Zuppa di cipolle gratinata

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Cottura:
    30 min
  • Preparazione:
    30 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Zuppa alla Pavese

Zuppa di cipolle gratinata

La zuppa di cipolle è un piatto tradizionale di molti paesi, poiché è un piatto povero, fatto con delle semplici cipolle, economiche e reperibili tutto l’anno nel proprio orto.

La zuppa più rinomata però, è senz’altro quella francese, la parigina “Soupe à l'oignon”, che si è trasformata in un piatto raffinato preparato nei migliori ristoranti francesi.

L’antica tradizione voleva che si andasse a mangiare la zuppa di cipolle nei bistrot vicini alle Halles (i mercati generali), all’alba dopo una notte di baldoria, e ancora oggi, alcuni di questi locali, aperti tutta la notte, servono questa gustosissima zuppa.

Per la zuppa
Cipolle dorate 500 g
Zucchero 1 cucchiaino
Burro 50 g
Olio 4 cucchiai
Pepe nero q.b.
Brodo di manzo 1 litro circa
Farina 20 gr
Sale q.b.
Per la gratinatura
Pane baguette 12 fette
Groviera (o Emmenthal) grattugiato 100 gr

Preparazione

Zuppa di cipolle gratinata
Mondate le cipolle e tagliatele ad anelli sottilissimi (1). Ponetele poi in un tegame con 50 g di burro e 3-4 cucchiai d’olio (2-3).

Zuppa di cipolle gratinata
Lasciate cuocere a fuoco basso per 10 minuti, poi aggiungete un cucchiaino di zucchero e procedete con la cottura a fuoco moderato finchè le cipolle sudino senza prendere colore (4); fate molta attenzione a non farle scurire in nessun punto. Quando cominceranno a divenire leggermente bionde, spolveratele con la farina, che farete cadere da un setaccio (colino), quindi  mescolate con cura per qualche minuto (5). A questo punto aggiungete il brodo (6) (oppure, per rendere la zuppa più ricca potete sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco o un bicchierino di brandy) che, secondo gli antichi testi francesi, dovrebbe essere preparato con la coda di bue; lasciate sobbollire per almeno 30 minuti a fuoco moderato, aggiungendo del brodo quando serve.

Zuppa di cipolle gratinata
Quando la zuppa sarà cotta, aggiustate di sale e pepe (7) e versate il tutto in quattro contenitori da forno (8); affettate il pane (se proprio volete essere fedeli alla ricetta procuratevi una baguette) e abbrustolitelo (9).

Zuppa di cipolle gratinata
Adagiate le fette di pane sulla superficie della zuppa (10) e ricoprite con abbondante groviera o emmenthal grattugiati  (o formaggi similari) (11). Ponete quindi i 4 contenitori nel forno preriscaldato a 250°C (o nella salamandra) per il tempo necessario affinché si formi una crosticina dorata sulla superficie della zuppa (pochi minuti).
Servite la zuppa di cipolle gratinata caldissima. 

Conservazione

Consigliamo di mangiare la zuppa di cipolle appena fatta, ma se lo desiderate potete conservarla in frigorifero per un giorno al massimo, chiusa con un contenitore ermetico.

Curiosità

Pare che la zuppa di cipolle fosse una antica ricetta toscana del ‘500, che si mangiava accompagnata da fette di pane toscano abbrustolito. Come per tante altre ricette, si dice che fu Caterina de' Medici a portare questa prelibatezza in Francia (quando andò in sposa nel 1533 a Enrico II d'Orléans re di Francia), dove venne trasformata nella tanto rinomata "soupe à l'oignon".

 

I consigli di Sonia

Se volete rendere la zuppa più vellutata, quando sarà cotta versatene metà in un mixer e frullatela fino a ridurla in una crema che metterete nelle terrine prime delle restanti cipolle stufate. Poi procedete come da ricetta. Se, infine, volete arricchirne il sapore, prima di aggiungere il brodo sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco o un bicchiere di brandy.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 150 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


150
Lois ha scritto: Mercoledì 09 Luglio 2014  |  Rispondi »
Buona! E' piaciuta anche a me che non amo particolarmente le cipolle
149
Silvia ha scritto: Martedì 03 Giugno 2014  |  Rispondi »
Deliziosa, ce ne siamo innamorati!! Consiglio l'aggiunta di latte in cottura, metà brodo e metà latte!!
148
Veronica ha scritto: Venerdì 30 Maggio 2014  |  Rispondi »
La sto preparando x cena. Mangiata tre giorni fa a Parigi x curare il raffreddore... E' una ricetta facile che non andrebbe a mio avviso modificata troppo. Non userei le cipolle di Tropea. Scusate se vi contraddico. La ricetta fa parte della tradizione. Va bene qualche modifica ma le ricette semplici lasciamole cosi'....
147
GiorgiA ha scritto: Lunedì 26 Maggio 2014  |  Rispondi »
Ma la ricetta si può fare sostituendo le cipolle normali a quelle di Tropea e il brodo di manzo con quello di verdure??
146
Vera ha scritto: Venerdì 16 Maggio 2014  |  Rispondi »
Mmmmhhhhhh la sto cuocendo ora... Ho allungato i tempi di cottura con il brodo ... Assaggio le cipolle si sfaldano....ci leccheremo i baffi
145
Sonia-Gz ha scritto: Giovedì 24 Aprile 2014  |  Rispondi »
@lora: la gratinatura in forno crea la crosticina croccante in superficie tipica di questa zuppa, però puoi anche ometterla se preferisci!smiley
144
lora ha scritto: Giovedì 24 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ciao volevo chiederti se devo x forza gratinarla al forno ..grazie
143
vera ha scritto: Sabato 12 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ottima! Finalmente un piatto dove regna la cipolla! Ho usato il brodo vegetale e non avendo trovato il gruyere ho usato la fontina.... Una delizia! È piaciuta anche a chi non ama particolarmente la cipolla!
142
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 25 Marzo 2014  |  Rispondi »
@elena: sì puoi scegliere al qualità che preferisci.
141
elena ha scritto: Martedì 25 Marzo 2014  |  Rispondi »
posso farla con le cipolle lunghe fresche?
10 di 150 commenti visualizzati

Lascia un Commento