Confettura di susine gialle

PRESENTAZIONE

Pane e marmellata: una merenda semplice che rievoca l’infanzia. Oggi vi consigliamo di spalmare sulla vostra fetta di pane casareccio una delicata confettura di susine gialle! Catturate nei barattoli tutto il sapore dell’estate da gustare in ogni stagione: questa confettura di susine gialle, dal retrogusto leggermente amarognolo, sarà perfetta sia per le vostre colazioni che per farcire una base di pasta frolla e realizzare una deliziosa crostata! Preparata in modo semplice e senza l'aggiunta di altri conservanti, questa confettura contiene tre soli ingredienti: zucchero, succo di limone e le nostre amatissime susine. A voi non resterà che scegliere le susine più succose, lasciar macerare e attendere che la confettura di susine gialle arrivi a temperatura… E, se preferite, potrete renderla ancora più profumata aggiungendo anche un po' di cannella! Sempre su queste note aromatiche e particolari, vi consigliamo la confettura di pesche e lavanda!

Leggi anche: Torta estiva con pan di spagna integrale

INGREDIENTI
34
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per 3 vasetti di confettura da 250 g
Susine 1050 g
Zucchero 300 g
Succo di limone 40 g
Preparazione

Come preparare la Confettura di susine gialle

Per preparare la confettura di susine gialle, iniziate dalla preparazione della frutta: lavate le susine, tagliatele a metà con un coltello 1, rimuovete il nocciolo 2 e tagliatele in quarti 3. Una volta denocciolate, il peso complessivo delle susine sarà di circa 1kg.

Aggiungete lo zucchero 4 e mescolate bene 5. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente o con un piatto 6 e lasciate macerare a temperatura ambiente per circa un'ora. Mentre aspettate che la frutta si maceri, potete procedere con la sanificazione dei barattoli e dei tappi, come riportato nelle linee guida del Ministero della Salute indicate in fondo alla ricetta.

Trascorso il tempo di macerazione, versate le susine con tutto il loro liquido in una pentola in alluminio con il doppio fondo e i bordi alti e accendete la fiamma al massimo 7. Una volta raggiunto il bollore abbassate la fiamma, in modo da tenere un bollore sostenuto, ma non troppo forte 8. Lasciate cuocere per circa 45 minuti, mescolando il meno possibile fino al raggiungimento di 108 gradi. Aiutatevi con un termometro da cucina per misurare la temperatura esatta 9.

Trascorsi 45 minuti togliete dal fuoco e aggiungete il succo di mezzo limone 10 e mescolate 11. La confettura deve presentarsi densa e con alcuni pezzi di frutta ancora visibili. A questo punto potete cominciare a invasare nei vasetti che avete sanificato, versando la confettura ancora calda con un mestolo 12.

Riempite i vasetti lasciando almeno 1 cm di spazio dal tappo 13;  avvitate bene i tappi sanificati ma senza stringere eccessivamente 14 e lasciate raffreddare 15. Con il calore della confettura si creerà il sottovuoto, che permetterà di conservare il prodotto a lungo. Una volta che i barattoli si saranno raffreddati verificate se il sottovuoto è avvenuto correttamente: potete premere al centro del tappo e, se non sentirete il classico "click-clack", il sottovuoto sarà avvenuto.  La vostra confettura di susine gialle è pronta per essere gustata!

Conservazione

La confettura di susine gialle si conserva per circa 3 mesi, purché il sottovuoto sia avvenuto correttamente e i barattoli siano conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore. Si consiglia di attendere almeno 2-3 settimane prima di consumare la confettura. Una volta aperto ogni barattolo, conservare in frigorifero e consumare nel giro di 3-4 giorni al massimo.

Consiglio

A fine cottura potete aggiungere alcuni petali di fiordaliso essiccato: la vostra confettura di susine gialle avrà un sapore, un colore e un profumo ancora più speciale!

Per una corretta preparazione delle conserve alimentari

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa è necessario rispettare le linee guida indicate dal Ministero della Salute, riportate qui: Linee guida per la corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona e degli strumenti utilizzati, così come indicazioni su una corretta sanificazione dei barattoli, trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione. Prima di preparare una conserva (marmellate, confetture, composte, chutney, sottoli, sottaceti, frutta sciroppata, gelatine di frutta, marinature, pesto) è bene leggere attentamente le indicazioni riportate nel link in modo da non incorrere in rischi per la salute.

Curiosità

Da un punto di vista botanico non c'è nessuna differenza tra susina e prugna. In generale, si tende a chiamare susina il frutto fresco, mentre la si chiama prugna quando è essiccata. Ci sono molte varietà di susine che possono avere differenti colorazioni, dal violaceo al verde chiaro, passando per il rosso e il giallo. Ed è proprio la susina gialla a essersi guadagnata un nome prezioso: Goccia d'Oro.

15 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Chiara@84
    mercoledì 31 luglio 2019
    ciao, volevo una conferma; le prugne vanno fatte macerare solo nello zucchero e non nello zucchero insieme al limone?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 01 agosto 2019
    @Chiara@84: ciao! Esattamente, il succo di limone si aggiunge al passagio 10! 
  • stortagiovani
    mercoledì 11 luglio 2018
    Buongiorno, leggendo le linee guida indicate dal ministero della salute, è indicato di utilizzare pentole in acciaio inox e non in alluminio come scritto nella ricetta per evitare eventuali rilasci metallici. inoltre è indicato che la proporzione tra frutta e zucchero dovrebbe essere 1:1 e in ogni caso mai scendere sotto i 700gr di zucchero per un kg di frutta.
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 16 luglio 2018
    @stortagiovani: Ciao, il calcolo di percentuale di zucchero sul prodotto è da si riferire al prodotto finito, ovvero alla confettura che si ottiene.  In questo senso è corretta. Va considerata inoltre la percentuale di zuccheri già presenti nella frutta, nel caso delle susine è circa il 18%, quindi ci sono almeno 180 g di zucchero in più.
1 FATTA DA VOI
Lella_73
speciale
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo