Cipolline in agrodolce

/5

PRESENTAZIONE

Cipolline in agrodolce

Un contorno semplice ma di grande effetto, in grado di esaltare il gusto della pietanza che accompagna: cipolline in agrodolce! Un grande classico della nostra tradizione, ideale da servire tiepido o a temperatura ambiente, magari come antipasto in abbinamento a formaggi più o meno stagionati. La nota pungente dell’aceto viene ingentilita dalla dolcezza dello zucchero, mentre l’aggiunta del burro rende la glassa particolarmente morbida e setosa. Il risultato è un piatto dal sapore deliziosamente equilibrato, che diventa ancora più buono se gustato il giorno dopo. Pensate che le cipolle non siano abbastanza "romantiche" per essere portate in tavola? Allora sappiate che Pablo Neruda ha dedicato a questo ortaggio addirittura una poesia, in cui definisce la cipolla «destinata a splendere»... anche nei vostri piatti!

Scoprite altre ricette con le cipolline borettane:

Leggi la ricetta in inglese

Preparazione

Come preparare le Cipolline in agrodolce

Per preparare le cipolline in agrodolce versate in un pentolino lo zucchero di canna 1 e l’acqua 2. Fate sciogliere lo zucchero a fuoco dolce, mescolando con un cucchiaio di legno, poi unite il burro 3.

Quando anche il burro si sarà sciolto aggiungete le cipolline che avrete precedentemente lavato 4, salate 5 e pepate. Cuocete per un paio di minuti a fiamma media, mescolando spesso così da velarle uniformemente di glassa 6.

A questo punto unite l’aceto 7. Lasciate evaporare l’odore forte dell’aceto senza far asciugare il liquido 8, poi aggiungete il timo 9.

Coprite con il coperchio e cuocete a fuoco medio-basso per 30 minuti, mescolando occasionalmente 10; se dovessero asciugarsi o colorirsi troppo potete bagnarle con poca acqua. Trascorso questo tempo verificate che le cipolline siano tenere 11; se desiderate una consistenza più burrosa potete proseguire la cottura per altri 10 minuti. Per ispessire ulteriormente la glassa potete aggiungere una noce di burro freddo a fine cottura. Le vostre cipolline in agrodolce sono pronte 12!

Conservazione

Per assaporare al meglio le cipolline in agrodolce si consiglia di lasciarle riposare e di servirle a temperatura ambiente o tiepide; l'ideale è prepararle il giorno prima. Potete conservarle in frigorifero per 2-3 giorni, all’interno di un contenitore ermetico.

Consiglio

Potete sostituire lo zucchero di canna con lo zucchero semolato e aumentarne o diminuirne la quantità a seconda dei vostri gusti.

Se preferite utilizzare il miele tenete conto che in cottura tirerà fuori una nota amarognola, quindi consigliamo di scegliere una varietà dal gusto delicato come il miele millefiori o di acacia. In alternativa potete preparare le cipolline con una dose leggermente inferiore di zucchero e glassarle a fine cottura con un cucchiaio di miele: in questo caso potete utilizzare anche un miele dal gusto più deciso come quello di castagno o di arancio!

Al posto dell’aceto di mele potete utilizzare tranquillamente l’aceto di vino bianco. L’aceto di vino rosso vi restituirà un risultato diverso in termini di colore e di sapore, ma non sgradevole. L’aceto balsamico invece conferirà un retrogusto particolare ed è più indicato per altre preparazioni, come per esempio le cipolle rosse caramellate.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI86
  • Sarav04
    lunedì 27 dicembre 2021
    Ciao. Purtroppo ho dimenticato l'aceto di mele. Posso sostituirlo con quello balsamico ?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 28 dicembre 2021
    @Sarav04: ciao! sarebbe meglio usare l'aceto bianco se non hai quello di mele, anche se il gusto potrebbe essere più forte! Magari puoi utilizzarne un po' meno. 
  • Amandaro
    lunedì 06 dicembre 2021
    Ciao GZ! con cosa posso sostituire il timo?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 07 dicembre 2021
    @Amandaro: Ciao, origano fresco oppure un rametto di rosmarino smiley

Chiudi
Prezzo bloccato per 24 mesi - Disdici quando vuoi
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.