Carrè d'agnello al timo e lardo di Colonnata

/5

PRESENTAZIONE

La Pasqua si avvicina ma ancora non avete stilato il menù per questa Domenica speciale da trascorrere con i vostri parenti? Dopo aver scelto tra i nostri migliori primi piatti di Pasqua quello che più vi attira, non vi resta che pensare al secondo. A nostro parere un piatto a base di agnello proprio non può mancare... oggi vogliamo proporvi il carrè d'agnello al timo e lardo di Colonnata. Un secondo piatto raffinato dai gusti delicati ma decisi allo stesso tempo, speziato e profumato. La carne resterà tenera, rosa e succosa proprio grazie alla bardatura col lardo che permetterà di mantenere tutti i succhi all'interno! 

INGREDIENTI
Ingredienti
Carrè di agnello provvisto di 6 costine 420 g
Lardo di Colonnata 6 fette
Timo 3 rametti
Rosmarino 3 rametti
Salvia 3 foglie
Pepe nero q.b.
Cipolle borettane 100 g
Birra chiara 50 g
Sale fino q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Preparazione

Come preparare Carrè d'agnello al timo e lardo di Colonnata

Per preparare il carrè d'agnello al timo e lardo di colonnata iniziate a ripulire la carne dal grasso in eccesso. Per farlo utilizzate un coltello dalla lama sottile e affilata, partendo da una delle estremità 1 e lasciandolo scorrere su tutta la superficie della carne 2. Una volta che sarà ben ripulito 3 

avvolgete le fettine di lardo tra le varie costine (4-5). Se il lardo non dovesse aderire potete ungere leggermente la carne. Prendete poi le erbe aromatiche (timo, salvia e rosmarino) e sfogliatele 6

Con un coltello tritatele finemente 7. Quindi ungete il vostro carrè 8 e spolverizzatelo con il trito appena preparato 9, facendo una leggera pressione per farlo aderire; pepate a piacere, non ci sarà bisogno di salare l'agnello visto che il lardo è molto saporito.  

Trasferitelo poi su un foglio di carta forno 10 e ripiegate la carta in modo da coprire solo la carne e lasciare le ossa scoperte 11. Chiudetelo poi a mò di caramella 12

Aggiungete un filo d'olio all'interno del cartoccio 13 e riponete il tutto in una teglia da forno 14. Tagliate in 4 le cipolle borretane 15 e inseritele accanto. 

Condite con un filo d'olio 16, il sale 17 e il pepe 18

Versate poi la birra chiara nella teglia 19 e inserite la sonda che servirà a monitorare la temperatura della carne 20. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 36 minuti, fino a che il cuore della carne non avrà raggiunto la temperatura di 60°. Quindi sfornate l'agnello 21

riaprite il cartoccio 22 ed estraete le costine 23 tenendo da parte il fondo di cottura 24

Tagliate il carrè 25 in modo da separare le costine 26. Servite poi il vostro carrè d'agnello al timo e lardo insieme alle cipolle borretane, irrorando il tutto con il fondo di cottura 27

Conservazione

Consigliamo di consumare il carrè d'agnello al momento; in alternativa è possibile conservarlo per 1 giorno in frigorifero chiuso in un contenitore ermetico. Si sconsiglia la congelazione. 

Consiglio

Al trito di erbe potete aggiungere scorza di limone grattugiata e bacche di ginepro schiacciate e tagliate al coltello insieme al misto di scorza e odori.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI11
  • calavera
    sabato 19 settembre 2020
    Buongiorno! Per un’incomprensione con il macellaio mi ha preparato il carrè già disossato. È un problema? come cambia la cottura? Grazie!
    Redazione Giallozafferano
    sabato 19 settembre 2020
    @calavera: Ciao, il tempo di cottura potrebbe variare leggermente ma non avendo provato non possiamo darti indicazioni precise. Per assicurarti una cottura ottimale ti consigliamo di utilizzare la sonda per misurare la temperatura al cuore!
  • Nalita221
    domenica 10 novembre 2019
    al posto della carta da forno si può usare la carta d’alluminio?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 10 novembre 2019
    @Nalita221: Ciao, meglio di no, la carta alluminio non dovrebbe cuocere a stretto contatto con gli alimenti, inoltre la carta forno mantiene meglio l'umidità