Arancini di riso al forno

/5

PRESENTAZIONE

Ce l’avete chiesto in tantissimi e finalmente vi abbiamo accontentato con un’irresistibile variante dei classici arancini siciliani, più leggera ma altrettanto gustosa: arancini di riso al forno! Perfetti per chi non ama friggere, gli arancini di riso al forno sono farciti come da tradizione, ovvero con ragù ai piselli e caciocavallo, ma volendo potete sperimentare con diversi ripieni, per esempio spinaci o pistacchio. Anche la preparazione del riso non differisce dalla ricetta originale, quello che cambia invece è la panatura che vi permetterà di ottenere un ottimo risultato anche con la cottura al forno. Provate anche voi gli arancini di riso al forno e fateci sapere se le vostre aspettative sono state esaudite!

INGREDIENTI

Per il riso (per circa 10 arancini)
Riso vialone nano 500 g
Zafferano in pistilli q.b.
Acqua 1,2 l
Caciocavallo stagionato (da grattugiare) 100 g
Burro 30 g
Sale fino 1 pizzico
Per il ripieno
Maiale macinato 100 g
Passata di pomodoro 200 g
Pisellini 80 g
Caciocavallo 50 g
Cipolle dorate ½
Vino rosso 50 g
Burro 25 g
Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Per la panatura
Uova 6
Pangrattato q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Preparazione

Come preparare gli Arancini di riso al forno

Per realizzare gli arancini di riso al forno, per prima cosa preparate il riso: portate l’acqua a bollore e salate, poi versate il riso 1 e lessatelo per circa 15 minuti (in questo modo l’acqua verrà assorbita completamente dal riso e l’amido rimasto nella pentola lo renderà asciutto e compatto). Nel frattempo sciogliete lo zafferano in un mestolo di acqua calda 2. Quando il riso sarà cotto, versate il liquido con lo zafferano 3 e mescolate bene.

Aggiungete anche il burro 4 e il caciocavallo stagionato grattugiato 5 e mescolate ancora per amalgamare bene. Trasferite il riso su un vassoio largo e basso e stendetelo uniformemente con il dorso di un cucchiaio 6.

Ricoprite il riso con carta forno e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente per almeno 2 ore 7. Intanto potete dedicarvi al ragù: sbucciate e affettate sottilmente la cipolla 8, poi fate sciogliere il burro in una padella insieme a 2 cucchiai di olio, aggiungete la cipolla 9 e lasciatela stufare a fuoco dolce.

A questo punto unite la carne macinata 10, alzate la fiamma e fatela rosolare brevemente, poi sfumate con il vino rosso 11. Versate la passata di pomodoro 12, aggiustate di sale e pepe, coprite con un coperchio e cuocete a fuoco lento per almeno 20 minuti.

Verso metà cottura unite i piselli 13. Se necessario potete aggiungere pochissima acqua durante la cottura, tenendo conto che il ragù alla fine non dovrà risultare liquido ma piuttosto denso 14. Nel frattempo tagliate il caciocavallo fresco a cubetti 15.

Quando il riso si sarà raffreddato completamente, potete procedere con la formazione degli arancini: preparate una ciotola d’acqua per inumidirvi le mani così da poter maneggiare il riso più facilmente. Mettete sul palmo della mano un paio di cucchiai di riso (circa 120 g) e schiacciatelo al centro per creare una conca 16, poi farcite con un cucchiaino di ragù 17 e qualche cubetto di caciocavallo 18.

Modellate il riso in modo da ricoprire il ripieno e formare una palla 19. Procedete in questo modo per tutti gli arancini, poi dedicatevi alla panatura: versate le uova e il pangrattato in 2 ciotole differenti e passate ciascuno prima nell’uovo 20 e poi nel pangrattato 21, ripetendo l’operazione per 2 volte.

Disponete gli arancini impanati su una teglia ricoperta di carta forno e lasciate riposare in frigorifero per circa 20 minuti. Dopodiché versate un filo di olio 22 e cuocete in forno statico preriscaldato a 190° per circa 30 minuti. Una volta cotti 23, servite i vostri arancini di riso al forno ancora caldi 24!

Conservazione

Gli arancini di riso al forno si possono conservare in frigorifero per circa 2 giorni. Se preferite potete preparare il riso in anticipo e lasciarlo raffreddare in frigorifero per tutta la notte.

Potete congelarli da crudi dopo la panatura e cuocerli al forno direttamente da congelati; in questo caso consigliamo di realizzarli più piccoli.

Consiglio

Potete sostituire il classico ripieno al ragù con prosciutto e mozzarella o spinaci, per esempio!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI5
  • Desirée 02
    lunedì 12 ottobre 2020
    Ciao! Se non avessi questa tipologia di riso posso utilizzarne un altro? Magari Ribe o Arborio?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 13 ottobre 2020
    @Desirée 02: Ciao, prova con Arborio!
  • vanmeer
    lunedì 12 ottobre 2020
    Buonasera, come detto in un mio precedente commento, per favore chiamiamo le cose con il suo nome originale: "ARANCINE". Innanzitutto al maschile sono chiamate solo nella Sicilia est e poi perché il suo nome nasce dalla sua somiglianza con le nostre arance. Gli aranci sono gli alberi, le arance i frutti. Non lasciamoci fuorviare dall'uso della Sicilia est utilizzato solo perché è stato girato li e lontano dal luogo realmente descritto dall'autore. W. le Arancine!