Cavatelli con bottarga e pomodorini

/5

PRESENTAZIONE

Cavatelli con bottarga e pomodorini

I cavatelli con bottarga e pomodorini sono un primo piatto semplice ma dal sapore deciso.

Il formato di pasta è capace di dare risalto ai sapori forti e di mantenere intatto il gusto e la consistenza della semola, che è ottima con il pomodoro, e ancor più arricchita da una splendida bottarga che rievoca tutto il sapore del mare.

Impossibile resistere ai cavatelli con bottarga e pomodorini, così come agli spaghetti con la bottarga!

INGREDIENTI
Cavatelli 400 g
Pomodorini ciliegino 400 g
Bottarga di muggine in polvere 15 g
Aglio 2 spicchi
Cipollotto fresco 1
Basilico 12 foglie
Pepe nero (da macinare a mulinello) q.b.
Olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
Preparazione

Come preparare i Cavatelli con bottarga e pomodorini

Per preparare i cavatelli con bottarga e pomodorini, iniziate mettendo a lessare i cavatelli in abbondante acqua bollente salata. Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro parti 1. Mondate e schiacciate due spicchi d’aglio, poi metteteli in una padella con l’olio e il cipollotto fresco tagliato a fettine sottili 2; fate appassire il tutto. Aggiungete poi nella padella i pomodorini 3 e fate cuocere a fiamma moderata fino a che il pomodoro si sia ammorbidito ma non spappolato (5 minuti dovrebbero essere sufficienti).

A questo punto aggiustate di sale e poi spegnete il fuoco 4.
Scolate i cavatelli e aggiungeteli al sughetto, facendoli saltare per qualche secondo, unite le foglie di basilico tagliate grossolanamente e pepate a piacere 5. Aggiungete quindi anche la bottarga e mescolatela con gli altri ingredienti 6.
Guarnite i cavatelli con bottarga e pomodorini con foglie di basilico fresco e servite immediatamente!

Consiglio

Se volete potete sostituire i cavatelli con dei malloreddus, tipico formato di pasta sarda, che a differenza dei primi, sono rigati e quindi posseggono una superficie più ruvida.

Curiosita'

I cavatelli sono un formato di pasta tradizionale della Puglia: hanno una tipica forma irregolare, ottenuta “trascinando e premendo” i pezzetti di pasta sulla spianatoia con la punta di due dita. Mentre si compie questo movimento, vengono arrotolati e poi riaperti, ed ecco ottenuti i “cavatelli”.
I cavatelli, si possono gustare anche con semplice sugo di pomodoro, con ricotta fresca o molluschi (ottime le cozze).

RICETTE CORRELATE
COMMENTI29
  • Antonio_Wien
    giovedì 20 gennaio 2022
    Ciao! Per la bottarga, non la polvere, cambia il dosaggio?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 21 gennaio 2022
    @Antonio_Wien: Ciao, puoi regolare la dose a seconda del tuo gusto.
  • Paolo
    domenica 02 aprile 2017
    Cosa abbinereste con questo piatto, per antipasto e per secondo?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 02 aprile 2017
    @Paolo: Ciao Paolo, guarda i nostri migliori secondi piatti di pesce: secondi piatti di pesce ! smiley

Durante la prova puoi interrompere quando vuoi, senza alcun addebito. Dopo la prova GZ Club si rinnova in automatico a € 29,99/anno invece di € 49,99
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.

Newsletter
----->>>>