a fare freddo e viene voglia di coccolarsi con cibi che scaldino lo stomaco… ma anche il cuore! E cosa c’è di meglio con l’autunno alle porte che deliziarsi assaporando tutta la bontà dei funghi? Oggi portiamo in tavola una ricetta che sprigiona tutto il sapore dei porcini: la vellutata ai funghi porcini! Densa, cremosa, aromatica al punto giusto grazie alla pregiata tipologia di funghi, questa vellutata ai funghi porcini è un primo piatto favoloso che nasce dall’incontro di pochi e semplici ingredienti: funghi, patate e porro. Per rendere la preparazione più interessante abbiamo deciso di aggiungere dei croccanti dadini di pane aromatizzati con origano e un filo di olio… una delicata prelibatezza!

Ingredienti
Funghi porcini 500 g
Porri 80 g
Brodo vegetale 700 g
Patate 300 g
Sale 3 g
Pepe 1 pizzico
Olio extravergine di oliva 60 g
per decorare con i crostini
Pane panini ai cereali 2
Olio extravergine di oliva 10 g
Sale 1 pizzico
Origano 1 pizzico

Preparazione

Vellutata ai funghi porcini

Per preparare la vellutata ai funghi porcini iniziate preparando il brodo vegetale. Nel frattempo dedicatevi alla pulizia dei porcini: aiutandovi con un coltellino, raschiate la terra attaccata al fungo (1). Se la terra è molta potreste passare velocemente i funghi sotto un getto d’acqua fredda (è preferibile evitare questa operazione solitamente per evitare che assorbano acqua) (2). Se invece i funghi hanno poca terra attaccata, eliminatela delicatamente con un pennellino. Poi con un movimento rotatorio molto delicato staccate il gambo dalla cappella del fungo, tagliando entrambi a fettine sottili seguendo il senso della lunghezza (3). Una volta pronti teneteli da parte.

Vellutata ai funghi porcini

Procedete lavando ed asciugando le verdure. Prendete le patate e sbucciatele, poi tagliatele a dadini (4) e tenetele parte. Mondate il porro eliminando il ciuffo e la parte verde (5), quindi ricavatene delle rondelle molto sottili (6).

Vellutata ai funghi porcini

Fate rosolare il porro in una padella dal fondo antiaderente con un filo di olio (7). Quando si sarà appassito, versate le patate (8) e anche i porcini (9). Se preferite potete decidere di tenere alcune fettine da parte per la decorazione finale (se scegliete di farlo, fateli saltare in padella irrorata con un filo di olio scottandoli 1 minuto per lato).

Vellutata ai funghi porcini

Scaldate a fuoco moderato per circa 1 minuto mescolando gli ingredienti per non farli attaccare al fondo (10). Poi regolate di sale (11) e pepe. Infine aggiungete il brodo vegetale (12): lasciate cuocere così gli ingredienti per circa 20 minuti a fuoco moderato.

Vellutata ai funghi porcini

Quando il brodo si sarà assorbito, usando un mixer ad immersione frullate gli ingredienti (13): dovrete ottenere un composto omogeneo (14) che potrete raccogliere in una ciotola, setacciandolo con un colino per renderlo più cremoso (15).

Vellutata ai funghi porcini

La vostra vellutata di porcini sarà pronta, tenetela da parte al caldo (16). Dedicatevi ora al pane: tagliatelo a fettine e poi a cubetti di circa mezzo centimetro (17). Adagiateli in maniera uniforme su una leccarda ricoperta con carta forno ed irrorateli con un filo di olio (18). Poi aggiustate di sale.

Vellutata ai funghi porcini

Insaporite con delle foglioline di origano (19) e per insaporire uniformemente potete sollevate leggermente i lembi della carta forno per mescolare i crostini all’interno (20). Per far diventare croccanti i crostini metteteli a cuocere in forno statico preriscaldato in modalità grill a 240°C per 3 minuti circa. A cottura ultimata estraeteli e aggiungeteli sopra alla vostra vellutata ai funghi porcini impiattata (se preferite anche con delle fettine di porcini fate scaldare in padella). Potete decorare con un filo di olio e poi gustare ancora calda (21)!

Conservazione

La vellutata ai funghi porcini si può conservare in frigorifero, coprendola con pellicola alimentare trasparente, per 2 giorni al massimo.

Potete anche congelarla solamente se avete usato ingredienti freschi e non decongelati.

Consiglio

Provate a sfumare i funghi con del vino bianco per delle note aromatiche più intense! E per donare freschezza al piatto aggiungete del prezzemolo alla vellutata una volta impiattata!

Altre ricette

I commenti (83)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • nuvolafrica ha scritto: lunedì 02 maggio 2016

    Ciao Sonia smiley per questa vellutata posso usare i funghi champignon?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 02 maggio 2016

    @nuvolafrica:Certo!

  • Federica ha scritto: mercoledì 04 novembre 2015

    Due domamde: ho dei funghi misti surgelati, vanno bene lo stesso e nello stesso peso dei freschi? , poi: ho più volte riletto ma non ho visto quando si mette la panna e in che dosi...grazie!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 22 gennaio 2016

    @Federica:Ciao Federica puoi usare i funghi surgelati, la dose è la metà di quella indicata nella scheda della ricetta. Per quanto riguarda la panna, in questa ricetta non è prevista ma se la gradisci puoi aggiungerne 50 ml alla fine della preparazione.

  • Anna Maria ha scritto: mercoledì 07 ottobre 2015

    Ciao Sonia scusami se riscrivo, forse ho sbagliato qualcosa nella mail! Se utilizzo i funghi secchi, per questa vellutata, quanti grammi corrispondono a 500 gr. di quelli freschi???? Bacionissimi Anna Maria

  • Eleonora ha scritto: venerdì 25 settembre 2015

    Va bene se al posto del brodo di verdure utilizzo il brodo di carne?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 25 settembre 2015

    @Eleonora: Ciao, per questa preparazione sarebbe meglio utilizzare il brodo vegetale, più leggero come gusto rispetto a quello di carne.

  • anastasia ha scritto: venerdì 04 settembre 2015

    per panna fresca si intende panna da cucina? grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 04 settembre 2015

    @anastasia: ciao! Per panna fresca si intende la panna che trovi nel banco frigo! 

  • Stefania ha scritto: giovedì 26 marzo 2015

    Veramento gustoso, è piaciuto a tutta la famiglia!! Ho aggiunto qualche crostino di pane!!!!

  • Roger ha scritto: giovedì 26 marzo 2015

    Salve a tutti, grazie per questi suggerimenti, volevo domandare, se io la preparassi stasera poi posso conservarla in frigo per utilizzarla il sabato sera? la volevo accompagnare agli gnocchi alla tirolese...che dite?? grazie mille

  • alessandra ha scritto: giovedì 05 marzo 2015

    Fantasticaaaaaaaaaa....adoro i funghi

  • michele pepigno ha scritto: sabato 31 gennaio 2015

    Ciao, se al posto della panna mettessi della ricotta? Serve per la cremosità no? grazieeeeeeeeeeeeeeee

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 13 maggio 2015

    @michele pepigno: Ciao, puoi sempre provare!

  • Barbara ha scritto: lunedì 17 novembre 2014

    @Sonia-Gz: grazie mille, l'ho fatta con i funghi secchi ed è venuta buonissima smiley

10 di 83 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento