Coq au vin

PRESENTAZIONE

Il coq au vin è uno squisito secondo piatto, tipico della tradizione culinaria francese, la cui lunga preparazione lo rende ideale per un’occasione speciale. Del coq au vin ne parlano i libri di storia: venne servito a Giulio Cesare durante la conquista dell’antica Gallia, dopo che gli era stato offerto un galletto come simbolo dell’onore dei Galli.
Il coq au vin richiede una lenta marinatura nel vino, di solito un rosso molto corposo, insieme a carote e cipolle in pezzi e aromi. Durante la cottura poi, viene arricchito con pancetta e funghi.
Un piatto sostanzioso, di grande presenza e davvero gustoso da portare in tavola insieme ad una bella bottiglia di Borgogna d’annata.

Leggi anche: Uova alla coque

INGREDIENTI

879
CALORIE PER PORZIONE
Pollo intero o già in pezzi 1,6 kg
Funghi champignon 400 g
Cipolle borettane 250 g
Aglio 2 spicchi
Brandy 50 ml
Brodo vegetale 50 ml
Olio extravergine d'oliva q.b.
Farina 00 15 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Pancetta 300 g
per la marinatura
Vino rosso 1 l
Cipolle bianche 1
Carote 2
Rosmarino 10 g
Prezzemolo 10 g
Timo 6 g
Pepe nero in grani 5 g
Preparazione

Come preparare il Coq au vin

Per preparare il coq au vin, prendete il pollo e tagliatelo in pezzi 1 seguendo le indicazioni che trovate qui (come tagliare il pollo). Tagliate la cipolla a spicchi e le carote a rondella 2. Mettete il pollo tagliato in una bacinella abbastanza capiente, aggiungete la carota, la cipolla, il vino rosso fino a coprirlo interamente 3.

Aggiungete gli aghi di rosmarino, il prezzemolo precedentemente pulito e sfogliato , il timo e il pepe in grani 4. Coprite per bene con la pellicola 5 e mettetelo in frigo per almeno 12 ore. Potete prepararlo la sera prima e lasciarlo in frigo tutta la notte. Trascorso il tempo necessario, filtrate il tutto, dividendo la marinatura dalle verdure e dal pollo 6.

Fate scaldare una padella antiaderente con olio evo e schiacciate 2 spicchi d’aglio al suo interno 7. Aggiungete il pollo 8 e fatelo rosolare per bene a fuoco moderato su tutti i lati per almeno per 6-7 minuti. Quando sara’ ben rosolato toglietelo dalla padella antiaderente 9 e tenetelo da parte al caldo.

Nella padella, al posto del pollo, mettete le verdure della marinatura e fatele cuocere per 2 minuti 10. Aggiungete poi le cipolline e lasciate cuocere per altri 3 minuti 11. Infine aggiungete la farina 12 e lasciate addensare il fondo di cottura.

A questo punto trasferite il pollo e le verdure in un tegame più grande, dove dovrà cuocere a fuoco bassisimo per due ore e mezza circa, sobbollendo appena. Sfumate subito con il brandy 13 e dopo qualche minuto ricoprite il coq con il vino della marinatura, aggiungendo un mestolo alla volta 14. Coprite con un coperchio 15 e lasciate cuocere.

Intanto che il coq au vin cuoce, tagliate la pancetta a listarelle 16 e , dopo averli puliti, affettate i funghi 17  (se ci dovessero essere funghi tanto piccoli potrete lasciarli senza doverli tagliare). In una padella antiaderente fate rosolare la pancetta  tagliata e non appena rilascierà il proprio grasso, aggiungete i funghi e fateli rosolare per circa 6 minuti 18.

Sfumate i funghi e la pancetta con un paio di mestoli di brodo e aggiustate di sale 19. Quando si saranno asciugati, unite i funghi e la pancetta al coq au vin 20 e lasciate cuocere tutto insieme per gli ultimi 15 minuti. Aggiustate di sale e pepe se necessario ed ecco il vostro coq au vin 21: servitelo caldo in un piatto da portata 21.

Conservazione

Potete conservare il coq au vin in un contenitore chiuso ermeticamente.

Consiglio

Se volete potete comprare direttamente il pollo tagliato già a pezzi. Se vi avanza il fondo di cottura del coq au vin, potete filtrarlo, frullarlo e usarlo come base per un risotto o per condire della pasta o i ravioli.

Curiosità

Il coq au vin è il piatto preferito del Commissario Maigret, il famoso personaggio letterario inventato da George Simenon.

25 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Ilaria
    domenica 27 novembre 2016
    Buongiorno, vorrei sapere che vino è bene utilizzare per la marinata e che vino si accompagna invece al piatto. Grazie!
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 28 novembre 2016
    @Ilaria: Ciao Ilaria! In entrambi i casi ti consigliamo un buon vino rosso corposo, magari di origine francese come il Borgogna smiley
  • Patrizia
    giovedì 07 gennaio 2016
    Ciao mi è avanzato posso congelarlo?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 08 gennaio 2016
    @Patrizia : Ciao Patrizia se hai utilizzato ingredienti freschissimi e non decongelati, allora non ci sono problemi! Un saluto!
1 FATTA DA VOI
eribeagle
...questa volta ho aggiunto delle patate novelle in cottura e il risultato è stato TOP! Piaciutissimo!!!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo