Castagnole

/5
Castagnole
609
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 30 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + il riposo dell'impasto (30 minuti)

Presentazione

Castagnole

Castagnole ripiene, zeppole, tortelli, sono solo alcuni dei nomi con cui vengono chiamati questi dolci tipici del Carnevale. Tra coriandoli, stelle filanti e mascherine le castagnole non possono proprio mancare! D'origine romagnola, questi piccoli bocconcini di pasta fritta risultano fragranti esternamente e morbide all'interno... rotolate nello zucchero semolato faranno gola proprio a tutti! La versione più classica prevede l'utilizzo dell'anice ma vi consigliamo di sperimentare con altri aromi in modo da trovare la vostra ricetta perfetta! Nonostante la loro paternità, le castagnole, vengono preparate e gustate in molte regioni d’Italia e, a volte, farcite con crema pasticcera o al cioccolato. Provate la versione di questi dolcetti di Carnevale fritti o al forno!

Ingredienti per circa 30 castagnole

Burro 40 g
Farina 00 200 g
Uova 2
Zucchero 50 g
Scorza di limone ½
Liquore all'anice 1 cucchiaio
Sale 1 pizzico
Lievito in polvere per dolci 8 g
Baccello di vaniglia 1

per cospargere

Zucchero q.b.

per friggere

Olio di semi di arachide q.b.
Preparazione

Come preparare le Castagnole

Castagnole

Per preparare le castagnole incidete il baccello di vaniglia e prelevate i semi, poi uniteli allo zucchero (1) e mescolate. In un'altra ciotola ponete la farina, aggiungete poi lo zucchero mescolato ai semini di vaniglia (2) e le uova (3). 

Castagnole

Aggiungete il burro a pomata (4), la scorza grattugiata del limone (5) e il liquore all'anice (6).

Castagnole

Aggiungete un pizzico di sale (7) e il lievito setacciato (8). Una volta che avrete unito tutti gli ingredienti iniziate a mescolarli con una forchetta e proseguite impastando a mano (9);

Castagnole

non appena avrete ottenuto un composto uniforme trasferitelo su un piano di lavoro leggermente infarinato aiutandovi con un tarocco (10). Impastate il tutto (11) fino ad ottenere un panetto liscio e morbido (12), utilizzando sempre il tarocco se l'impasto dovesse risultare troppo appiccioso. 

Castagnole

A questo punto ponete il panetto in una ciotola, coprite con la pellicola per alimenti (13) e lasciate riposare per circa 30 minuti. Una volta che l'impasto avrà riposato iniziate a scaldare l'olio che dovrà raggiungere la temperatura di 170°, solo in questo modo infatti otterrete del castagnole dorate al punto giusto e cotte all'interno. Passate a formare le castagnole. Prelevate un pò d'impasto dalla ciotola e realizzate un filone su un piano leggermente infarinato; poi utilizzando un tarocco infarinato ritagliate dei pezzetti di pasta di circa 12 g (14). Con questo impasto ne otterrete circa 30. Poi modellate ciascuna porzione con le mani in modo da ricavare delle palline (15). 

Castagnole

Non appena l'olio sarà caldo immergete pochi pezzi per volta, potete aiutarvi con una schiumarola per trasferirli senza distorcerli (16); girate spesso le castagnole con un schiumarola per favorire una cottura uniforme (17). Poi scolate le vostre castagnole (18) 

Castagnole

e trasferitele su un foglio di carta paglia (15), per eliminare l'olio in eccesso. Nel frattempo ponete lo zucchero in una ciotola e quando le castagnole saranno ancora calde rotolatele all'interno dello zucchero (20). Proseguite in questo modo anche per le altre e servite le vostre castagnole (21)!  

Conservazione

Si consiglia di consumare le castagnole al momento, o al massimo nell'arco della giornata. L'impasto si può conservare in frigorifero per 1 giorno al massimo. Si sconsiglia la congelazione. 

Consiglio

Se non amate il gusto dell'anice potete utilizzare grappa, rum o strega! E per i più piccoli? Utilizzate la stessa dose di succo d'arancia. 

Utilizzate lo zucchero a velo, mescolato ad un pò di cannella al posto di quello semolato! 


Leggi tutti i commenti ( 609 ) Le vostre versioni ( 37 )

Altre ricette

I commenti (609)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • sara bertozzi ha scritto: lunedì 18 febbraio 2019

    se voglio farle con l alchermes??? quando devo bagnatle?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 18 febbraio 2019

    @sara bertozzi:Ciao, per questa variante ti consigliamo la ricetta delle castagnole all'alchermes del nostro blog "Nella cucina di Pro".

  • diego741 ha scritto: sabato 16 febbraio 2019

    ciao, si possono raddoppiare tutti gli ingredienti x farne di più?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 16 febbraio 2019

    @diego741:Certamente smiley

Leggi tutti i commenti ( 609 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • Miria58
    Buonissime! 😊
  • Roberta.82
    😀
  • ale29991
    Sono ottime

Ultime ricette

Dolci

Le chiacchiere sono croccanti e delicate sfoglie tipiche a Carnevale, fatte tirando un semplice impasto friggendolo e decorandolo con zucchero a velo.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 20 min

Primi piatti

I ravioli alla crema di formaggio e uova sono un primo piatto godurioso. Scoprirete un ripieno cremoso che si abbina benissimo al guanciale!

  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 90 min
  • Cottura: 20 min

Secondi piatti

I capù sono dei deliziosi involtini di verza ripieni di carne tipici delle valli bergamasche che vantano anche una sagra dedicata a loro!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 55 min

Castagnole al forno
Castagnole morbide
Castagnole ripiene
Castagnole con ricotta
Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta fresca
Biscotti
Pizze e focacce