Confettura di fragole

PRESENTAZIONE

Tra le varie tipologia di frutta le fragole sono forse quella più amata… dal sapore dolce e dal colore rosso acceso attraggono la curiosità anche dei più piccoli! Queste piccole dolcezze possono essere gustate da sole, o utilizzate per realizzare moltissimi dolci. Un fantastico frutto che molti attendono per un intero inverno, e che compare sulle nostre tavole solo nei mesi primaverili! Oggi noi di Giallo Zafferano vogliamo consigliarvi come conservare il loro gusto per l’intero anno. La risposta è semplice! Farne una confettura. Una crema a base di frutta, che mantiene al suo interno i pezzi delle fragole. Ottima da gustare spalmata sul pane tostato al mattino, perfetta per arricchire crostate e dessert. Il suo gusto dolce ma allo stesso tempo leggermente acidulo si sposa alla perfezione anche con formaggi stagionati. Allora cosa aspettate? Racchiudete questa confettura di fragole nei vostri vasetti di vetro, basterà aprirli per sprigionare tutto il profumo e il sapore delle fragole come appena raccolte!

Leggi anche: Confettura di fragole e albicocche alla vaniglia

INGREDIENTI
27
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per 400 g di confettura alle fragole
Fragole 500 g
Zucchero 140 g
Succo di limone 50 g
Preparazione

Come preparare la Confettura di fragole

Per preparare la confettura di fragole partite dalle fragole: sceglietele ben mature, quindi lavatele delicatamente sotto l’acqua corrente, senza immergerle direttamente nell'acqua. Privatele del picciolo 1 e asciugatele leggermente con un panno da cucina. Spremete un limone e raccogliete il succo in un bicchiere 2. Mettete le fragole in una pentola di acciaio inossidabile capiente e aggiungete lo zucchero 3.

Aggiungete anche il succo del limone 4 e mescolate bene il tutto con una spatola 5 fino a che lo zucchero non si sarà completamente amalgamato. Coprite con un coperchio 6 e lasciate macerare in per un tempo che non sia inferiore alle 7 ore, ma che non superi le 12 ore. Una volta trascorso questo tempo potete procedere con la sanificazione dei barattoli e dei tappi come riportato nelle linee guida del Ministero della Salute indicate in fondo alla ricetta.

Trascorso il tempo di macerazione, ponete la pentola con le fragole sul fuoco e portate a ebollizione, mescolando con una spatola di tanto in tanto 7. Se necessario schiumate il composto 8 affinché la vostra confettura non risulti opaca, e lasciate bollire a fiamma moderata per 30-40 minuti 9, mescolando delicatamente non troppo spesso, fino a raggiungere i 108°. Utilizzate un termometro da cucina per misurare la temperatura esatta.

Quindi procedete a invasare la vostra confettura, ancora calda, nei vasetti che avete sanificato 10, avendo cura di lasciare circa 1 centimetro di spazio dal bordo del barattolo. Avvitate bene i tappi ma senza stringere eccessivamente 11 e lasciate raffreddare 12. Con il calore della confettura si creerà il sottovuoto, che permetterà di conservare il prodotto a lungo. Una volta che i barattoli si sono raffreddati, verificate se il sottovuoto è avvenuto correttamente: potete premere al centro del tappo e, se non sentirete il classico "click-clack", il sottovuoto sarà avvenuto.  La vostra confettura di fragole è pronta per essere gustata!

Conservazione

La confettura di fragole si conserva per circa 3 mesi, purché il sottovuoto sia avvenuto correttamente e i barattoli siano conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore. Si consiglia di attendere almeno 2-3 settimane prima di consumare la confettura. Una volta aperto ogni barattolo, conservare in frigorifero e consumare nel giro di 3-4 giorni al massimo.

Consiglio

Le fragole contengono pochissima pectina, una sostanza naturale presente in quantità diversa nella frutta che favorisce la densità delle confetture durante la cottura. La confettura di fragole risulterà quindi abbastanza liquida senza l’aggiunta di un addensante: se la preferite più densa, è consigliabile allungare i tempi di cottura. Per verificare la consistenza della confettura, potete prelevarne una goccia con un cucchiaino e lasciarla cadere su un piattino: inclinando il piattino, e vedendo come "scivola" la goccia di confettura, verificherete la consistenza del prodotto.

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa rimandiamo alle linee guida del Ministero della Salute. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e sul trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione, in modo da non incorrere in rischi per la salute.

183 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • artemisia_b
    giovedì 06 giugno 2019
    buonasera, volevo chiedere: nel caso in cui il sottovuoto non avvenga nemmeno dopo aver capovolto i barattoli e aver atteso il raffreddamento si può rimediare in qualche modo o devo buttare via tutto?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 07 giugno 2019
    @artemisia_b: Ciao, non possiamo darti indicazioni rispetto al consumo o meno del prodotto per questioni di sicurezza alimentare, è una valutazione che non possiamo fare. Il problema però potrebbe essere dovuto principalmente ai tappi o capsule... forse hai utilizzato dei tappi già utilizzati in precedenza?
  • Costinz
    sabato 18 maggio 2019
    Buongiorno, non capisco se i vasi, dopo la sanificazione, vanno asciugati o no? Grazie!
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 20 maggio 2019
    @Costinz: Ciao, una volta sanificati puoi asciugarli smiley
2 FATTE DA VOI
Francesca7177
È venuta benissimo, l'unica differenza r alla ricetta è che ho diminuito la quantità di zucchero ed ho utilizzato quello di canna😋
Lullu26
Marmellata di Fragole.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo