Waffle

Dolci e Desserts
Waffle
301 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Waffle

I waffle o gaufre sono dei dolci a cialda morbidi, cotti tra due piastre roventi. Per poter preparare i waffle occorre munirsi dell'apposita cialdiera che è disponibile in commercio in diverse forme e misure: noi abbiamo usato quella a forma di cuore con il tipico disegno a nido d'ape, da cui deriva il nome gaufre (dal francese antico "nido d'ape").
I waffle vantano origini antichissime, infatti  i waffle venivano preparati già nell'antica Grecia in piastre di ghisa per poi diffondersi nel Medioevo, soprattutto nella zona del Belgio, dove sono ancora oggi un dolce tipico.
I waffle sono ottimi mangiati caldi accompagnati da frutta fresca, sciroppo d'acero, cioccolata, panna o gelato.

Per 4 waffle da 18 cm di diametro
Farina 140 g
Zucchero 110 g
Sale 1 grande pizzico
Uova 3 medie
Zucchero a velo q.b.
Burro 110 gr più 20 gr per spennellare
Vaniglia i semi di una bacca

Preparazione

Waffle

Separate i tuoli dagli albumi e in una capiente terrina sbattete i tuorli con metà dello zucchero (1) finché non saranno amalgamati insieme (2). Unite ai tuorli il burro fuso, stando attenti a lasciarlo raffreddare prima di versarlo nel composto (3).

Waffle

Montate a neve gli albumi con l'altra metà dello zucchero e incorporateli al composto di tuorli, zucchero e burro. Eseguite questa operazione con una spatola mescolando con un deciso ma delicato movimento dal basso verso l'alto in modo da non smontare gli albumi (4). Aggiungete al composto anche la farina setacciata, il sale e i semi della bacca di vaniglia, poco per volta (5), sempre eseguendo lo stesso movimento con la spatola di gomma, fino ad ottenere un composto omogeneo (6).

Waffle

A questo punto prendete la macchina per waffle, accendetela e lasciatela riscaldare impostando la temperatura su un livello alto, quando  la piastra è calda spennellate le piastre con del burro fuso (7). Quando le piastre saranno arrivate alla temperatura desiderata, versate un mestolo abbondante di composto per volta al centro della piastra (la piastra utilizzata da noi ha un diametro di 18/20 cm di diametro) (8)  quando chiuderete la piastra il composto si espanderà per tutta la dimensione della piastra. Una volta chiusa la cialdiera lasciate cuocere per circa cinque minuti (9) fino a quando il waffle risulti ben dorato (10).

Waffle

Estraete il waffle dalla piastra, posizionatelo su un tagliere ed eliminate gli eventuali bordi in eccesso. Tagliate anche le porzioni seguendo le forme della vostra cialda (11). Spolverate i waffle con poco zucchero a velo (12) e serviteli caldi accompagnandoli come preferite.

Consiglio

In commercio esistono tantissimi modelli di macchine per waffle, leggete attentamente le istruzioni della vostra cialdiera per una cottura ottimale.

Curiosità

La popolarità dei waffle nel centro Europa deriva da un'usanza diffusa durante il Medioevo, quando le piazze delle città erano piene degli ostiari che cuocevano sulle braci, tra due piastre di ghisa dal lungo manico, le ostie da vendere ai fedeli che si recavano in chiesa. Venne presto l'idea di creare un dolce usando queste piastre, che furono modificate con uno stampo a nido d'ape (Gaufre) per distinguerle dalle ostie consacrate.

Altre ricette

I commenti (301)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Daniela ha scritto: martedì 23 agosto 2016

    É possibile conservare il composto per realizzare i waffles in un secondo momento? Se si, per quanti giorni? Grazie! smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 24 agosto 2016

    @Daniela: Ciao Daniela, l'ideale sarebbe preparare il composto appena prima di cuocere gli waffle, in modo che gli albumi non si smontino. Se però vuoi portarti un po' avanti ti consigliamo di preparare in anticipo l'impasto senza albumi, conservandolo in frigorifero in un contenitore ben chiuso, e poi aggiungere gli albumi montati a neve un attimo prima di cuocere i tuoi waffle. Trattandosi di preparazioni con uova crude, ti consigliamo comunque di non conservare l'impasto per oltre 12 ore. Un saluto! smiley

  • SIMONETTA ha scritto: domenica 19 giugno 2016

    Il waffle mi è venuto buonissimo , ma una cosa: per la mia piastra 4/5 minuti è troppo infatti la prima volta mi si è bruciato , ma con circa 3 minuti va benissimo. Comunque veramente buona la ricetta ed è venuto un vero capolavoro .

  • Francesca ha scritto: mercoledì 11 maggio 2016

    Ciao ma indicativamente quanto devono cuocere ?la mia piastra è da 700watt? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 12 maggio 2016

    @Francescasmileyevono cuocere per circa 5 minuti o fino a quando non saranno dorati smiley

  • Gaia ha scritto: sabato 23 aprile 2016

    Ciao ..li ho appena fatti ma dato che non ho la siastra apposta le ho fatte con un pentolino sul gas e vengono comunque buonissimeeee????????

  • elena ha scritto: lunedì 18 aprile 2016

    molto buoni!! soprattutto se gustati con un pò di nutella/marmellata! ve la consiglio! quando i miei ospiti li hanno gustati, mi hanno chiesto la ricetta!!

  • Federica ha scritto: lunedì 04 aprile 2016

    Per caso qualcuno ha usato questa ricetta per farle con la piastra di ferro sul gas

  • Lilly ha scritto: mercoledì 23 marzo 2016

    Ricetta perfetta, il risultato è sempre garantito l'ho fatta numerose volte ed è sempre un successo, posso suggerire di aggiungere la buccia grattugiata di un limone bio, oltre alla vaniglia: sono molto profumati ed eliminano il sapore a volte troppo intenso di uovo. Grazie giallozafferano sempre fonte di ispirazione!

  • sere ha scritto: giovedì 17 marzo 2016

    Fatti più volte e sempre ottimi! la mia domanda però è : secondo voi congelare l'impasto è possibile?

  • Pietro ha scritto: domenica 13 marzo 2016

    Quali tipi di spezie (oltre alla vaniglia) posso aggiungere all'impasto per rendere il waffle buono come quelli venduti in commercio?

  • Tiziana ha scritto: giovedì 10 marzo 2016

    È possibile utilizzare l'olio al posto del burro? Se si in che quantita'? La stessa del burro o inferiore? E che tipo di olio e' consigliabile? Grazie , anche per le vostre gustose ricette... Tiziana

10 di 301 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy