Baccalà con prugne, uvetta e pinoli

PRESENTAZIONE

Che scegliate una ricetta tradizionale come il baccalà alla vicentina oppure una versione più innovativa come la terrina di baccalà con salsa alle mele, il baccalà è sempre apprezzato, in ogni sua declinazione di sapore, anche con i ceci per una versione più rustica. Per gli amanti del gusto agrodolce ecco una variante davvero sfiziosa: il baccalà alle prugne, uvetta e pinoli, un piatto ricco e sostanzioso dove la dolcezza della frutta secca incontra il gusto deciso dei filetti di baccalà... un mix di sapori contrastanti che abbiamo sperimentato con successo anche con la ricetta dei bocconcini di prugne e bacon. Morbido e insaporito da uno sfizioso sughetto di pomodoro, il baccalà alle prugne, uvetta e pinoli sarà perfetto da accompagnare ad una croccante pagnotta!

Leggi anche: Baccalà con uvetta e pinoli

INGREDIENTI
359
CALORIE PER PORZIONE
Baccalà dissalato (già ammollato) 700 g
Patate 300 g
Scalogno 50 g
Aglio 1 spicchio
Vino bianco 50 ml
Passata di pomodoro 150 g
Uva passa 30 g
Pinoli 30 g
Prugne secche 100 g
Olio di oliva 30 ml
Timo 2 rametti
Prezzemolo 2 rametti
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare il Baccalà con prugne, uvetta e pinoli

Per preparare il baccalà con prugne, uvetta e pinoli, lavate l'uvetta e mettetela in ammollo insieme alla prugne per almeno 10 minuti in una ciotola piena d'acqua 1 poi scolatele e tenetele da parte. Intanto prendete i filetti di baccalà già ammollato ed eliminate le lische con una pinza apposita 2; se il baccalà non è stato ammollato dovrete provvedere a dissalarlo ponendolo in una ciotola colma di acqua fredda per un paio di giorni avendo cura di cambiare l’acqua ogni 6 ore circa. Tritate anche le foglioline di timo 3 e il prezzemolo e tenete da parte, serviranno per aromatizzare il piatto.

Sbucciate lo scalogno, tritatelo finemente 4, fatelo appassire a fuoco lento in un tegame con un filo di olio 5 per 8-10 minuti, poi unite l’aglio tritato 6.

Unite i filetti di baccalà, il timo tritato, il vino bianco 7 e fate cuocere per 5 minuti. Successivamente versate la passata di pomodoro 8 e mescolate con un cucchiaio di legno. Regolate di sale e pepe a vostro piacimento e coprite con il coperchio 9, proseguendo la cottura a fuoco moderato per altri 20 minuti.

Sbucciate le patate e affettatele con una mandolina 10, dovranno essere spesse circa 2-3 mm, man mano che le tagliate ponetele in una ciotola con acqua fredda per non farle annerine; poi unitele al baccalà e fate cuocere per altri 30 minuti circa 11. Intanto in una padella a parte fate tostare i pinoli 12.

Tagliate le prugne a metà per eliminare il nocciolo 13 e poi riducetele a fettine 14, dopodichè aggiungetele al baccalà l'uvetta 15

le prugne 16 e le  erbe aromatiche tritate 17; proseguite la cottura per altri 5 minuti. Infine impiattate e guarnite il baccalà con i pinoli tostati 18.

Conservazione

Conservate il baccalà con prugne, uvetta e pinoli in frigorifero per un paio di giorni in un contenitore ermetico. E’ possibile congelare la preparazione dopo la cottura solo se sono stati utilizzati ingredienti non decongelati.

Consiglio

Quando la stagione lo permette usate i pomodorini datterini per insaporire il baccalà, risulterà ancora più profumato e saporito!

17 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Cili.Angela
    domenica 30 settembre 2018
    Salve! Si possono utilizzare le prugne fresche? Se sì, seguo lo stesso procedimento? Grazie in anticipo!
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 01 ottobre 2018
    @Cili.Angela:Ciao, con la nostra ricetta ti consigliamo di utilizzare le prugne secche, con quelle fresche non otterrai la stessa resa perchè hanno un gusto e una consistenza differenti.
  • Roberta
    domenica 22 marzo 2015
    Una cena intera è forse stucchevole, ridurrei del 50% (anche di più) sia l'uvetta che le prugne, risulta tutto troppo dolciastro
1 FATTA DA VOI
smartys2209
Baccalà servito con polenta bianca... Una delizia!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo