Agnello in umido

/5

PRESENTAZIONE

Carni tenere e dal sapore spiccato avvolte da un delizioso intingolo aromatico: è così che si presenta il nostro agnello in umido, un secondo piatto di carne senza tempo che porta in tavola sapori antichi e rustici. Protagonista dei menu pasquali, l'agnello è  molto apprezzato in ricette della tradizione, in Abruzzo ad esempio è una preparazione tipica che ha ispirato piatti come gli sfiziosi arrosticini e il ricco e cremoso agnello cacio e ova. Lasciati stuzzicare da questo appetitoso agnello in umido e non dimenticarti di accompagnarlo con fette di pane casareccio per gustarlo a pieno!

Scopri altre appetitose idee per portare in tavola l'agnello:

Preparazione

Come preparare l'Agnello in umido

Per realizzare l'agnello in umido per prima cosa pulite e tagliate a cubetti di circa 1 cm il sedano, la carota e la cipolla  1. Tritate al coltello le spezie 2 e legate le erbe aromatiche (salvia, timo, alloro e rosmarino) con uno spago 3

In un tegame capiente dai bordi alti fate scaldare un filo d’olio e  rosolate le verdure 4 aggiungendo uno spicchio d’aglio schiacciato in camicia 5. Aggiungete le spezie tritate al soffritto 6

Dopo qualche minuto aggiungete i capperi dissalati 7 e continuate a fuoco dolce per qualche minuto. Unite anche il mazzetto aromatico 8. Versate infine il concentrato di pomodoro 9, rimestate qualche minuto e tenetelo da parte, questa sarà la base della cottura in umido. 

Salate l’agnello 10, versate un filo d'olio in una padella 11, adagiate l'agnello e fatelo rosolare bene su tutti i lati a fiamma viva 12

Quando avrà un bel colore tostato trasferite i pezzi di agnello nel tegame con le verdure 13. Togliete il grasso dalla padella in cui avete rosolato la carne 14 e versate nella stessa padella il vino rosso 15 avendo cura di staccare bene il fondo di cottura dalla padella. 

Quando sarà ben evaporato l’alcol e si sarà ridotto di 1/3 16 versate nel tegame con la carne 17. Riportate sul fuoco e aggiungete il brodo di carne 18

Continuate la cottura a fuoco molto dolce, con coperchio 19 per un'ora e successivamente un'altra mezz’ora abbondante senza coperchio, in modo che il liquido evapori e prenda consistenza la salsa 20.A questo punto l'agnello in umido è pronto, servitelo caldo 21.

Conservazione

La cottura in umido si presta bene alla conservazione. Si può preparare fino a due giorni prima conservandolo in frigorifero e rigenerandolo in pentola. Si sconsiglia la surgelazione.

Consiglio

Si consiglia di scegliere le parti dell’agnello che meglio tengano la cottura, pezzi con osso, cosce, spalle… Se si vuole un gusto ancora più dolce al posto del vino rosso che accentua l’acidità, si può usare del brandy o del marsala.