Baccalà fritto

PRESENTAZIONE

Il baccalà è probabilmente uno degli ingredienti più utilizzati nella cucina tradizionale e casalinga di molti paesi... un prodotto capace di conservarsi e dunque di viaggiare lontano. Differente, per sapore e consistenza, rispetto a "suo cugino" lo stoccafisso, che anzichè essere conservato sotto sale viene fatto essiccare all'aria, entrambi sono i protagonisti delle ricette più popolari dell'intera penisola italiana, da quello in umido al forno con i ceci o altri condimenti molto apprezzati come patate e olive. Oggi vogliamo presentarvi una ricetta veramente semplice da preparare, che in una manciata di minuti vi permetterà di portare in tavola un piatto perfetto per ogni occasione. Che sia un pranzo in famiglia o la cena della Vigilia o il pranzo di Natale con il nostro baccalà fritto il successo è garantito. La sua fragrante crosticina che ad ogni assaggio rompendosi regalerà la morbidezza e tutto il sapore del pesce, conquisterà tutti i vostri ospiti.

Leggi anche: Baccalà con patate e olive

INGREDIENTI

632
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per il baccalà
Baccalà dissalato 650 g
Farina 00 30 g
per friggere
Olio di semi 500 ml
Preparazione

Come preparare il Baccalà fritto

Per preparare il baccalà fritto prendete il vostro filetto già dissalato (se utilizzate baccalà sotto sale serviranno almeno 3 giorni di ammollo come indicato nella scuola di cucina: come dissalare il baccalà) e procedete a levare la pelle. Per farlo sarà sufficiente sollevarla a partire dalla coda 2 e tirarla via delicatamente con le mani 2. A questo punto, aiutandovi con una pinzetta, estraete le lische 3, per individuarle sarà sufficiente accarezzare con il palmo della mano il filetto di baccalà.

A questo punto tagliate il baccalà a fette spesse circa 3-4 cm 4 e dividete a metà quelle più grandi 5. Versate la farina in una ciotola e utilizzatela per infarinare i pezzi di baccalà 6 da entrambe le parti, che poi posizionerete su un vassoio.

Versate l'olio in un tegame e scaldatelo fino a raggiungere una temperatura compresa tra i 180° e i 190°, quindi utlizzatelo per friggere pochi pezzi per volta 7. In base allo spessore, ci vorranno dai 4 ai 6 minuti e solo quando risulteranno ben dorati potrete scolarli e posizionarli su un foglio di carta da cucina in modo da eliminare l'olio in eccesso 8. Terminate di friggere e servite il baccalà fritto ancora fumante per gustarlo al meglio 9.

Conservazione

Consumate il baccalà fritto appena preparato. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Servite il baccalà fritto insieme ad un'insalata mista ed una maionese agli agrumi, la freschezza del limone e dell'arancia abbinata a questo piatto lascerà una piacevole sensazione in bocca.

27 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Asiagatta
    sabato 05 gennaio 2019
    Gentili signori, se volessi fare la pastella ovvero farina e acqua gassata fredda potrei prepararla anticipatamente e poi friggere il tutto al momento della cena. Grazie
    Redazione Giallozafferano
    domenica 06 gennaio 2019
    @Asiagatta: ciao! Puoi prepararla qualche ora prima, lasciandola in frigorifero! 
  • Laura marsilio
    domenica 15 gennaio 2017
    Ho usato la farina di semola di grano duro come indicato in una vostra ricetta e non si attaccava nella frittura al pesce . Uso quella di grano tenero ?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 15 gennaio 2017
    @Laura marsilio : ciao Laura a quale ricetta ti riferisci? Per questa ti consigliamo di utilizzare la farina 00! 
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo