Cappone ripieno

/5

PRESENTAZIONE

Evviva è arrivato il Natale! Oltre alle luci, al calore della famiglia, c'è la tavola da imbandire. Tra le tante portate, il cappone è un classico intramontabile e in questa ricetta vi proponiamo una versione decisamente gustosa: il cappone ripieno. Essenziale una cottura lenta e prolungata che renderà le carni del cappone morbide e saporite. Noi abbiamo scelto una farcitura irresistibile: un misto di carni, prosciutto e anacardi! Ma voi potrete arricchirlo con ciò che la fantasia ed il vostro gusto vi suggeriranno per ingolosire ancor di più i vostri ospiti, come per esempio le noci! Un ulteriore punto a favore di questa ricetta? Si può preparare con anticipo così il giorno di Natale dovrete solo infornare e… potrete dedicarvi ai caldi abbracci dei vostri familiari in questa giornata così speciale!

INGREDIENTI

Cappone 2 kg
Olio extravergine d'oliva 20 g
Sedano 50 g
Carote 50 g
Scalogno 40 g
Aglio 1 spicchio
Rosmarino 1 rametto
Vino bianco 100 g
Brodo vegetale 200 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
per il ripieno
Prosciutto crudo 120 g
Vitello (macinato) 200 g
Maiale (macinato) 200 g
Anacardi 80 g
Grana Padano DOP grattugiato 60 g
Rosmarino 1 rametto
Sale fino 5 g
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare il Cappone ripieno

Per preparare il cappone ripieno iniziate preparando il brodo vegetale. Passate poi alle preparazioni di base: effettuate un trito grossolano di carote e sedano 1, poi anche di scalogno. Tritate finemente un rametto di rosmarino dopo averlo sciacquato 2. Poi tagliate il prosciutto crudo a piccoli cubetti che triterete finemente con un mixer 3.

Quindi cominciate con la preparazione del ripieno: in una ciotola molto capiente versate la carne trita di maiale, il prosciutto tritato 4, poi la carne trita di manzo 5 e il formaggio grattugiato 6. Regolate di sale e pepe.

Insaporite con il rosmarino tritato 7 e cominciate ad amalgamare gli ingredienti impastando energicamente con le mani 8. Unite ora anche gli anacardi 9.

Impastate anch’essi agli altri ingredienti 10 e tenete temporaneamente il composto per il ripieno da parte. Procedete fiammeggiando il cappone per eliminare eventuali piumette e penne 11: noi abbiamo preferito utilizzare un cannello per maggiore praticità. Se non lo possedete potete avvicinare semplicemente il cappone per qualche secondo alla fiamma del gas per ottenere lo stesso risultato. Sciacquatelo quindi sotto un getto di acqua fredda 12.

Tamponatelo con della carta assorbente per asciugare l’acqua 13. Salate 14 e pepate l’interno del cappone. Riempitelo con il ripieno che avete precedentemente ottenuto 15.

Legate il cappone per sigillare bene il ripieno all’interno 16. A questo punto versate l'olio in una casseruola, preferibilmente in ghisa, dal fondo spesso e dai bordi alti: fate scaldare l’olio e adagiatevi il cappone, facendolo scottare su ambo i lati a fuoco vivace. Aiutatevi nel girarlo all’interno della casseruola con delle palette da cucina 17. Mantenete la fiamma del fuoco alta e sfumate con il vino 18, lasciando evaporare.

Unite lo scalogno 19, le carote 20 e il sedano 21.

Insaporite con un rametto di rosmarino già sciacquato 22 e l’aglio diviso a metà a cui avrete tolto l'anima, la parte verde interna 23. Versate il brodo vegetale 24.

Coprite con coperchio e lasciate cuocere a fuoco molto basso per almeno 2 ore 25. Se possedete un termometro da cucina per una maggiore precisione sulla cottura saprete che il cappone sarà prono quanto raggiungerà gli 80°C. Alternativamente potete utilizzare uno spiedino da cucina: se punzecchiandone le carni osserverete uscire un liquido chiaro il cappone sarà cotto, se il liquido è rosato allora il cappone necessita di prolungare la cottura. Il cappone ripieno è quindi pronto 26 e può essere tagliato per essere gustato 27!

Conservazione

Il cappone ripieno può essere conservato in frigorifero per al massimo 2 giorni. Se avete intenzione di servire questo secondo piatto il giorno di Natale ma il tempo stringe e volete godervi anche voi la festa senza affaccendarvi tra i fornelli, potete prepararlo il giorno prima e conservarlo in frigorifero. Quindi il giorno seguente cuocete prima di portare in tavola!

Se avete utilizzato unicamente ingredienti freschi e non decongelati potete anche congelarlo per al massimo 1 mese.

Consiglio

Come rendere il ripieno del cappone ancora più saporito? Semplice! Arricchitelo con pistacchi e erbe aromatiche a piacimento!

Volendo potreste cuocere anche il cappone ripieno in forno statico preriscaldato a 160°C per circa 2 ore, quindi cuocerlo per i ulteriori 15 minuti a 200°C: ricordatevi però che mentre cuoce in forno dovrete bagnarlo con il liquido di cottura per almeno 2 o 3 volte per evitare che si secchi.

Ancora più gustoso? Frullate il sughetto di verdure che avete preparato per irrorare ciascuna porzione di cappone ripieno che servirete: impossibile resistere

RICETTE CORRELATE
COMMENTI6
  • Silvia Bo
    lunedì 23 dicembre 2019
    salve, lo stesso ripieno e la stessa cottura si può usare anche per la faraona? si può sempre fare affidamento sugli stessi gradi e tempi? mille grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 23 dicembre 2019
    @Silvia Bo:Ciao, puoi usare lo stesso ripieno e per la cottura  ti consigliamo di prendere spunto dalla nostra ricetta della faraona ripiena di castagne.
  • GiannaM59
    mercoledì 18 dicembre 2019
    Non ho mai cotto il cappone mi sembra che sia una carne grassa si può al suo posto farcire il pollo dissossato? Se non si può posso allora indossare il cappone?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 19 dicembre 2019
    @GiannaM59: Ciao, disossare il cappone, o eventualmente il pollo, potrebbe inficiare sul risultato perché la forma potrebbe non resistere.