Speciale Zucchine

Zucchine in agrodolce

Antipasti
Zucchine in agrodolce
69 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di riposo di una settimana

Presentazione

Volete fare un regalino homemade a parenti o amici? Potreste stupirli con una conserva di zucchine in agrodolce, magari in un vasetto rifinito con un nastrino colorato e un’etichetta scritta a mano! Saranno certamente gradite queste zucchine in agrodolce, come contorno fresco ma da servire anche come sfizioso antipasto. Aceto di vino, olio di oliva e zucchero costituiscono la base della marinatura, da impiegare anche per conservare altri ortaggi come i peperoni. Questa versione con le zucchine è esaltata dalle bacche di ginepro e dalle foglie di alloro.
Basterà scottare le zucchine e riporle nella marinatura perché mantengano tutta la loro freschezza e croccantezza!

Ingredienti
Zucchine 1 kg
Aceto di vino bianco 200 ml
Olio di oliva extravergine 150 ml
Zucchero semolato 150 g
Basilico fresco 1 foglia
Ginepro bacche 5
Alloro fresco 3 foglie
Pepe bacche 5

Preparazione

Zucchine in agrodolce

Per preparare le zucchine in agrodolce, iniziate a  sterilizzare i vasetti in cui le metterete.
Lavate con cura vasetti e relativi coperchi (1), dopodiché foderate una pentola larga dai bordi alti con un canovaccio pulito e sistemate i vasetti all’interno della pentola con l’apertura rivolta verso l’alto. Passate poi attorno ai vasetti uno o più strofinacci perché questi non si rompano urtandosi fra loro durante la bollitura.
Riempite la pentola di acqua fino a ricoprire i vasetti e portate ad ebollizione, poi abbassate il fuoco e lasciate i vasetti nella pentola ancora 30 minuti. Dieci minuti prima di scolare i vasetti, immergete anche i coperchi da sterilizzare (2). Passato il tempo necessario, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
Quando l'acqua sarà a temperatura ambiente, tirate fuori i vasetti dalla pentola e fateli scolare per bene, capovolti, su un panno da cucina (3). In alternativa, potete asciugarli mettendoli nel forno acceso al minimo

Zucchine in agrodolce

Conclusa questa importante operazione, lavate, asciugate accuratamente le zucchine e rimuovetene le estremità (4). Poi, con l’aiuto di una mandolina o di un pelapatate, tagliatele in fettine sottili per il lungo (5), quindi scottatele su entrambi i lati per pochi secondi su una griglia calda girandole con una pinza da cucina (6).

Zucchine in agrodolce

Ponete di volta in volta le zucchine grigliate a raffreddare completamente in una pirofila (7) e nel frattempo preparate la marinatura.
In un pentolino antiaderente mettete aceto (8) e olio di oliva (9), quindi accendete a fuoco lento.

Zucchine in agrodolce

Aggiungete anche le bacche di ginepro, i grani di pepe, le foglie di alloro (10) e infine lo zucchero (11): fare cuocere e mescolate con un cucchiaio di legno fino al raggiungimento del bollore (12), quindi spegnete subito il fuoco e lasciate raffreddare il composto.

Zucchine in agrodolce

Potete scegliere un vasetto con tappo a cerniera, oppure a "twist-off": riempite uno di questi con le zucchine fredde grigliate, pressandole bene all’interno con l'aiuto di una forchetta o della la pinza da cucina (13), quindi aggiungete la foglia di basilico (14). Dopo che la marinatura si è freddata, aggiungetela poco alla volta fino a ricoprire completamente le zucchine (15) ma fermandovi a 2 cm dal bordo.

Zucchine in agrodolce

Posizionate l’apposita griglietta per comprimere le verdure nel vasetto (16), quindi avvitate il tappo "twist off" per la chiusura (17). Questo presenta un rigonfiamento al centro, che dovete premere per garantire una chiusura ermetica: dovete sentire un inconfondibile “click-clack”. Se dopo aver lasciato il vasetto capovolto riprovate a premere il tappo senza sentire alcun suono allora la chiusura sottovuoto è andata a buon fine, , altrimenti sarà necessario riporre il vasetto chiuso in acqua bollente e riprovare.
Le vostre zucchine in agrodolce sono pronte (18). Gustatele dopo averle lasciate in un luogo buio, fresco e asciutto per una settimana.

