Coniglio alla stimpirata

/5

PRESENTAZIONE

L'agrodolce è uno dei condimenti più preziosi della cucina del sud, specialmente nella tradizione popolare siciliana. La deliziosa quanto controversa unione di zucchero e aceto rende speciali piatti a base di verdure, la caponata e la zucca, per citarne un paio, pesci e carni. Ormai lo avete capito dai nostri indizi siamo in Sicilia. Per non suscitare il sano e giusto campanilismo, resteremo un po' sul vago. La ricetta del coniglio alla stimpirata infatti pare sia comune a Siracusa quanto ad Agrigento con le dovute differenze. Ma cos'è la stimpirata? Molto semplicemente, è il termine utilizzato per descrivere il condimento che serve a rendere più buona una pietanza! Perciò il coniglio alla stimpirata, in dialetto u cunigghio a' stimpirata è proprio la carne insaporita con l'agrodolce. Non preoccupatevi nel trovare più passaggi, questo secondo piatto non è per nulla difficile da preparare! Si tratta semplicemente della cura e la dedizione che occorre per preparare una leccornia degna di questo nome. Un po' piatto delle feste un po' piatto della domenica, il coniglio alla stimpirata è una ricetta che metterà d'accordo tutti a tavola. Quella che vi proponiamo è la nostra versione, non dimenticate di raccontarci la vostra!

Preparazione

Come preparare il Coniglio alla stimpirata

Per preparare il coniglio alla stimpirata cominciate sbollentando per 10 minuti il coniglio in abbondante acqua bollente 1. Trascorso il tempo scolatelo 2 e asciugatelo con della carta assorbente 3.

Nel frattempo che il coniglio si raffredda pulite e affettate sia il sedano 4 che le carote 5. A questo punto mettete a scaldare la quantità d'acqua indicata negli ingredienti in una pentola e poi versate dell'olio in una padella e lasciatelo scaldare per bene. Intanto infarinate i pezzi di coniglio scrollando l'eccesso 6

e tuffateli nella padella 7. Lasciate dorare a fiamma viva per qualche minuto rigirando per dorare uniformemente 8. Dopodiché mettete da parte i pezzi 9.

Nello stesso fondo di cottura aggiungete sedano e carote 10, gli spicchi d'aglio 11, i capperi 12,

le olive schiacciate a mano 13 e mescolate il tutto lasciando cuocere per 10 minuti a fuoco dolce. Dopodiché aggiungete una mestolota di acqua che avete messo a scaldare e versate sulle verdure 14. Ora che le verdure saranno ammorbidite aggiungete il coniglio 15.

Bagnate con la restante parte di acqua calda 16, salate, mescolate bene 17 e coprite con il coperchio lasciando cuocere il tutto per 30 minuti a fuoco medio 18.

Passata la mezzora togliete il coperchio e versate lo zucchero 19, l'aceto di vino 20 e spezzettate la menta 21.

Date una bella mescolata 22 e lasciate cuocere ancora 5-6 minuti o finché il condimento non avrà raggiunto la consistenza che preferite 23. Ecco pronto il vostro coniglio alla stimpirata 24.

Conservazione

Il consiglio alla stimpirata può essere conservato per 2-3 giorni tenendolo in frigorifero ben coperto.

Se lo desiderate potete congelarlo se avete utilizzato degli ingredienti freschi.

Consiglio

A seconda delle zone e dalle famiglie il coniglio alla stimpirata conosce molte varianti in bianco, come lo presentiamo noi, o con pomodorini e peperoni!