Composta di cipolle di Tropea al balsamico

PRESENTAZIONE

La composta di cipolle di Tropea al balsamico è una ricetta semplice da preparare e molto gustosa a base di cipolle rosse di Tropea appassite con l’aceto balsamico e il miele. Il sapore delicato della composta di cipolle di Tropea al balsamico rende questa preparazione ottima come accompagnamento di diversi piatti tra cui formaggi stagionati, arrosti di maiale o pesce. La composta di cipolle di Tropea al balsamico è molto buona anche servita come antipasto sui crostini di pane.

Leggi anche: Marmellata di cipolle di Tropea

INGREDIENTI
159
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per 2 vasetti da 150 gr
Cipolle rosse di Tropea (circa 6-7 cipolle) 500 g
Zucchero 250 g
Aceto balsamico 100 g
Miele millefiori 20 g
Preparazione

Come preparare la Composta di cipolle di Tropea al balsamico

Per preparare la composta di cipolle di Tropea al balsamico iniziate dalla pulizia delle cipolle: lavate, mondate e tagliate a fette le cipolle 1 (per questa operazione consigliamo di utilizzare dei guanti monouso per evitare che resti l’odore di cipolla sulle mani). Prendete una casseruola, aggiungete le cipolle e l’aceto balsamico 2, quindi lasciate appassire per 10 minuti a fuoco basso, mescolando frequentemente 3.

Quando le cipolle saranno appassite unite il miele 4 e lo zucchero 5 e lasciate cuocere per circa 45 minuti a fuoco molto basso, continuando a mescolare spesso 6; controllare che la composta rimanga morbida e non tenda a "caramellare". Trascorso il tempo indicato verificate la cottura facendo la prova del piattino: versate un cucchiaino di composta di cipolle di Tropea al balsamico su un piattino inclinato, sarà pronta se non tenderà a colare ma resterà piuttosto compatta e omogenea, in caso contrario, rimettetela a cuocere ancora per poco.

Ora occupatevi della sanificazione dei vasetti (7-8): seguendo le indicazioni del Ministero della Salute indicate in fondo alla ricetta.  Invasate la composta di cipolle di Tropea al balsamico avendo cura di lasciare 2-3 cm di spazio dal bordo, poi chiudete bene i barattoli. Una volta messa la composta nei barattoli, chiudete e passate alla bollitura, ovvero alla pastorizzazione,  seguendo sempre le indicazioni delle linee guida ministeriali. Verificate infine che il sottovuoto si sia formato correttamente: se premendo sul tappo NON sentirete il "click clack" significa che il sottovuoto è stato fatto correttamente. Una volta pronta la composta di cipolle di Tropea al balsamico conservatela in un luogo fresco e asciutto e, al momento di servirla ponetela in una ciotolina e accompagnatela a del buon formaggio stagionato 9.

Conservazione

Conservate la composta in un luogo fresco e asciutto e, una volta aperta, in frigorifero.

Consiglio

Potete servire la composta anche con carni arrosto o pesce.

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa rimandiamo alle linee guida del Ministero della Salute. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e sul trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione, in modo da non incorrere in rischi per la salute.

78 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • LaPh3d3
    martedì 23 aprile 2019
    Ciao. Non riesco a capire dal sito del ministero se la pastorizzazione dei vasetti per le marmellate è da fare oppure si può saltare il passaggio e invasare solo a testa in giù per 5 minuti senza farli bollire pieni. Grazie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 24 aprile 2019
    @LaPh3d3:Ciao, noi consigliamo nella ricetta di ribollire. Come invece riportato alla pagina 84 del documento di linee guida del Ministero, le marmellate e le confetture possono essere inserite nei vasetti ancora calde lasciando lo spazio di almeno 1 cm dal bordo.
  • paola barillari
    martedì 28 agosto 2018
    L’ho preparata ieri sera e l’ho messa in un vasetto di vetro. stamattina è un blocco di marmo. Ho seguito alla lettera la ricetta soprattutto il fuoco al minimo. C’é un modo per recuperarla? grazie Paola B.
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 30 agosto 2018
    @paola barillari: ciao! Probabilmente dipende dal tipo di cipolle che contenevano meno acqua ma da quel che dici ha cotto troppo. Puoi provare a scaldarla aggiungendo poca acqua! 
1 FATTA DA VOI
patrizia torosani
composta di cipolle di Tropea
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo

{if !$smarty.const.IS_LIVE} {if}