/5

Cestino di croccante alle nocciole

PRESENTAZIONE

Cestino di croccante alle nocciole

Quando servirete agli ospiti questo cestino di croccante alle nocciole farcito con crema diplomatica li lascerete senza dubbio a bocca aperta. Il successo è garantito: il connubio di nocciole caramellate, che ricordano il croccante,  con il loro sapore tanto delicato quanto intenso, dell'amarezza del cioccolato fondente e della consistenza vellutata della diplomatica è perfetto.
Sarà interessante gustare la delicata crema diplomatica magistralmente posta all'interno e proseguire fino in fondo scoprendo anche la croccantezza del guscio.
Come dolce al cucchiaio monoporzione, può essere un fine pasto ideale e soddisfacente: un'autentica sorpresa da 10 e lode!

Leggi anche: Cestini di frutta

INGREDIENTI

Ingredienti per 4 cestini di croccante alle nocciole
Granella di nocciole 30 g
Zucchero 170 g
Acqua 50 g
Per la crema diplomatica
Latte intero 180 g
Tuorli 2
Amido di mais (maizena) 10 g
Zucchero 55 g
Panna fresca liquida 180 g
Baccello di vaniglia 1
Gelatina in fogli 1 g
Per guarnire
Cioccolato fondente 100 g
Frutti di bosco 45 g
Menta 4 ciuffi
Gocce di cioccolato fondente 30 g
Preparazione

Come preparare il Cestino di croccante alle nocciole

Per preparare il cestino di croccante alle nocciole con crema diplomatica, iniziate a preparare la base per la farcitura. Ponete il latte in un pentolino e aggiungetevi la polpa di vaniglia prelevata dalla bacca e la bacca intera 1. Mentre il latte si scalda mettete in ammollo la gelatina e tenetela da parte. Ponete i tuorli e lo zucchero in una terrina 2, montate con la frusta a mano e poco alla volta amalgamatevi l’amido 3.

Quando il latte è caldo privatelo della bacca di vaniglia 4 e miscelate un paio di mestolate al composto di tuorlo e zucchero 5. Versate poi il tutto nel pentolino con il resto del latte e fare addensare dolcemente mescolando la crema in continuazione 6.

Scolate e strizzate bene la gelatina che era in ammollo 7 e aggiungetela alla crema in cottura, mescolando accuratamente per farla sciogliere 8. Trasferite la crema pasticcera calda in una pirofila larga e bassa, copritela con carta trasparente e lasciate che si raffreddi completamente a temperatura ambiente 9: impiegherà circa due ore.

Nel frattempo dedicatevi ai cestini di croccante. In un altro pentolino antiaderente mettete l’acqua e lo zucchero, portatelo poi dolcemente ad una temperatura di 165° misurandola con un termometro da cucina 10. In assenza dello strumento, spegnete il fuoco non appena lo zucchero assume un colore biondo 11. A questo punto aggiungete al caramello il trito di nocciole 12

e amalgamate mescolando con un cucchiaio di legno, cuocendo ancora per 2-3 minuti 13. Trasferite immediatamente il croccante caldo su un tappetino in silicone o su un foglio di carta forno 14, stendetelo quindi il più possibile con una spatola 15 e aspettate almeno 10 minuti che si raffreddi completamente.

Per ottenere i cestini frantumate grossolanamente il croccante freddo e mettetene i pezzi in un mixer 16: azionate le lame e tritatelo molto finemente. Posizionate ora un coppapasta di 15 cm di diametro sul foglio di silicone o su una teglia rivestitra da carta forno e riempitelo con circa 45 g di polvere di croccante 17. Dopo aver tolto delicatamente il coppapasta compattate ulteriormente la base con il dorso di un cucchiaino 18. Infornate per 3-4 minuti in forno statico preriscaldato a 180° (se ventilato, a 160° per 2 minuti circa).

A cottura terminata fate raffreddare leggermente il croccante e staccatelo poi dal foglio di silicone o dalla carta forno, facendo molta attenzione 19. Trasferite il croccante su un pirottino di alluminio capovolto 20 e fatelo aderire il più possibile ai suoi bordi in modo che assuma la forma necessaria 21. Lasciate raffreddare il cestino sopra il pirottino.

A questo punto potete ultimare la farcitura. Ponete la panna fresca nel contenitore di un robot e azionate le fruste per montarla ben soda 22: aggiungetela alla crema pasticcera completamente fredda e amalgamate con delicatezza, mescolando dal basso verso l’alto per non far smontare la panna 23. Riempite ora con la crema diplomatica una sac-à-poche con bocchetta a stella 24, quindi riponetela in frigorifero.

L’ultimo ingrediente che vi serve è il cioccolato. Tritatelo con la lama di un coltello 25. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria: trasferite il trito in una terrina posta in una pentola leggermente più grande e riempita con un po’ di acqua, che non deve però essere a contatto con la terrina. Accendete il fuoco e lasciate che il cioccolato si sciolga completamente 26. Prendete il cestino di croccante, che nel frattempo si è solidificato tornando croccante, e spennellatene l’interno con il cioccolato fuso ancora caldo 27.

E’ il momento della farcitura: togliete dal frigorifero la sac-à-poche contenente la crema diplomatica e riempite il cestino 28. Decorate con i frutti di bosco 29, le gocce di cioccolato e infine una fogliolina di menta 30. Il vostro cestino di croccante alle nocciole è pronto per stupire i vostri invitati.

Conservazione

Potete conservare il croccante e i cestini ponendoli in un contenitore di latta o sotto una campana di vetro.
Una volta lasciata freddare la crema diplomatica è possibile congelarla o conservarla in frigorifero per 2-3 giorni, ben chiusa ermeticamente in un contenitore.

Consiglio

Una variante golosa può essere realizzare il cestino con una granella di pistacchi al posto delle nocciole

Ti suggeriamo

RICETTE CORRELATE
COMMENTI (61)
Lascia un commento o chiedici un consiglio
  • Luluz89
    mercoledì 13 febbraio 2019
    Ciao Sonia come mai quando ho inserito le nocciole mi si è impiccato tutto come quando ho fatto le mandorle pralinate? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 13 febbraio 2019
    @Luluz89: ciao! Ci puoi spiegare meglio cosa è successo? 
  • Giovi
    venerdì 28 luglio 2017
    Ma il caramello deve raggiungere il colore biondo obbligatoriamente?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 28 luglio 2017
    @Giovi:Ciao Giovi, se non disponi del termometro puoi regolarti monitorando la doratura del caramello.