/5

Corona lievitata di albicocche e moscato

PRESENTAZIONE

Corona lievitata di albicocche e moscato

Per tutti coloro che sono sempre alla ricerca di sapori nuovi ecco una ricetta deliziosa dal gusto veramente speciale: la corona lievitata alle albicocche e moscato. Un dolce lievitato dalla morbidezza e dal profumo unico dato dal vino moscato che insaporisce le albicocche e l’uva passa. Ricca, sostanzioso e soprattutto aromatica, la corona lievitata è una delizia da gustare in ogni occasione, colpirà al primo sguardo e conquisterà tutti all’assaggio!

Leggi anche: Focaccia dolce alle pesche e albicocche

INGREDIENTI

Ingredienti per il lievitino
Farina Manitoba 135 g
Lievito di birra secco 4 g
Acqua 80 ml
per l'impasto
Farina Manitoba 400 g
Zucchero 75 g
Miele 1 cucchiaino
Sale fino 5 g
Burro 120 g
Tuorli 3
Baccello di vaniglia 1
Albicocche sciroppate al moscato 100 g
Confettura di albicocche 100 g
Uva passa 100 g
per decorare
Mandorle in scaglie 20 g
Preparazione

Come preparare la Corona lievitata di albicocche e moscato

Per realizzare la corona lievitata di albicocche e moscato iniziate dal lievitino, ovvero l’impasto di base che servirà per dare maggiore forza alla lievitazione dell’impasto. In una ciotola setacciate la farina, aggiungete il lievito disidratato 1 e a filo l’acqua 2, impastate tutto con un cucchiaio per raccogliere gli ingredienti 3. (Potete utilizzare anche il lievito di birra fresco, in questo caso la dose da usare è 12 g).

e poi proseguite a mano sul piano di lavoro per ottenere un composto bello liscio; ponetelo nella ciotola e coprite con la pellicola trasparente 4. Lasciatelo lievitare per 1 ora in forno spento con la luce accesa o in un ambiente tiepido. Intato dedicatevi al ripieno: lavate l'uva passa e ponetela in ammollo in circa 40 ml di sciroppo di moscato (presi dalla dose totale di 200 ml) per farla rinvenire e insaporire, aggiungete anche i semi di una bacca di vaniglia 5 e un cucchiaio di miele 6, lasciate macerare il tutto fino per circa 1 ora.

In una planetaria munita di frusta versate la dose restante di sciroppo di moscato, lo zucchero 7, i tuorli 8 e il sale 9, fate montare tutto per ottenere un composto spumoso e gonfio.

Sostituite la frusta con la foglia e unite la farina setacciata 10 e il lievitino 11, impastate tutto per qualche minuto. Quando si sarà amalgamato, togliete la foglia e mettete il gancio, quindi unite il burro a temperatura ambiente un pezzetto alla volta 12 aspettando di aggiungere il successivo se il precedente non è stato assorbito.

Quando l’impasto sarà ben incordato al gancio e risulterà liscio ed elastico trasferitelo in una ciotola capiente copritelo con la pellicola 13 e lasciatelo lievitare per 2 ore in forno spento con la luce accesa. Riprendete l’impasto lievitato 14, stendetelo in un rettangolo sottile 2-3 mm di circa 37 x 54 cm. Potete imburrare il piano di lavoro se necessario, così l'impasto non si attaccherà. Spennellate la sfoglia con la confettura di albicocche lasciando circa 1 cm dal bordo 15.

Cospargete la superficie con l’uvetta 16 e arrotolate la sfoglia dal lato più lungo (17-18). Portate la chiusura sotto

incidete il cilindro ottenuto nel senso della lunghezza 19 per creare due filoncini, intrecciateli uno sull’altro 20 tenendo la parte aperta rivolta verso l'alto e poi richiudeteli formando una ciambella 21.

Prendete le albicocche sciroppate al moscato: apritele a metà eliminate il nocciolo, dividetele in quarti 22, quindi trasferite la corona su una leccarda rivestita con carta da forno e al centro ponete uno stampino tondo da creme caramel o da babà in alluminio rigido (adatto alla cottura in forno) che aiuterà a mantenere la forma a ciambella in cottura; posizionate le albicocche tagliate in quarti tra le pieghe della corona su tutto il perimetro 23. Coprite delicatamente con la pellicola e lasciate lievitare ancora per un’ora ancora in forno spento con luce accesa. Terminata l’ultima lievitazione aggiungete le mandorle a lamelle sulla superficie, e cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 40-45 minuti (o in forno ventilato a 160° per 35-40 minuti). Sfornate la vostra corona lievitata di albicocche e moscato 24 e lasciatela intiepidire prima di servirla.

Conservazione

Conservate la corona lievitata di albicocche e moscato sotto una campana di vetro per 2-3 giorni al massimo.

Consiglio

Se utilizzate una confettura in pezzi passatela prima al setaccio per renderla più liscia.

33 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • chiara
    venerdì 15 dicembre 2017
    Ciao una domanda posso usare io lievito naturale per la ricetta e se si in che quantità? Ed eventualmente il lievitino lo devo fare lo stesso? Grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    sabato 16 dicembre 2017
    @chiara: Ciao, come regola generale si dovrebbe calcolare il peso degli ingredienti secchi e liquidi, quindi inserire il 30% del peso in lievito madre e togliere poi dalla ricetta la dose di acqua e farina già presente nel lievito madre! Utilizzando il lievito madre non sarà necessario realizzare il lievitino! 
  • fiorella
    martedì 24 gennaio 2017
    Sicuramente una ricetta da provare.
2 FATTE DA VOI
Skitsuu
Ho utilizzato pesche sciroppate e marmellata di pesche, gocce di cioccolato e un po' di glassa della colomba per guarnire! Non é sofficissimo ma il sapore era divino, sopratutto da inzuppare ~
NevaeNicola
corona albicocche sciroppate e uvetta
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo