Cornbread

/5
Cristina Bowerman

Da Cerignola a San Francisco, da Austin a Roma. La vita di Cristina Bowerman è un viaggio emozionante tra l’Italia e gli Stati… CONTINUA

Cornbread
12
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 25 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Cornbread

Il pane, decisamente un elemento fondamentale per quasi tutte le tavole del mondo: pane azzimo, injera, lavash armeno... negli anni noi di Giallozafferano vi abbiamo proposto non solo tanti tipi di pane italiani, ma anche di tanti altri Paesi. In fondo, attraverso l'impasto e gli ingredienti usati per panificare, si possono conoscere storia e cultura gastronomica di un popolo. Il Cornbread, questa particolare ricetta che ha preparato per noi lo chef Cristina Bowerman, è una tipica preparazione americana: una ricetta le cui origini affondano addirittura tra le tribù dei nativi americani. Il mais americano era infatti già conosciuto e coltivato dalle popolazioni indigene e si è diffuso ampiamente dopo la scoperta dell’America da parte degli Europei. La ricetta base del cornbread prevedeva farina di mais, acqua, l'utilizzo di un grasso e il sale. Poteva essere arricchito con semi di girasole, frutta secca o bacche e veniva consumato prevalentemente per accompagnare zuppe o stufati. Con il tempo la ricetta si è evoluta con aggiunta di lievito, latte, uova e ha assunto la sostanza di una specie di torta molto morbida e sbriciolosa. Cristina Bowerman ha regalato a noi di Giallozafferano una versione del cornbread screziata, grazie all'uso della farina di mais corvino, una speciale farina di mais nera; in omaggio al suo periodo di lavoro negli States, lo ha condito con sciroppo d'acero e frutta fresca come viene spesso servito nella sua variante addolcita rispetto a quella neutra, che si trova generalmente nel cestino del pane. Noi siamo rimasti conquistati da questo cornbread, molto semplice da preparare e decisamente appetitoso... la ricetta ideale per chiamare a raccolta amici e familiari, perchè per soddisfare palato e appetito ne basta un solo pezzetto ciascuno!

Ingredienti (per una teglia 30,5x22,5 cm)

Farina di mais nero 500 g
Farina 00 160 g
Lievito istantaneo per preparazioni salate 28 g
Burro 400 g
Latte intero 500 g
Uova medie 6
Sale fino 14 g
Preparazione

Come preparare il Cornbread

Cornbread

Per preparare il cornbread, dovrete preparare separatamente ingredienti liquidi e in polvere e poi mescolarli insieme all'ultimo. Questo metodo si definisce "metodo muffin". In un tegame iniziate a scaldare il latte (1) e versate il burro a pezzetti (2). Dovrete scaldare il composto fintanto che il burro si sarà sciolto (3).

Cornbread

Nel frattempo, in una ciotola versate la farina 00 e la farina di mais nero (4), poi il lievito istantaneo per preparazioni salate e il sale (5). Dovrete miscelare accuratamente il tutto con una frusta (6).

Cornbread

Questa fase è molto importante perchè si distribuisca uniformemente il lievito (7), per ottenere un pane dalla cottura uniforme, senza parti più alte o più basse. In un'altra ciotola versate le uova e sbattetele (8). Ora è il momento di aggiungere il latte e il burro caldi al composto di uova. Per evitare che l'uovo si cuocia e si crei l'effetto "frittata", attendete qualche minuto; poi ponete un canovaccio asciutto sotto la boule con le uova sbattute, prendete la frusta e versate a filo il composto di latte e burro caldi mescolando energicamente e in maniera continuativa (9). 

Cornbread

In questo modo l'uovo arriverà alla stessa temperatura del mix di burro e latte senza che si coaguli (10). Preriscaldate il forno a 170° in modalità ventilata e imburrate una teglia rettangolare 30,5x22,5 (11); una volta miscelati i composti liquidi, potete passare a versare le polveri tutte insieme nel composto liquido di uova, burro e latte (12), 

Cornbread

mescolate il minimo indispensabile per amalgamare (13). Versate il composto velocemente nella teglia imburrata precedentemente (14-15) e ponete subito in forno preriscaldato a 170° in modalità ventilata per circa 20-25 minuti, cuocendo nel ripiano più basso. Regolatevi per maggior precisione con la potenza del vostro forno, aumentando o diminuendo la temperatura rispetto a quanto indicato di 10° in più o meno ad esempio; oppure lasciate invariati i 170° in modalità ventilata ma aumentate il tempo di cottura.

Cornbread

Una volta cotto, sfornate il cornbread (16), lasciate intiepidire e poi ponete un tagliere sopra per capovolgere la teglia (17); sfilate delicatamente la teglia (18), 

Cornbread

quindi poi ponete un altro tagliere o un piatto da portata rettangolare sopra il cornbread (19) e capovolgete nuovamente (20). Tagliate il cornbread in tanti rettangoli per servirlo (21). 

Cornbread

Solitamente di questo ricco e saporito pane se ne consuma un pezzetto (22), da condire magari nella versione dolce con frutta fresca e sciroppo d'acero (23); noi ad esempio abbiamo scelto delle fragole. Il vostro cronbread è pronto per essere servito come dessert (24), oppure semplice per arricchire il cestino del pane!

Conservazione

Potete conservare il cornbread per 1-2 giorni sotto una campana di vetro.

E' preferibile consumarlo in breve tempo, ma se preferite potete congelare una volta cotto e raffreddato.

Consiglio

La farina utilizzata dallo Chef Cristina Bowerman è una farina di mais corvino (nera) reperibile presso piccoli produttori. Si può comunque utilizzare al suo posto la farina di mais, l'importante è che sia a grana leggermente più grossa, perché non assorba troppa acqua. Per una preparazione senza glutine, potete sostituire i 160 g di farina 00, con la farina di mais.

Gli ingredienti secchi vanno miscelati accuratamente per garantire che il lievito si spanda uniformemente per evitare che dopo la cottura il cornbread si gonfi in maniera irregolare.

Nel miscelare gli ingredienti liquidi e secchi invece, è preferibile sempre versare le polveri nella parte liquida; eviterete così che parti di farina rimangano in fondo alla ciotola.

Per evitare lo sviluppo di maglia glutinica, il composto di polveri va aggiunto in un colpo solo.

Per la cottura, vi consigliamo di regolarvi meglio in base alla potenza del vostro forno.

Leggi tutti i commenti ( 12 )

Altre ricette

I commenti (12)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Mgenovese345 ha scritto: sabato 09 febbraio 2019

    L’ho fatto con la farina di mais nera come da ricetta, ho dimezzato tutte le dosi ed è venuto perfetto. Ottimo, ma molto pesante

  • millanano ha scritto: giovedì 15 febbraio 2018

    io ho usato la farina di grano saraceno ed è venuto perfetto

Leggi tutti i commenti ( 12 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

Aggiungi le foto delle tue ricette e mostra il tuo risultato

Ultime ricette

Dolci

Le chiacchiere sono croccanti e delicate sfoglie tipiche a Carnevale, fatte tirando un semplice impasto friggendolo e decorandolo con zucchero a velo.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 20 min

Primi piatti

I ravioli alla crema di formaggio e uova sono un primo piatto godurioso. Scoprirete un ripieno cremoso che si abbina benissimo al guanciale!

  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 90 min
  • Cottura: 20 min

Secondi piatti

I capù sono dei deliziosi involtini di verza ripieni di carne tipici delle valli bergamasche che vantano anche una sagra dedicata a loro!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 55 min

Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta fresca
Biscotti
Pizze e focacce
Piccola pasticceria
Dolci veloci
Torte
Contorni