Coniglio alla cacciatora

/5
Coniglio alla cacciatora
29
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 60 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Nel conteggio delle ricette che vanno assaggiate almeno una volta nella vita sicuramente un posto d’onore spetta al coniglio alla cacciatora. Questa ricetta, tipicamente italiana, è in grado di racchiudere tutto il calore ed i sapori del Bel Paese, di ricordare i sapori d’infanzia, dei pranzi in famiglia… insomma una delle ricette della nonna! Il coniglio alla cacciatora è una preparazione diffusa in molte regioni d’Italia, motivo per cui si possono trovare molte interpretazioni di questo gustoso secondo piatto, una di queste è il pollo alla cacciatora, un piatto altrettanto prelibato che prevede il pollo invece del coniglio. Nella preparazione che vi proponiamo qui la lunga e dolce cottura consente di rendere le carni pregiate del coniglio morbide e succulente. Il sugo denso di pomodoro è il fiore all’occhiello di questa ricetta: regala un sapore avvolgente e morbido che profuma le carni del coniglio. Se volete deliziare i vostri ospiti con una ricetta gustosa ma senza troppi fronzoli allora non potete sbagliare: preparate il coniglio alla cacciatora, piacerà proprio a tutti!

Ingredienti

Coniglio a pezzi 800 g
Cipolle dorate 100 g
Vino bianco 60 g
Rosmarino 2 rametti
Alloro 2 foglie
Pomodori pelati 550 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva 50 g
Aglio 1 spicchio
Brodo vegetale 200 g
Preparazione

Come preparare il Coniglio alla cacciatora

Coniglio alla cacciatora

Per preparare il coniglio alla cacciatora iniziate mettendo sul fuoco il brodo vegetale. Poi prendete i pezzi di coniglio: lavateli sotto un getto di acqua corrente fresca, strofinando energicamente con le mani ogni sua parte. Quindi asciugateli accuratamente. Procedete tagliando la cipolla a julienne (1), che verserete in un tegame antiaderente con i bordi alti dove avrete fatto riscaldare dell'olio (2). Unite anche l’aglio in camicia (3): fate rosolare gli ingredienti.

Coniglio alla cacciatora

Quando la cipolla sarà imbiondita, aggiungete le foglie di alloro (4) ed il rosmarino (5) accuratamente sciacquati e asciugati. A questo punto infarinate bene tutti i pezzi del coniglio in modo tale da ricoprirne interamente la superficie (6) Sbatteteli delicatamente sui bordi del recipiente della farina in modo da far crollare gli eccessi.

Coniglio alla cacciatora

Uniteli nel tegame (7): lasciandoli scottare per circa 10 minuti a fuoco vivo (8) e mescolando continuamente per non farli bruciare. Non appena saranno bern rosolati e si sarà formata una leggera crosticina potrete regolate di sale (9) e pepe.

Coniglio alla cacciatora

Dopodiché togliete l’aglio (10) e sfumate con il vino (11). Lasciate evaporare e infine unite i pelati, schiacciandoli leggermente con le mani o la forchetta (12).

Coniglio alla cacciatora

Cuocete per circa 50 minuti a fuoco dolce aggiungendo poco per volta dei mestoli di brodo (13), continuando a mescolare per evitare che la carne attacchi al fondo del tegame (14). Trascorso il tempo di cottura la carne dovrà risultare molto morbida e la salsa densa (15). A questo punto potete portare in tavola il vostro coniglio alla cacciatora e gustare ancora caldo (15)!

Conservazione

Il coniglio alla cacciatora andrebbe consumato appena pronto. Tuttavia se avanza parte della preparazione potete conservarlo in frigorifero in contenitore chiuso ermeticamente per al massimo 1 giorno.

Sconsigliamo la congelazione di questa preparazione.

Consiglio

Come rendere ancora più gustose le carni saporite di questo coniglio e un sughetto irresistibile? Con l’aggiunta delle olive nere e dei capperi non potrete sbagliare!

Leggi tutti i commenti ( 29 ) Le vostre versioni ( 4 )

Altre ricette

I commenti (29)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Clobeni ha scritto: giovedì 10 gennaio 2019

    Una sola parola: OTTIMO

  • Tamara Castelli ha scritto: martedì 27 febbraio 2018

    Ciao! ho letto che per togliere il sapore selvaggio del coniglio bisogna metterlo a bagno con l'aceto prima della cottura? è così? e se sì, per quanto tempo? Si potrebbe anche con sola acqua?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 27 febbraio 2018

    @Tamara Castelli: Ciao, solitamente il coniglio non ha il tipico sapore selvatico della selvaggina quindi ti consigliamo di seguire il procedimento della ricetta per non modificarne il sapore smiley

Leggi tutti i commenti ( 29 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • Antonio16
    succulento😁
  • Campania Felix
    e c c e z z i o n a l e !!!
  • GiaDav
    Pronto per essere gustato! Ho seguito il vostro consiglio ed ho aggiunto le olive insieme ai pomodori datterini...davvero ottimo!

Ultime ricette

Dolci

La ciambella bicolore è un dolce soffice e profumato, perfetto per una merenda: l'aroma della vaniglia si incontra con il gusto intenso del cacao.

  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 50 min

Antipasti

Le cozze gratinate sono un delizioso antipasto di mare,: le cozze con il guscio vengono farcite con una deliziosa e croccante panure!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 15 min

Piatti Unici

I baozi sono dei panini al vapore di origine cinese farciti con un ripieno a base di carne di maiale che potrete variare secondo i vostri gusti!

  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 40 min

Coniglio in padella
Coniglio in agrodolce
Marinatura
Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta fresca
Biscotti
Pizze e focacce
Piccola pasticceria