Ciambella romagnola (brazadela)

/5

PRESENTAZIONE

Ciambella romagnola (brazadela)

Lo spirito del Natale che pervade le nostre case durante le feste passa inevitabilmente dalla preparazione di quei dolci tipici della tradizione le cui origini si perdono nella notte dei tempi. La ciambella romagnola, conosciuta anche come brazadela nella zona del ferrarese, è uno di questi dolci dai legami indissolubili. Semplice e dai sapori rustici, la ciambella romagnola è l'unica ciambella senza buco dalla consistenza friabile, un po' biscottata, un dolce casalingo buono e genuino, da gustare da solo o “tociato” (imbevuto) nel vino che lo renderà ancora più irresistibile. Il segreto per ottenere un’ottima ciambella romagnola? Mani e amore! Infatti è proprio impastando a mano, come da sempre fanno le nonne romagnole, che si realizzerà una perfetta ciambella.

INGREDIENTI

Zucchero 125 g
Farina 00 300 g
Uova 2
Scorza di limone 1
Burro fuso 80 g
Lievito in polvere per dolci 8 g
Sale fino 1 pizzico
per guarnire
Latte intero q.b.
Zucchero 1 cucchiaio
Granella di zucchero 1 cucchiaio
Preparazione

Come preparare la Ciambella romagnola (brazadela)

Per realizzare la ciambella romagnola, per prima cosa sciogliete il burro a bagnomaria e lasciatelo raffreddare; una volta freddo unitelo alle uova e sbattete leggermente con la frusta per amalgamare 1. In un'altra ciotola versate la farina setacciata 2, lo zucchero 3,

il sale 4 e il lievito setacciato 5. Aromatizzate con la scorza di limone avendo cura di grattugiare solo la parte gialla e non quella bianca che risulterebbe amara 6.

A questo punto versate la miscela di uova e burro fuso nella ciotola con le polveri 7 e mescolate con una spatola per raccogliere gli ingredienti 8. Poi trasferite il composto sul piano da lavoro e proseguite impastando a mano 9.

Una volta ottenuto un panetto omogeneo e compatto, dategli la forma di un filoncino 10, adagiatelo su una leccarda da forno 11 e schiacciatelo leggermente con i palmi per appiattirlo, quindi spennellate la superficie con il latte 12.

Guarnite con la granella di zucchero 13 e lo zucchero semolato 14. Cuocete la ciambella romagnola in forno ventilato a 170° per 40 minuti avendo cura di girare la teglia dopo i primi 20 minuti per ottenere una cottura omogenea. Una volta pronta, sfornate la ciambella romagnola 15 e lasciatela intiepidire prima di servirla.

Conservazione

La ciambella romagnola si conserva in una scatola di latta per circa 2 settimane. Se desiderate, potete congelare la brazadela dopo la cottura, magari già tagliata a fette.

Consiglio

E’ possibile aromatizzare la ciambella romagnola con un liquore di vostro gradimento.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI64
  • Casamarce85
    sabato 10 luglio 2021
    Ma in che senso girare la teglia?
    Redazione Giallozafferano
    sabato 10 luglio 2021
    @Casamarce85: ciao! Ruotarla di 180° smiley 
  • valeria.nikkori
    martedì 22 giugno 2021
    Con cosa si può sostituire il burro?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 22 giugno 2021
    @valeria.nikkori: Ciao, puoi sostituire il burro con la stessa dose di margarina (senza grassi idrogenati preferibilmente) o usare lo strutto come si faceva anticamente.