Calamari ripieni all’amalfitana

PRESENTAZIONE

C'è chi fa derivare l'origine di questa ricetta proprio da Amalfi e dintorni, chi invece sostiene che il nome richiami alla mente solo i sapori mediterranei che la caratterizzano. L'unica certezza è che i calamari ripieni all'amalfitana sono un secondo piatto di pesce saporito e perfetto per ogni occasione. Abbiamo già proposto i calamari ripieni in varie versioni, con couscous, all'andalusa con cipolle e zafferano, con scarola... tutte versioni succulente che ci hanno conquistato e questa nuova ricetta non è da meno. Un morbido e delicato ripieno di patate, zucchine, capperi, olive e scorza di limone sono una farcitura perfetta per questo mollusco così versatile in cucina. Preparate anche qualche fetta di pane perchè il sughetto di cottura dei calamari all'amalfitana richiamerà la tanto amata scarpetta!

Leggi anche: Calamari ripieni

INGREDIENTI
221
CALORIE PER PORZIONE
Calamari (da 150 g ciascuno) 4
Zucchine media 1
Patate 1
Olive nere denocciolate 40 g
Capperi sotto sale 20 g
Aglio 2 spicchi
Vino bianco 150 g
Parmigiano Reggiano DOP 30 g
Scorza di limone 1
Pomodorini ciliegino 180 g
Prezzemolo q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare i Calamari ripieni all’amalfitana

Per preparare i calamari ripieni all’amalfitana cominciate lessando le patate in un pentolino con abbondante acqua. Dal momento del bollore cuocete per 30-50 minuti a seconda della grandezza: non dimenticate di fare la prova con la forchetta, se i rebbi entrano facilmente allora sono cotte 1. Nel frattempo pulite i calamari. Tirate via la penna 2 e il ciuffo così da asportare anche l’interno 3,

poi spellate il mantello 4 e procedete lavando accuratamente il tutto. Sminuzzate finemente i tentacoli 5 e spostatevi ai fornelli. Mettete una casseruola sul fuoco, riscaldate un goccio d’olio e l’aglio grattugiato. fate rosolare a fuoco dolce per un minuto mescolando 6.

Alzate un po’ la temperatura e aggiungete i tentacoli sminuzzati. Fateli saltare finché non risulteranno ben colorati, quindi sfumate con 50 grammi di vino bianco 8. Aspettate che l’alcol evapori e poi scolate i tentacoli, metteteli da parte in una ciotola 9.

Lavate, asciugate e spuntate le zucchine 10, affettatele a 4-5 mm di spessore 11 e poi tagliatele prima a bastoncini e infine a cubetti della stessa misura 12.

Poi sminuzzate anche le olive nere 13 e preparate il ripieno. Le patate a questo punto dovrebbero essere cotte. Sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate direttamente nella ciotola con i tentacoli di calamaro 14. Unite i capperi dissalati 15,

le olive sminuzzate 16, i cubetti di zucchina 17, il Parmigiano e una parte di prezzemolo sminuzzato 18.

Poi grattugiate la scorza del limone 19, aggiustate di sale e di pepe e mescolate bene il tutto 20. Trasferite il composto in una sac-à-poche, oppure fatelo con un cucchiaino, e iniziate a riempire i vostri calamari 21.

Fermate l’estremità con l’aiuto di uno spiedino in modo da sigillare il ripieno 22. Quindi spostatevi nuovamente ai fornelli, riscaldate la stessa casseruola di prima, dove avete lasciato il condimento, e tuffate i calamari. Non appena avrete sigillato tutti i lati sfumateli con il vino bianco 23. Attendete che l’alcol evapori prima di aggiungere i pomodorini puliti e tagliati a metà, regolate di sale e di pepe e aggiungete la restante parte del prezzemolo tritato 24.

Coprite con il coperchio e fate cuocere a temperatura media per circa 25 minuti 25, rigirateli un paio di volte con molta delicatezza 26 e finalmente i vostri calamari ripieni all’amalfitana saranno pronti da gustare 27!

Conservazione

I calamari ripieni all'amalfitana si possono conservare in frigorifero per un paio di giorni al massimo.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Aggiungete delle erbe aromatiche come timo e menta per profumare ulteriormente il ripieno dei vostri calamari ripieni all'amalfitana. Altrimenti un tocco di frutta secca sminuzzata darà una nota di sapore in più.

Il sughetto del fondo sarà perfetto anche per condire gli spaghetti mentre il ripieno, se dovesse avanzarvi, sarà l'ideale per essere spalmato su dei filetti come spigola o pesce spada. Basterà poi arrotolarli, steccarli e scottarli velocemente in padella o in forno a 200° per 15-20 minuti!

4 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • totoric
    giovedì 11 luglio 2019
    Buona anche la versione con scarola al posto delle zucchine.
  • droccia
    mercoledì 10 luglio 2019
    posso cuocerli al forno? e se si a quanti gradi e per quanto tempo?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 10 luglio 2019
    @droccia: ciao! non avendo provato non possiamo darti indicazioni. Puoi fare un tentativo, ma potrebbero risultare troppo asciutti! 
11 FATTE DA VOI
Becca95
Veramente buono! La ricetta è veramente ben spiegata e semplice da seguire 👍🏻 consiglio di provarli 😋
mastronico
CALAMARES ESPANICO DE ALTA CALIDAD! UN PLATO MUY RICO
susie 01
Buono
fragio14
Delizioso 😘
beaf98
Buonissimo 😋
Pimpa80
Buonissimi 😋
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo