Cappellacci di cotechino e crema di lenticchie

PRESENTAZIONE

Cappellacci di cotechino e crema di lenticchie

Nel periodo tra Natale e Capodanno uno dei piatti più apprezzati è sicuramente la pasta fresca servita insieme al brodo. Ravioli, tagliolini, passatelli sono tutte ricette che vi permetteranno di ottenere un perfetto comfort food da gustare in compagnia di tutta la famiglia... ma per il cenone di Capodanno quest'anno vi proponiamo una ricetta innovativa, che rispetta comunque le tradizioni e gli ingredienti tipici di questa notte: cappellacci di cotechino e crema di lenticchie. Concludete questo anno passato in bellezza, con questo piatto raffinato e sostanzioso allo stesso tempo! 

Leggi anche: Sfoglie con crema di lenticchie e cotechino

INGREDIENTI

Ingredienti per i cappellacci
Uova 165 g
Farina 00 300 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Salvia 2 foglie
Rosmarino 1 rametto
Pepe nero q.b.
per il ripieno
Cotechino precotto 500 g
Patate 150 g
Ricotta vaccina 100 g
Parmigiano Reggiano DOP 30 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
per la crema di lenticchie
Lenticchie secche 150 g
Alloro 1 foglia
Cipolle dorate piccola 1
Carote ½
Sedano ½ costa
Aglio 1 spicchio
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Acqua 1 l
Preparazione

Come preparare i Cappellacci di cotechino e crema di lenticchie

Per preparare i cappellacci di cotechino e crema di lenticchie come prima cosa mettete a bollire le patate che serviranno per il ripieno 1. Ci vorranno circa 30-50 minuti in base alla loro grandezza. Realizzate poi la pasta all'uovo: setacciate la farina in una ciotola 2, aggiungete le uova precedentemente sbattute 3 

e iniziate a mescolare con una forchetta 4 per amalgamare gli ingredienti. Trasferite poi il composto su un piano 5 e lavoratelo con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo 6

Impellicolate la pasta all'uovo e lasciatela 7 riposare a temperatura ambiente. Nel frattempo occupatevi di cuocere anche le lenticchie: sciacquatele e trasferitele in un tegame. Ricopritele con l'acqua 8 aggiungete l'alloro 9 e lasciatele cuocere per circa 30 minuti. 

Nel frattempo cuocete anche il cotechino seguendo le istruzioni riportate sulla confezione, nel nostro caso andava immerso in acqua fredda e fatto cuocere per circa 30 minuti 10. A questo punto anche le patate saranno cotte, per verificare la cottura punzecchiatele con i rebbi di una forchetta 11, se affondano facilmente significa che sono cotte. Scolatele e tenetele da parte. Quando il cotechino sarà cotto estraetelo dall'acqua e scartatelo 12, facendo attenzione a non scottarvi con il liquido contenuto nell'involucro. 

Trasferite il cotechino su un tagliere e spellatelo 13, poi trasferitelo nuovamente in una ciotola e schiacciatelo con una forchetta 14. Schiacciate all'interno della stessa ciotola anche le patate 15

aggiungete la ricotta 16, il Parmigiano 17 e il pepe. Mescolate il tutto fino ad uniformare gli ingredienti 18 e riponete in frigorifero. 

Passate alle lenticchie. Pulite carota, cipolla e sedano 19, sminuzzate finemente a coltello oppure utilizzando un mixer 20. Non appena le lenticchie saranno cotte eliminate l'alloro 21

Scolatele tenendo da parte l'acqua di cottura. In una padella versate un filo d'olio, aggiungete uno spicchio d'aglio e il trito misto 22. Lasciate insaporire a fiamma media e aggiungete le lenticchie 23. Saltate il tutto per qualche minuto, quindi eliminate lo spicchio d'aglio 24

Trasferitele nel bicchiere di un mixer e aggiungendo un pò di acqua di cottura 25 frullatele con un mixer ad immersione 26 fino ad ottenere una crema liscia 27

Per ottenere una crema ancora più vellutata setacciatela 28; trasferitela poi in un pentolino 29 così potrete scaldarla mentre salterete la pasta. Adesso che tutto è pronto non vi resta che occuparvi della pasta. Prelevate un pezzo di impasto, il resto copritelo di nuovo con la pellicola 30, e infarinatelo leggermente con la farina di grano duro.

Utilizzando una macchina tira pasta, o su una spianatoia con il matterello, andate ad ottenere una sfoglia molto sottile 31. Nel caso dell’impastatrice ricordate di partire dal numero più grande fino ad arrivare a quello più piccolo. Soltanto al bisogno potrete aggiungere un po’ di farina di grano duro. Eliminate i bordi se troppo grossolani 32 e poi ottenete dei quadrati di 7-8 cm 33.

Versate nel mezzo di ogni quadrato circa mezzo cucchiaino di impasto 34 e poi bagnate soltanto due dei lati con un po’ d’acqua. Aiutatevi pure con uno spruzzino 35 o con un pennellino. A questo punto procedete con la chiusura e la formazione del cappellaccio. Congiungete due punte opposte fino a formare un triangolo 36.

Poi pinzate con le dita tutti i bordi 37 fino a chiudere completamente e facendo fuoriuscire l’aria. Schiacciate le estremità del triangolo direttamente sul piano da lavoro, con le punte dei pollici spingete la pancia verso l’alto e infine congiungete le due estremità tirandole giù, in direzione opposta alla punta 39.

Pinzate con le dita per sigillare 40 e se fosse necessario potete eliminare un pezzetto d’impasto che altrimenti risulterebbe troppo spesso 41. Man mano che formate i cappellacci (con queste dosi ne verranno circa 60) sistemateli su un vassoio leggermente infarinato con la farina di grano duro. Una volta terminati tutti 42 non vi resta che porre sul fuoco una pentola colma d'acqua, salata a piacere; servirà per la cottura. 

Intanto in una padella versate un po’ di olio e insaporite con un rametto di rosmarino e un paio di foglie di salvia. Non appena l'acqua inizierà a bollire versate i cappellacci in pentola e cuoceteli dai 2 ai 4 minuti, a seconda di quanto tempo li avete lasciati all’aria a seccare. Quando i cappellacci sono cotti scolateli direttamente nel condimento di olio,rosmarino e salvia; saltateli brevemente.

Quindi in un piatto versate un po’ di crema di lenticchie 46 e nel mezzo adagiate i cappellacci 47. Guarnite con un po’ di salvia, degli aghetti di rosmarino e una macinata di pepe 48. Ecco pronti i vostri cappellacci con cotechino e crema di lenticchie!

Conservazione

Una volta preparati i cappellacci di cotechino e crema di lenticchie è preferibile cuocerli subito. In alternativa potete lasciarli seccare all’aria per qualche ora oppure congelarli. Basterà metterli nel congelatore su un vassoio con carta forno e, una volta gelati, metterli nel sacchetto gelo pronti per essere tuffati nell’acqua bollente ancora senza scongelarli.
Si sconsiglia di conservarli una volta cotti.
Si sconsiglia di congelarli una volta cotti.

Consiglio

Per velocizzare un po’ i tempi per realizzare i vostri cappellacci di cotechino e crema di lenticchie potete utilizzare queste ultime già precotte: sarà sufficiente utilizzarne circa il doppio. Andranno scolate e saltate direttamente in padella. Assicuratevi che la pasta fresca non sia troppo morbida quando la lavorate, altrimenti aggiungete altra farina. Se utilizzate della ricotta molto asciutta potrebbe non essere necessaria l’aggiunta del parmigiano, ma qualora preferiste aggiungerlo ugualmente dovrete versare circa 1 cucchiaio di latte per ammorbidire il tutto.

11 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • gattatico
    venerdì 18 gennaio 2019
    si puo’ preparare il ripieno il giorno prima? grazie
    Redazione Giallozafferano
    sabato 19 gennaio 2019
    @gattatico:Certo! smiley
  • Sara
    mercoledì 03 gennaio 2018
    Ricetta fantastica e ragazzo bravo e simpatico (come tutti!). Non l’ho ancora provata ma non vedo l’ora smiley Complimenti GZ!
3 FATTE DA VOI
Jovincello
I miei primi cappellacci 🤗
ariannabelloni67
cappellacci di cotechino
Chefmic74
cappellacci ripieni di ricotta e robiola su crema di lenticchie
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo