Zuppa di fave piselli e carciofi

Zuppa di fave piselli e carciofi
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    20 min
  • Preparazione:
    30 min
  • Dosi per:
    4 persone

Zuppa alla Pavese

Zuppa di fave piselli e carciofi

La zuppa di fave, piselli e carciofi, è una pietanza antica, diffusa un po’ in tutte le campagne d’Italia, ma la ricetta che vi proponiamo è un piatto tipico del Lazio, che veniva preparato in tarda primavera, quando tutte le verdure impiegate erano fresche e disponibili.

Per arricchire la zuppa di fave, piselli e carciofi, veniva rotto nel piatto su dei crostoni di pane un uovo, che si rapprendeva una volta ricoperto dalle verdure bollenti e dava maggior robustezza e consistenza alla preparazione.

 

Ingredienti per la zuppa
Piselli freschi sgranati 250 gr
Carciofi 4
Cipolle cipollotti freschi 4
Aglio 2 spicchi
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Uova 4
Olio extravergine di oliva 4 cucchiai
Pane casereccio (tipo pugliese) 4 fette
Scarola (indivia) 1 bel cespo
Fave fresche e sgranate 200 gr
Limoni il succo di 1
Brodo vegetale 1,5 lt

Preparazione

Zuppa di fave piselli e carciofi
Per preparare la zuppa di fave, piselli e carciofi iniziate con la pulizia dei carciofi (clicca qui per vedere come fare) utilizzate solo i cuori, più teneri e immergeteli in acqua acidulata (1). Scottate le fave nel brodo bollente, scolatele con una schiumarola (2) e privatele della membrana esterna (3); scottate poi nello stesso brodo e allo stesso modo anche i piselli e poi sgocciolateli (evitate questa operazione se utilizzate piselli surgelati) .

Zuppa di fave piselli e carciofi
Mondate e tritate i cipollotti, poi soffriggeteli con l’olio, e uno spicchio di aglio schiacciato (4), ed unitevi la scarola, precedentemente mondata e tagliata a pezzetti (5), ed i carciofi. Fate rosolare per 5 minuti e poi unitevi anche le fave e i piselli (6),
Zuppa di fave piselli e carciofi
dopodiché coprite le verdure con il brodo (7), salate, pepate e fate cuocere per circa 10 minuti in pentola a pressione (8), oppure 15/20 minuti se utilizzate una pentola normale (aggiungendo del brodo se occorre).
Nel frattempo tostate le 4 fette di pane, strofinatele con lo spicchio di aglio rimasto, e poi formate dei crostini tagliandole a triangolini.
Disponete i crostini dividendoli, in quattro piatti fondi, cospargeteli con del pepe macinato e irrorateli con dell’olio e in ogni piatto, sui crostini, adagiate un uovo crudo sgusciato, facendo attenzione a non rompere il tuorlo (9).
Versate in ogni piatto la zuppa di fave, piselli e carciofi bollente cosparsa di prezzemolo tritato e servite immediatamente.

 

I materiali utilizzati in questa ricetta sono stati gentilmente forniti da Lagostina

Consiglio

Per preparare la zuppa di fave, piselli e carciofi, potete acquistare le verdure in questione anche surgelate (sarà più difficile per le fave) . In questo caso non ci sarà bisogno di farle scottare nel brodo bollente, e la preparazione risulterà molto più veloce e pratica.
Attenzione! Le verdure durante la cottura non dovranno perdere la loro fragranza.
Una variante a questa preparazione consiste nello sbattere le uova con del formaggio grattugiato e versarle nella zuppa bollente attendendo che si rapprendano senza però mescolare; vanno poi servite con una spolverata di pepe nero macinato.

Curiosita'

Le fave, erano in antichità il cibo di rito per il giorno dei Defunti.
Esse venivano impiegate nelle antiche celebrazioni mortuarie romane, ed anche gli antichi greci, prima dei romani, ne fecero uso per questa ricorrenza.
Ma perché proprio le fave? Sembra che fossero le prescelte per il colore del loro fiore, che è bianco, ma maculato di nero, (ed il nero, che è il simbolo del mistero, è molto raro tra i vegetali), e pare che le macchie siano disposte a forma della “tau” greca, la prima lettera della parola “tànatos”, cioè morte.

 

Consigli per gli acquisti

Zuppa di fave piselli e carciofiCon le macchine Kenwood il profumo del pane fresco si riappropria delle nostre case per ridonare alla quotidianità il buon sapore del pane. La macchina è automatica: prima prepara l’impasto e poi lo cuoce. A voi non resta che armarvi dei pochi ingredienti essenziali, aggiungere quelli che il gusto e la fantasia vi suggeriscono e…preparatevi a sfornare gioia pura!

Prodotto scelto per te da ePRICE. Vedi dettagli
.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 17 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


17
Valeria ha scritto: Venerdì 18 Aprile 2014  |  Rispondi »
PrepArata ieri sera! Squisita...
16
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 10 Dicembre 2013  |  Rispondi »
@giovanna: Ciao, puoi omettere l'uovo se preferisci!
15
giovanna ha scritto: Mercoledì 20 Novembre 2013  |  Rispondi »
Ciao apposto dell'uovo che posso mettere? o senza lo posso fare?.... avevo pensato che direttamente senza pane e chi lo desidera lo bagna dopo, va bene lo stesso? grazie
14
claudio ha scritto: Mercoledì 24 Aprile 2013  |  Rispondi »
La ricetta era ottima!!!! Grazie mille per il gustosissimo aiuto
13
virginia ha scritto: Lunedì 15 Aprile 2013  |  Rispondi »
l'ho preparata stasera,con tutti gli ingredienti freschi,unica variazione, porro al posto dei cipollotti e niente aglio,squisita !!!!!!!
12
emanuele69 ha scritto: Sabato 05 Gennaio 2013  |  Rispondi »
Squisita!!!
11
Sonia-Gz ha scritto: Lunedì 19 Novembre 2012  |  Rispondi »
@raffaella: sì puoi utilizzare anche le fave secche, basterà tenerle in ammollo almeno per una notte!
10
raffaella ha scritto: Domenica 18 Novembre 2012  |  Rispondi »
ciao sonia! non vedo l'ora di provare questa ricetta: è possibile utilizzare in luogo delle fave fresche quelle secche, previo ammollo come da indicazioni sul prodotto? mille grazie!
9
Sonia-Gz ha scritto: Lunedì 01 Ottobre 2012  |  Rispondi »
@Roberta: se vuoi, puoi sostituirla!
8
Roberta ha scritto: Domenica 30 Settembre 2012  |  Rispondi »
Se metto il pan di zucchero o la lattuga al posto della scarola? Grazie
10 di 17 commenti visualizzati

Lascia un Commento