Ciambellone della nonna

/5

PRESENTAZIONE

Ciambellone della nonna

Il profumo di un dolce rustico fatto dalle amorevoli mani della nonna. Lo stesso che si espande nella cucina bussando pian piano alle porte di tutta la casa. Un’immagine che sicuramente ricordiamo in tanti e di cui sicuramente abbiamo nostalgia. Perché non rivivere questo dolcissimo ricordo preparando un buon ciambellone della nonna? Esatto, non stiamo parlando della torta della nonna, l'altro grande classico che è probabilmente l'unico capace di resistere alla sfida. Ci riferiamo invece alla più soffice delle ciambelle, il dolce ideale per fare la colazione tutti insieme prima di salutarsi. Ma anche la merenda ideale per i ragazzi che si dedicano un po’ di relax dallo studio. Persino il dolce da dedicare alla propria metà quando questa non sta bene o magari per stuzzicare la sua fantasia con un tocco di cacao. Il ciambellone della nonna è sempre una garanzia di riuscita ma anche di sapore: piace proprio a tutti. Oggi GialloZafferano si traveste da amorevole nonnina e svela i segreti della sua buonissima ricetta, quella da tramandare di volta in volta per mandare avanti la tradizione. Ecco come si prepara il ciambellone della nonna, vi aspettiamo tutti!

INGREDIENTI

Ingredienti per uno stampo di 23 cm di diametro e alto 9 cm
Farina 00 500 g
Zucchero 300 g
Burro a temperatura ambiente 250 g
Latte intero a temperatura ambiente 250 g
Uova (circa 5 medie) a temperatura ambiente 275 g
Uvetta 75 g
Arancia candita 50 g
Arance (la scorza e il succo) 1
Scorza di limone 1
Baccello di vaniglia 1
Lievito in polvere per dolci 16 g
Per lo stampo e le uvette ammorbidite
Burro q.b.
Farina 00 q.b.
Per guarnire
Zucchero a velo q.b.
Preparazione

Come preparare il Ciambellone della nonna

Per preparare il ciambellone della nonna cominciate assicurandovi che gli ingredienti da frigo siano a temperatura ambiente altrimenti si slegheranno tra loro. Grattugiate la scorza di limone e arancia e tenete da parte 1, poi dividete a metà l’arancia, spremete 2 e filtrate il succo in un recipiente. Quindi sciacquate l'uvetta e mettetela in ammollo con succo d'arancia 3.

Nel frattempo setacciate la farina e il lievito in una ciotola 4 e mescolate 5. Prima di proseguire, imburrate e infarinate uno stampo da ciambella del diametro di 23 cm e alto 9 cm e accendete il forno. Ora che avete tutto pronto passate alla preparazione: in una ciotola versate il burro morbido, unite le scorze degli agrumi 6,

i semi della bacca di vaniglia 7 e montate con le fruste versando lo zucchero un po’ alla volta (8-9).

Dopo circa 5 minuti potete unire le uova versandole una alla volta 10, continuando a far andare le fruste. Lasciate montare ancora qualche minuto, fino a quando l'impasto non sarà spumoso e omogeneo 11. Infine aggiungete farina e lievito un po’ alla volta aiutandovi con un cucchiaio 12. Tenete sempre le fruste in funzione

e stemperate versando il latte a filo 13. Spegnete e togliete le fruste. Scolate l’uvetta 14 e spolverizzate con un po’ di farina 15.

Eliminate la farina in eccesso e unite l'uvetta alle scorze d’arancia candita 16. Ora versate 1/3 di impasto nello stampo e poi distribuite metà delle uvette e delle scorze candite 17. Ripetete ancora con 1/3 di impasto 18 e la restante parte di uvetta e scorze.

Infine ricoprite con il restante 1/3 di impasto. Livellate la superficie 19 e il dolce è pronto per essere infornato. Cuocete in forno statico, già caldo a 180°, per circa 60 minuti: fate la prova stecchino a fine cottura. Una volta cotto, lasciate raffreddare completamente il ciambellone della nonna 20 prima di sformare e spolverizzare, a vostro piacimento, con lo zucchero a velo 21!

Conservazione

Il ciambellone della nonna si conserva per 2-3 giorni sotto una campana di vetro in un luogo fresco. Se si preferisce si può congelare, meglio se già a fette.
Non è possibile conservare l’impasto da crudo, perciò una volta pronto andrà cotto subito.

Consiglio

Potete personalizzare il vostro ciambellone della nonna e renderlo ogni volta diverso: per esempio, invece delle scorze d’arancia, provate ad utilizzare dello zenzero candito. Oppure, invece della scorza d’agrumi, utilizzate delle gocce di cioccolato o spezzettate una barretta grossolanamente per un effetto più rustico. Infine potete dare un tocco di brio aggiungendo 2 cucchiai di cointreau o limoncello al succo per reidratare le uvette.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI209
  • *Noemi*
    venerdì 29 maggio 2020
    Ho congelato la ciambella, a fette. Come la dcongelo per mangiarla? La metto nel frigo? La lascio a temperatura ambiente? Per quanto tempo? Dovrei riscaldarla nel microonde? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 29 maggio 2020
    @*Noemi*: Ciao, puoi lasciarla a temperatura ambiente. Il tempo non è determinabile perché dipende da troppi fattori (spessore, temperatura di congelamento, temperatura dell'ambiente...). Adesso che ci avviciniamo all'estate potrebbero servire anche poche ore! In alternativa puoi sempre scongelare la sera prima di andare a dormire e lasciare a temperatura ambiente con una campana, così avrai pronta la colazione
  • MarilisaSalvo
    domenica 17 maggio 2020
    Non ho latte, posso sostituirlo con l'acqua?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 17 maggio 2020
    @MarilisaSalvo:Ciao, puoi provare ma dovrai ricalibrare anche gli altri dosaggi per ottenere la giusta consistenza dell'impasto.Inoltre considera che non otterrai la stessa resa.