Castagnole ripiene

PRESENTAZIONE

Il Carnevale si avvicina e state già pensando a quali dolci potrete preparare? Certamente in questo periodo il fritto non può mancare, ma se le tipiche chiacchiere o le bugie vi sembrano troppo semplici e avete voglia di qualcosa di più goloso le castagnole ripiene sono proprio ciò che fa al caso vostro! La ricetta di base delle castagnole è quella che ormai prepariamo anno dopo anno, ma oggi le abbiamo farcite a regola d'arte con una delle creme più classiche, ma anche più amata da tutti: quella pasticcera! Che sia aromatizzata con arancia, limone, vaniglia o cioccolato l'importante è che sia densa abbastanza per stare all'interno di questi bocconcini perfettamente rotondi!  

Leggi anche: Castagnole

INGREDIENTI

Ingredienti per circa 15 castagnole
Burro a pomata 40 g
Uova (circa 2) 120 g
Zucchero 50 g
Farina 00 200 g
Scorza di limone ½
Liquore all'anice 10 g
Sale fino 1 pizzico
Lievito in polvere per dolci 8 g
Baccello di vaniglia 1
per cospargere
Zucchero q.b.
per friggere
Olio di semi di arachide q.b.
per la crema
Tuorli 2
Baccello di vaniglia 1
Latte intero 200 ml
Panna fresca liquida 50 ml
Amido di mais (maizena) 22 g
Zucchero 70 g
Preparazione

Come preparare le Castagnole ripiene

Per preparare le castagnole ripiene per prima cosa realizzate l'impasto: in una ciotola unite lo zucchero, i semi di vaniglia 1 e sbriciolate il tutto con la punta delle dita perchè i semini si distribuiscano uniformemente. In un'altra ciotola ponete la farina, lo zucchero mescolato ai semini di vaniglia 2 e le uova intere 3.

Unite il burro lavorato a pomata 4, la scorza grattugiata del limone 5 e il liquore all'anice 6.

Aggiungete un pizzico di sale 7 e setacciate anche il lievito 8. Mescolate il tutto con una forchetta e proseguite impastando a mano 9;

quando avrete ottenuto un composto uniforme trasferitelo su un piano di lavoro leggermente infarinato aiutandovi con un tarocco 10. Lavorate il tutto 11 fino ad ottenere un panetto liscio e morbido 12. In questa fase potete sempre aiutarvi con il tarocco se l'impasto dovesse risultare troppo appiccioso. A questo punto ponete il panetto in una ciotola, coprite con la pellicola per alimenti 13 e lasciate riposare per circa 30 minuti fuori dal frigo.

Nel frattempo occupatevi della crema pasticcera. Ponete il latte e la panna in un pentolino insieme ai semi della bacca di vaniglia e al baccello 13, quindi scaldatelo ma senza portalo a bollore. Nel frattempo sbattete insieme i tuorli con lo zucchero 14, e aggiungete anche la maizena 15.

Mescolate bene il composto, aiutandovi con una spatolina fino ad avere un risultato omogeneo 16. Una volta che il latte sarà quasi arrivato a bollore, eliminate il baccello di vaniglia e versatelo lentamente nella ciotola con il composto di uova 17; amalgamate con una spatola 6

e riportate il tutto sul fuoco 19. Mescolate continuamente con una frusta, fino a che la crema non si sarà addensata 20, poi trasferitela in una ciotola e coprite la crema con la pellicola a contatto 21. A questo punto lasciatela raffreddare inizialmente a temperatura ambiente e poi in frigorifero per una ventina di minuti.

Una volta che l'impasto avrà riposato iniziate a scaldare l'olio che dovrà raggiungere la temperatura di 170°, solo in questo modo infatti otterrete del castagnole dorate al punto giusto e cotte all'interno. Passate a formare le castagnole. Prelevate un pò d'impasto dalla ciotola e realizzate un filone su un piano leggermente infarinato 22; poi utilizzando un tarocco infarinato ritagliate dei pezzetti di pasta di circa 20 g 23: con questa dose ne otterrete circa 15. Poi modellate ciascuna porzione con le mani in modo da ricavare delle palline 24.

Non appena l'olio sarà caldo immergete pochi pezzi per volta 25, potete aiutarvi con una schiumarola per trasferirli senza distorcerli; girate spesso le castagnole con un schiumarola per favorire una cottura uniforme. Quando saranno ben dorate scolate le vostre castagnole 26 e trasferitele su un foglio di carta paglia 27

Nel frattempo ponete lo zucchero in una ciotola e quando le castagnole saranno ancora calde rotolatele all'interno dello zucchero 20. Trasferite poi la crema all'interno di una sacca da pasticcere dotata di bocchetta lunga liscia 29 e servite le vostre castagnole ripiene 30!

Conservazione

Conservate le castagnole ripiene in frigorifero per 2 giorni al massimo. 

L'impasto si può conservare, sempre in frigorifero, ma per 1 solo giorno.

Consiglio

Potete farcire le castagnole anche con una delicata crema chantilly o con una crema al cioccolato.

16 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • tagpou
    lunedì 04 marzo 2019
    ciao, è la prima volta che leggo burro a pomata, cos'è? Grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 04 marzo 2019
    @tagpou: Ciao, si intende burro ammorbidito e lavorato con la spatola per renderlo della consistenza simile proprio alla pomata.
  • Evita79
    giovedì 28 febbraio 2019
    Ciao a tutte e a tutti. Le castagnole sono venute bene ed hanno un ottimo sapore! Confermo però, come altri, che questo non è l'impasto indicato ad essere farcito. Pur utilizzando una bocchetta liscia e lunga, questo non è sufficente a creare lo spazio necessario a riempirle decentemente! Piuttosto andrebbe utilizzata una pasta choux...Un Saluto !
20 FATTE DA VOI
JennyV
ottime😊
chiarapolly85
buonissime 😋
lagua80
Spettacolare ♥️
emanuela_m_e
Castagnole per carnevale!! :) ;)
puca2018
Le mie castagnole
marika.buonocore.
fatte e per essere la prima volta mi faccio i super complimenti!!! ricetta ottima 🤪
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo