Casatiello napoletano

PRESENTAZIONE

Casatiello napoletano

Pronti a mettere le mani in pasta insieme allo Chef napoletano Roberto Di Pinto per preparare una delle prelibatezze partenopee per eccellenza? Il casatiello napoletano! Simile come impasto a quello del pane ma insaporito dal ripieno di salame tipo Napoli e Pecorino, oltre ad una generosa spolverata di pepe, il casatiello napoletano è una preparazione rustica protagonista del menu di Pasqua. La caratteristica inconfondibile? Le uova fresche ingabbiate nell'impasto a ciambella e che i bambini solitamente si litigano tavola il giorno di Pasqua! Naturalmente ogni famiglia ha la sua tradizione, soprattutto rispetto al ripieno... l'importante comunque è essere generosi e abbondare in formaggi e salumi! Armatevi degli strumenti necessari per preparare un saporitissimo casatiello napoletano, iniziando dai più importanti: mani e...amore!

Leggi anche: Ciambella rustica salata (tortano)

INGREDIENTI

522
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per l'impasto (per uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro)
Acqua 375 g
Farina 00 650 g
Lievito di birra fresco 10 g
Sale fino 15 g
Pepe nero q.b.
Strutto 25 g
Olio extravergine d'oliva 25 g
per il ripieno
Salame napoletano 150 g
Pecorino 150 g
per decorare
Uova 4
Preparazione

Come preparare il Casatiello napoletano

Per preparare il casatiello napoletano, iniziate versando il lievito di birra fresco in acqua a temperatura ambiente 1, mescolate per scioglierlo 2, quindi versate la miscela nella tazza di una planetaria dotata di gancio 3.

Unite anche gli altri grassi: l'olio e lo strutto 4. Iniziate a lavorare a velocità bassa gli ingredienti e poco per volta aggiungete metà della dose di farina, aiutandovi con un cucchiaio 5. Una volta che la farina sarà assorbita e avrete ottenuto una sorta di pastella, unite il sale 6.

A questo punto unite la farina rimasta in una sola volta 7 e continuate a lavorare a velocità media. L'impasto dovrà avere una consistenza morbida, ma non eccessivamente. Ci vorranno circa 10 minuti di lavorazione con la planetaria 8. Altrimenti potete lavorare con la planetaria per 5 minuti e i restanti 5 a mano sul piano di lavoro. Una volta terminata la lavorazione, arrestate la planetaria e trasferite l'impasto sul piano di lavoro 9 giusto il tempo di dare una forma sferica; lasciatelo riposare sul piano di lavoro mentre preparate il ripieno, non ci sarà bisogno di coprirlo.

Togliete la pelle al salame e tagliatelo a fette non troppo sottili nel senso della lunghezza 10, poi riducetelo a striscioline e infine a cubetti 11. Con un coltello eliminate la crosta dal Pecorino 12

e realizzate dei cubetti sempre piuttosto grossi come quelli del salame 13: in questo modo salame e formaggio si avvertiranno nel ripieno. Riprendete l'impasto, prelevatene un pezzetto (circa 80 grammi) 14 e tenetelo da parte: vi servirà per sigillare le uova sul casatiello successivamente. Appiattite leggermente l'impasto 15

versate i cubetti di Pecorino e salame sull'impasto 16, e lavoratelo con le mani fino a quando tutti gli ingredienti saranno incorporati (17-18).

Spolverizzate il tutto con abbondante pepe nero (meglio se macinato al momento) 19 ed impastate in modo da farlo assorbire 20. Maneggiate l'impasto per estenderlo a filoncino 21

E quando sarà sufficientemente lungo 22, prendete uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro e imburratelo; posizionate il filoncino realizzato all'interno dello stampo 23 unendo e sigillando le due estremità 24.

Ora ponete in maniera verticale le uova crude in 4 punti ben distanziati del casatiello facendo una leggera pressione 25; quindi riprendete l'impasto messo da parte e lavorate 8 pezzetti per formare dei filoncini 26, che potrete posizionare a croce sulle uova per ingabbiarle 27.

Una volta terminato coprite il casatiello con un canovaccio pulito 28 e lasciatelo lievitare a temperatura ambiente lontano da correnti d'aria per circa 1 ora, 1 ora e mezza. Una volta che il volume sarà quasi raddoppiato 29 cuocete il vostro casatiello napoletano in forno statico preriscaldato a 170° per 75 minuti, nel ripiano più basso del forno. Una volta cotto 30, lasciatelo intiepidire, quindi sformatelo delicatamente e ponetelo su un piatto da portata. Il vostro casatiello napoletano è pronto per essere condiviso con tutta la famiglia!

Conservazione

Il casatiello si può conservare ben coperto per 3-4 giorni a temperatura ambiente e in un luogo fresco ma ben coperto con pellicola o sotto una campana di vetro.

Si può congelare volendo, una volta cotto e raffreddato completo di uova.

 

 

Consiglio

Per il ripieno potete scegliere di aggiungere altri insaccati come la pancetta o prosciutto e altri formaggi come la scamorza. Basta magari non scegliere formaggi freschi a pasta filata come la mozzarella.

 

 

480 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • LetyGio3
    domenica 21 giugno 2020
    Non sono riuscita a fare la foto perché dopo 5 minuti che lo avevo sfornato è letteralmente stato preso d'assalto e consumato nel giro di 15 minuti dai miei ospiti ...... comunque è venuto come nella vostra immagine.... L'ho cotto come da ricetta ma per 60 minuti ed era perfetto. Nell'assagiarlo l'ho trovato troppo biscottato fuori e spugnoso dentro ..... come mai ? Per quanto squisito di gusto questi due aspetti mi hanno un pò delusa ....
    Redazione Giallozafferano
    domenica 21 giugno 2020
    @LetyGio3: ciao! La prossima volta prova a diminuire la temperatura del forno ed eventualmente cuoci qualche minuto in più! 
  • carmen18
    mercoledì 29 aprile 2020
    Posso sostituire il lievito di birra con il lievito madre? E in che misura?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 29 aprile 2020
    @carmen18: Ciao, come regola generale si dovrebbe calcolare il peso degli ingredienti secchi e liquidi, quindi inserire il 30% del peso in lievito madre e togliere poi dalla ricetta la dose di acqua e farina già presente nel lievito madre!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo