Castagnole salate

PRESENTAZIONE

Castagnole salate

Le porte del Carnevale sono aperte! Perciò amanti del fritto fatevi avanti che oggi abbiamo in serbo per voi le castagnole salate! La festa è lunga e si sa c’è tanto da friggere, in primis le golosissime chiacchiere. Oggi però abbiamo pensato di giocarvi un bello scherzetto: non si tratta delle dolci  castagnole semplici o ripiene bensì della loro versione salata! Sono buonissime anche da sole, ma vi suggeriamo di provarle con una crema dall'accostamento tipicamente invernale: crema di zucca e Castelmagno: vedrete che tutti le spazzoleranno in men che non si dica. Perciò, siete pronti con olio di semi alla mano? Ecco la ricetta delle castagnole salate e... buon Carnevale a tutti!

Leggi anche: Castagnole salate al rosmarino

INGREDIENTI

Ingredienti per 30 castagnole da circa 13-14 g l'una
Parmigiano reggiano 40 g
Farina 00 200 g
Zucchero 10 g
Lievito istantaneo per preparazioni salate 8 g
Sale fino ¼ cucchiaino
Uova a temperatura ambiente (circa 2 medie) 110 g
Burro ammorbidito a temperatura ambiente 40 g
Grappa 10 g
Olio di semi di arachide q.b.
Per la crema di zucca e castelmagno
Zucca mantovana 125 g
Castelmagno 30 g
Mascarpone 20 g
Aglio 1 spicchio
Acqua 100 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Preparazione

Come preparare le Castagnole salate

Per preparare le castagnole salate cominciate versando in un recipiente tutti gli ingredienti. Partite da quelli secchi: la farina, il Parmigiano grattugiato 1, lo zucchero, il lievito istantaneo per preparazioni salate 2 e il sale 3.

Mescolate brevemente le polveri e poi unite il burro, le uova leggermente sbattute 4 e la grappa 5. Impastate a mano e poi trasferite il tutto sul piano d’appoggio e continuate a lavorare fino a compattare gli ingredienti. Non c’è bisogno di aggiungere farina, ma se proprio dovesse servire, versatene un pizzico 6.

Ottenuto un panetto omogeneo ricavate 30 pezzetti da circa 13-14 grammi l’uno 7 e poi modellate fino ad ottenere delle piccole sfere 8. Friggete pochi pezzi alla volta in abbondante olio di semi di arachide, caldo a non più di 165° (misurate con termometro da cucina) altrimenti si doreranno fuori e dentro resteranno crude 9.

Ci vorranno solo un paio di minuti di cottura, perciò mescolate spesso con la schiumarola per friggerle in maniera uniforme 10. Man mano che saranno pronte, scolate le castagnole salate sulla carta assorbente 11 e continuate così con tutte le altre. Lasciatele raffreddare 12.

Nel frattempo occupatevi della crema di zucca e castelmagno. Per prima cosa grattugiate il formaggio: è a pasta semi dura perciò si sbriciolerà facilmente, quindi prestate attenzione mentre grattugiate; tenetelo il Castelmagno grattugiato parte 13. Passate alla pulizia della zucca: eliminate la buccia, semi e filamenti interni dopodiché ottenete dei cubetti piccolissimi, 2-3 mm andranno bene 14. In questo modo cuoceranno in poco tempo. Mettete a scaldare una padella con pochissimo olio e uno spicchio d’aglio in camicia (ricordate di schiacciarlo con il palmo della mano prima). Non appena il fondo sarà caldo unite i cubetti e lasciateli saltare per 1 minuto 15.

Abbassate la fiamma, regolate di sale e di pepe e poi aggiungete l’acqua lasciando cuocere così per 15 minuti 16: il fondo non dovrà asciugarsi troppo, nel caso potete aggiungere ancora un po’ d’acqua. A fine cottura eliminate l’aglio 17 e versate subito nel mixer, dovrete approfittare che il fondo è ancora ben caldo 18.

Aggiungete il Castelmagno 19 e frullate fino ad ottenere una crema liscia. Nel caso potrete aggiungere poche gocce di acqua calda 20. Trasferite in una ciotola la crema, unite il mascarpone 21

e mescolate fino ad ottenere una crema omogenea 22. Trasferite in tutto in una sac-à-poche con la bocchetta a siringa e iniziate a farcire le castagnole. Praticate un foro d’entrata e scavate delicatamente 23, poi spremete la farcia fino a riempirle e continuate così per tutte. Ecco pronte le vostre golose castagnole salate con crema di zucca e Castelmagno, buon Carnevale 24!

Conservazione

Le castagnole salate vuote si conservano a temperatura ambiente fino a 2 giorni ma sarebbe meglio consumarle il prima possibile perché perderanno di fragranza.
Le castagnole ripiene invece si conservano per 1 giorno al massimo. Quindi anche la crema potete prepararla con massimo 1 giorno d’anticipo.
Si sconsiglia la congelazione dell’impasto, mentre le castagnole vuote possono essere congelate e poi lasciate scongelare; in questo caso è bene scaldarle un po’ prima di servirle.
L’impasto può essere preparato e conservato, avvolto nella pellicola trasparente, a temperatura ambiente per un massimo di 12 ore.

Consiglio

Per quanto riguarda la crema delle castagnole salate, il mascarpone è il formaggio più adatto perché poco saporito e cremoso il giusto. Una ricotta invece potrebbe ammorbidire troppo il sapore del Castelmagno ma è una valida alternativa!
Il Castelmagno è un formaggio talmente saporito e particolare che vi consigliamo di provarlo e di non sostituirlo con il classico Parmigiano.
Se non avete la grappa potete sostituirla con un liquore poco dolce o del vino bianco.

Ti suggeriamo

RICETTE CORRELATE
COMMENTI (9)
Lascia un commento o chiedici un consiglio
  • Domenico35
    martedì 20 febbraio 2018
    Buon giorno Scusatemi,se nell'impasto, anziché il lievito istantaneo per preparazione salata metto il lievito di birra fresco,cosa cambia ? Forse solo il tempo per la lievitazione? Gradita una risposta Grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 20 febbraio 2018
    @Domenico35: Ciao, sono due lieviti differenti. Quello utilizzato da noi si attiva in cottura e ha consistenza e sapore differente rispetto a quello con lievito di birra.
  • manu 81
    domenica 28 gennaio 2018
    salve, si possono cuocere anche in forno? se si a che temperatura e per quanto tempo? io ho forno ventilato. grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 29 gennaio 2018
    @manu 81: ciao! Non abbiamo provato, ma puoi fare un tentativo a 180° per circa 15 minuti!