Arrosto al latte

/5

PRESENTAZIONE

L’arrosto è uno dei secondi piatti più amati, una pietanza che incontra il gusto di grandi e piccini.
Per rendere ancora più gustoso l’arrosto tradizionale vi proponiamo una ricetta realizzata con il latte, che oltre a conferire un gusto delicato alla carne, crea uno squisito fondo di cottura con il quale si prepara una cremosa salsa molto saporita, ideale per accompagnare le fettine di arrosto.
Pochi ingredienti per realizzarlo ma badate a scegliere bene la carne: per questa preparazione vi consigliamo il campanello di vitello, un taglio di carne ideale per la lunga cottura che vi garantirà delle fette tenere e saporite. L’arrosto al latte è una pietanza perfetta per i menu delle feste, potete prepararlo in anticipo e poi servitelo a fette accompagnandolo con la salsa al latte calda, sarà una vera delizia!

INGREDIENTI
Vitello campanello 1 kg
Latte intero 1 l
Vino bianco secco 100 ml
Burro 70 g
Carote 1
Cipolle 1
Sedano 1 costa
Alloro 2 foglie
Aglio 2 spicchi
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare l'Arrosto al latte

Per realizzare l’arrosto al latte iniziate legando la carne seguendo le indicazioni che trovate nella scheda della scuola di cucina Come legare l’arrosto. Posizionate la carne su di un tagliere, nel nostro caso il campanello di vitello, ed eliminate la cartilagine e il grasso in eccesso che potrebbero altrimenti indurire durante la cottura 1. Poi con lo spago da cucina procedete a realizzare la gabbia (2-3).

Tritate le verdure per il soffritto: ponete nel mixer il sedano, la carota 4, la cipolla 5, azionate il mixer per sminuzzarle finemente 6 e tenete da parte il misto di verdure per il soffritto.

Ora ponete un tegame ampio sul fuoco, sciogliete 30 g di burro 7, ponete l'arrosto 8 e fate rosolare la carne da tutti i lati 9 .

Quando la carne sarà ben rosolata 10, toglietela dal tegame e ponetela in una terrina 11. Nello stesso tegame sciogliete il burro restante e fatevi appassire la cipolla, il sedano e la carota tritati finemente con il mixer 12;

aggiungete poi 2 spicchi d’aglio e le foglie di alloro 13. Quando il soffritto sarà ben consumato, unite l’arrosto di vitello 14, sfumate quindi con il mezzo bicchiere di vino 15, evaporato il quale salate e pepate.

A questo punto aggiungete il latte già caldo 16, proseguite la cottura con il coperchio 17, finché la carne non sarà ben cotta all’interno, per circa 50 minuti. A cottura ultimate estraete la carne 18.

Per verificare la cottura infilzate la carne con uno stuzzicadente 19, se perderà un liquido trasparente vuol dire che la carne è cotta al punto giusto, se dovesse uscire del liquido rosa proseguite la cottura. Se non fuoriesce alcun liquido significa che la carne è stata cotta troppo a lungo. Ora eliminate dal fondo di cottura le foglie di alloro 20 e gli spicchi di aglio, ponete il fondo in una ciotola e passatelo con un mixer ad immersione 21

fino ad ottenere una salsa cremosa 22. Ponete la salsa ottenuta in un tegame 23, intanto in una ciotolina ponete un paio di cucchiaio di acqua fredda 24

unite un cucchiaio di farina setacciata 25 e mescolate per sciogliere la farina 26 questo eviterà di formare i grumi nella salsa. Unite quindi la farina alla salsa 27 ,

mescolate con una frusta 28 e cuocete a fuoco basso per far addensare la salsa. Quando la salsa sarà cremosa spegnete il fuoco e trasferitela in una salsiera. Prendete l’arrosto al latte, tagliatelo a fette 29 servitelo accompagnandolo con la salsa calda 30.

Conservazione

Conservate l’arrosto al latte in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni al massimo. E’ possibile congelare l’arrosto se avete utilizzato ingredienti freschi.

Consiglio

In alternativa al campanello di vitello potete utilizzare la fesa di tacchino. Se amate gli aromi, potete rosolare la carne con delle erbe come il rosmarino o l’erba cipollina.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI106
  • sabina Gasparoli
    giovedì 24 settembre 2020
    Anche a me il latte si è fatto come ricotta l ho assaggiato prima di scaldarlo confezione nuova e mi scadeva a dicembre!! Come mai? Xro' il profumo della cottura è buono!! È normale che sia così? Xche' lo sto facendo che ho gente a cena questa sera!!
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 25 settembre 2020
    @sabina Gasparoli : Ciao, non possiamo dare indicazioni rispetto al consumo o meno di prodotti o preparazioni che non convincono. Potrebbe essere dipeso dalla temperatura, quindi averlo fatto cuocere troppo. Ma non possiamo dirlo con certezza soprattutto riguardo al consumare o meno.
  • SilviaFedeJaco
    venerdì 24 aprile 2020
    posso usare il magatelli di bovino intero? ho solo questo pezzo a casa smiley
    Redazione Giallozafferano
    sabato 25 aprile 2020
    @SilviaFedeJaco: Ciao, si usa pure il magatello!