Conservazione

Se avete sterilizzato e chiuso ermeticamente i vasetti, le zucchine si conservano per 2 mesi. Dopo l’apertura conservare in frigorifero per 2-3 giorni al massimo

 

Il consiglio di Sonia

Dopo il riposo di una settimana, al buio e all’asciutto, potete servire le zucchine ben sgocciolate con una spolverata di menta fresca tritata o scorza di limone grattugiata.

Altre ricette

I commenti (69)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Ombretta ha scritto: venerdì 31 luglio 2015

    aiuto Sonia...ho seguito tutte le istruzioni ed ho aggiunto per sicurezza la sterilizzazione in acqua bollente per 30 min....ma una volta tolti i vasetti li ho trovati pieni di bollicine d'aria....ce ne sono davvero tante....prima di sterilizzarli non avevano....che faccio ora??????

  • giusi ha scritto: venerdì 26 giugno 2015

    una volta riempiti i vasetti non vanno sterilizzati nuovamente giusto?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 27 luglio 2015

    @giusi: Ciao, in questo caso avendo cotto le verdure e avendole messe sott'olio non si rende necessaria la doppia bollitura!

  • antonella ha scritto: giovedì 25 giugno 2015

    scusa sonia ma non c'è una ricetta senza lo zucchero?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 25 giugno 2015

    @antonella: Ciao Antonella, cercavi le zucchine sott'olio? Ti consiglio la ricetta di una nostra blogger smiley un saluto!

  • Paola ha scritto: lunedì 22 giugno 2015

    Ciao Sonia! Grazie per la ricetta...le ho fatte e sono venute buonissime! Forse un po troppo dolci, magari la prossima volta metterò meno zucchero. Volevo chiederti se con la stessa ricetta è possibile fare la cipolla di tropea o mi potresti tu consigliarmi una buona ricetta! Grazie mille

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 23 giugno 2015

    @Paola: Ciao Paola! Puoi prendere ispirazione dalla ricetta di uno dei nostri blog: cipolle di Tropea in agrodolce.

  • sara. ha scritto: martedì 12 maggio 2015

    scusate l'anno scorso si scrive senza l'h ma il mio telefono a volte scrive da solo!!

  • iael ha scritto: martedì 05 maggio 2015

    @Sonia-Gz: ok. Però ormai le ho messe sottovuoto.... Dci che devo rifare la marinatura da capo e sostituirla con la esistente?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 06 maggio 2015

    @iael: Ciao! Temo che ormai tu debba consumare queste così. La prossima volta magari provare diversamente smiley

  • iael ha scritto: lunedì 04 maggio 2015

    Ciao Sonia, ho seguito la tua ricetta alla lettera, ma le Zucchine sono venute assai dolci..... Come posso rimediare? Ciao e grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 05 maggio 2015

    @iael: Ciao! Potresti ridurre leggermente la quantità di zucchero utilizzata smiley

  • Gabriella ha scritto: venerdì 24 ottobre 2014

    Ciao Sonia volevo farti i complimenti, sei bravissima, volevo chiedere se le zucchine devono essere salate subito dopo averle tagliate. Grazie a presto

  • iris ha scritto: sabato 16 agosto 2014

    Ciao Sonia. Ho messo a macerare le zucchine, ho usato le mie trombette dell'orto. Vorrei sapere se la menta o il basilico lo posso mettere nei barattoli insieme alle zucchine e all'olio. io uso olio extravergine, va bene? O devo mettere x forza quello di oliva. Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 24 ottobre 2014

    @iris:puoi aggiungere le erbe aromatiche nel barattolo e usare l'olio extravergine di oliva se desideri un sapore più intenso.

  • carmela ha scritto: martedì 29 luglio 2014

    volevo sapere bene il procedimento per il sottovuoto

10 di 69 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento