PRESENTAZIONE

Dopo i muffin, i donuts e i pancakes è in arrivo dagli Stati Uniti un altro tormentone che è destinato a spopolare fra i gastronauti di tutto il mondo e non solo: l’acai bowl! Questa volta si tratta però di una colazione tutta al naturale che ha come ingrediente principale le bacche di acai: un superfood, un frutto che cresce in Amazzonia particolarmente ricco di nutrienti come fibre, vitamine, acidi grassi insaturi e antiossidanti.. e naturalmente povero di zuccheri. L’acai bowl consiste fondamentalmente in una ricca macedonia con aggiunta di cereali e frutta secca, il tutto servito con un composto a base di purea o polvere di acai, solitamente mescolato con frutta frullata per una versione vegana oppure con yogurt, come vi proponiamo nella nostra variante. Il risultato è una preparazione a metà fra lo smoothie e il gelato, grazie alla consistenza e al sapore delizioso dell’acai che ricorda il cioccolato fondente e il mirtillo. Dopo aver gustato questa colazione naturale ed energetica potrete affrontare la giornata con un appagante senso di sazietà, ma senza sentirvi appesantiti! Dal Nord al Sud America fino ad arrivare alle spiagge dell’Australia, l’acai bowl è già diventato un must per gli sportivi e gli amanti dell’alimentazione sana e genuina… scommettiamo che anche in Italia non potremo più a farne a meno?

Leggi anche: Gelato al latte di cocco senza gelatiera

INGREDIENTI
670
CALORIE PER PORZIONE
Acai in polvere 5 g
Yogurt greco 250 g
Latte di cocco 30 g
Miele 15 g
Cocco fresco 35 g
Banane baby 1
Corn flakes 30 g
Preparazione

Come preparare l'Acai bowl

Per preparare l’acai bowl, per prima cosa versate lo yogurt greco in una ciotola insieme al latte di cocco 1, poi aggiungete la polvere di acai 2 e mescolate bene fino ad ottenere un colore uniforme 3.

Dolcificate il composto di yogurt con il miele 4 e mescolate ancora 5, poi trasferitelo in una ciotola da portata. La consistenza finale deve essere cremosa e omogenea, abbastanza densa da non colare dal cucchiaio, ma non troppo compatta 6: se il composto dovesse risultare troppo denso o troppo liquido potete aggiungere più o meno latte di cocco per raggiungere la consistenza ottimale.

Ora tagliate il cocco fresco a lamelle 7, poi sbucciate la banana 8 e tagliatela a rondelle di circa mezzo cm di spessore 9.

Distribuite i cornflakes sopra lo yogurt 10 e infine decorate con le rondelle di banana 11 e le fettine di cocco: la vostra acai bowl è pronta per essere gustata 12!

Conservazione

Consigliamo di consumare l’acai bowl appena pronta. Se necessario, si può conservare in frigorifero, in un contenitore ermetico, per 2 giorni al massimo.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Quella che abbiamo proposto in questa ricetta è solo una delle innumerevoli varianti dell’acai bowl che si possono trovare in giro: al posto del latte di cocco, potete usare il latte di soia o di mandorla per allungare il composto di yogurt e acai, dopodiché potete guarnire la ciotola con frutta a piacere (rigorosamente di stagione), muesli, frutta secca, semi di zucca, bacche di goji o addirittura verdura come carote o spinaci… insomma, tutto ciò che pensate possa darvi una marcia in più per iniziare la giornata!

Potete realizzare la purea di base di questa bowl di frutta anche con altri tipi di frutta disidratata, al posto dell'acai.

Curiosità

L’acai è un frutto originario dell’Amazzonia e ha costituito per anni la componente principale della dieta delle popolazioni native del Brasile, grazie al suo notevole apporto di nutrienti: le bacche sono simili a dei mirtilli di grosse dimensioni con un grande nocciolo al loro interno. A causa della deperibilità delle bacche fresche, in Italia questo frutto è disponibile solo in polvere o sotto forma di purea congelata, succo, confettura o infusi e si può acquistare in farmacia, erboristeria, nei negozi specializzati in prodotti biologici oppure online.

31 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • sferriparsi
    martedì 01 ottobre 2019
    Salve! L'acai non ha niente a che vedere con gli Stati Uniti! E' una bacca di una palma Brasiliana, estremamente utilizzata da anni in Brasile per fare una specie di gelato/sorebetto. Gli Stati Uniti....beh nn c'entra niente!
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 02 ottobre 2019
    @sferriparsi: Ciao, nel paragrafo "Curiosità" in fondo alla ricetta abbiamo specificato la provenienza di questo frutto. Il riferimento agli Stati Uniti riguarda la ricetta in sé che infatti viene realizzata prevalentemente con i frutti congelati o in polvere invece che con le bacche fresche smiley
  • AlessandroFirenze11
    domenica 07 luglio 2019
    Un doveroso ringraziamento alla redazione di GZ che ogni giorno ci propone nuove e interessanti ricette. qualsiasi sia la provenienza..... Alessandro
2 FATTE DA VOI
Arianna0407
yogurt magro bianco con prugne secche, cerali con frutti rossi disidratati e semi
olly2786
Acai bowl con frutti di bosco e granella di nocciole
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo