PRESENTAZIONE

Cavatelli

Quante prelibatezze si possono creare solo con acqua e farina! La pasta fresca, in tutte le sue declinazioni, è una di queste e da sempre stuzzica la fantasia di tutti i popoli. Qui vi proponiamo i cavatelli, un formato di pasta fresca di semola, senza uova, tipica delle regioni del Molise e della Puglia, diffusa però in tutto il Sud Italia.
Mani esperte e pazienti da sempre danno vita a questi gnocchetti speciali, il cui nome deriva dalla loro forma incavata verso l’interno, che si ottiene con una leggera pressione delle dita da esercitare su di un piccolo pezzo di pasta. Bastano pochi ingredienti e un po' di pratica per portare in tavola una gustosa pasta fatta in casa.
I cavatelli sono ottimi conditi con pomodoro e ricotta salatacrema di patate e speck o ancora con un appetitoso sughetto di pesce.

Provate anche i cavatelli di patate, una morbida variante arricchita con patate lesse!

INGREDIENTI
Ingredienti (per 500 gr di cavatelli)
Semola di grano duro rimacinata 400 g
Acqua a temperatura ambiente 240 g
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare i Cavatelli

Per preparare i cavatelli, in un aciotola versate la semola e il sale e mescolate 1. Versate l'acqua a filo, impastando con le mani 2, proseguite così finchè la farina non avrà assorbito il liquido 3.

A questo punto trasferite l'impasto su una spianatoia e lisciatelo per 5-10 minuti, dando delle ipeghe 4. Avvolgete il panetto della pellicola e fate riposare per 30 minuti a temperatura ambiente 5. Riprendete il panetto e prelevate una porzione 6.

Stendete l'impasto creando un filoncino di 6-7 mm di spessore 7. Dividetelo in pezzetti di circa 1 cm 8.

Usate la parte lunga del pollice e aiutatevi a schiacciare e, contemporaneamente, a trascinare in avanti il pezzetto di impasto 10: in questo modo otterrete il cavatello. 11. Si possono realizzare anche con medio o con il dito mignolo. Man mano spolverizzate con la semola per non farli attaccare e adagiateli su un vassoio 12. I cavatelli sono pronti per essere cotti e conditi con i sughi che preferite. 

Conservazione

Una volta pronti i cavatelli potete lasciarli seccare all’aria per qualche ora oppure congelarli: per farlo metteteli distanziati su un vassoio spolverizzato di semola, fate congelare e poi chiudete nei sacchetti gelo: al momento del consumo tuffateli – da congelati – in acqua bollente.

Consiglio

Man mano che formate i cavatelli, conservate l’impasto avanzato avvolto nella pellicola o in un canovaccio, così non si seccherà. La semola è perfetta per la preparazione della pasta fresca perché assorbe poca umidità, rendendo l’impasto più resistente.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI60
  • annunziat
    giovedì 02 dicembre 2021
    ciao quanti giorni si possono tenere prima di cuocerli? si devono fare il giorno stesso che si devono cuocere? grazie  
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 03 dicembre 2021
    @annunziat: ciao! Ti consigliamo di prepararli e cuocerli direttamente smiley
  • Moira m.
    martedì 30 novembre 2021
    buona sera, non vedo indicazioni x il tempo di cottura. grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 30 novembre 2021
    @Moira m. : Ciao, basterà un minutino se sono appena fatti altrimenti se li fai seccare un po' il tempo si allunga leggermente! smiley

Chiudi