Cevapcici

/5

PRESENTAZIONE

Sono tipici della cucina balcanica, ma vengono preparati anche in parte del nord-est Italia, in Austria e in Romania, dove prendono il nome di mititei o mici… stiamo parlando dei cevapcici, una specialità che molti di voi probabilmente avranno avuto occasione di assaggiare, magari durante una vacanza in Croazia! I cevapcici sono delle polpette di carne dalla forma cilindrica caratterizzate da un sapore particolarmente speziato e deciso, dovuto alla presenza di abbondante cipolla, aglio e paprika. Una ricetta per palati forti, insomma, ma così amata da essere diventata uno dei più popolari street food dell’Europa dell’Est. Da cuocere sulla piastra ma perfetti anche per una grigliata all’aperto, i cevapcici vengono tradizionalmente serviti in vari modi, a seconda del paese in cui vi trovate: con cipolla cruda e salsa ajvar (una salsa piccante a base di peperoni), con pane arabo e salsa allo yogurt (ideale per stemperare il gusto della carne), con sottaceti e patatine (un must in Romania), con panna acida… scegliete l’abbinamento che vi ispira di più oppure accompagnateli semplicemente con riso e verdure, siamo certi che non vi deluderanno!

INGREDIENTI
Per circa 15 cevapcici
Agnello macinato 200 g
Manzo macinato 150 g
Maiale macinato 150 g
Cipolle bianche 1
Aglio 1 spicchio
Paprika dolce ½ cucchiaino
Cumino in polvere ½ cucchiaino
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare i Cevapcici

Per realizzare i cevapcici, per prima cosa mondate e tritate finemente la cipolla 1 e l’aglio 2, poi versate i 3 tipi di carne macinata in una ciotola capiente 3.

Unite la cipolla 4, l’aglio 5 e il cumino 6.

Aggiungete anche la paprika 7 e impastate con le mani per ottenere un composto omogeneo, poi regolate di sale 8 e di pepe e impastate ancora. Coprite la ciotola con pellicola 9 e lasciate in frigorifero per almeno 2 ore, per permettere ai sapori di amalgamarsi.

Trascorso questo tempo riprendete il composto e formate delle polpette cilindriche lunghe circa 10 cm e larghe 2 cm, lavorandolo fra i palmi delle mani 10. Nel frattempo scaldate bene una piastra. Dopo averli formati, cuocete i cevapcici sulla piastra per circa 7 minuti, girandoli spesso per assicurarvi una cottura uniforme 11: dovranno risultare abbrustoliti all’esterno ma ancora morbidi e succosi all’interno. Servite i cevapcici ancora caldi o tiepidi, magari accompagnati con cipolla cruda e salsa ajwar come da tradizione 12!

Conservazione

I cevapcici cotti si possono conservare per 2 giorni in frigorifero. In alternativa potete congelare le polpette da crude.

Consiglio

Se desiderate potete aromatizzare ulteriormente i cevapcici aggiungendo anche della maggiorana all’impasto. Alcuni utilizzano un pizzico di bicarbonato per rendere il composto più morbido.

Per quanto riguarda il tipo di carne, potete omettere il maiale o sostituirlo all’agnello; l’importante è che il macinato sia molto fine, per cui se ne avete la possibilità chiedete al vostro macellaio di macinarlo 2 volte. Non si consiglia di utilizzare solo carne trita di manzo perché il composto risulterebbe troppo magro e asciutto.

Provate a cuocerli sul barbecue durante una grigliata all’aperto, saranno ancora più buoni!

Curiosità

Il nome cevapcici deriva dal termine persiano kebab e dal diminutivo slavo -cici, con riferimento quindi al tipico piatto arabo a base di carne speziata.