Costolette d'agnello fritte

PRESENTAZIONE

Pasqua è alle porte e state già pensando al menu da condividere con amici e parenti... così vogliamo stuzzicarvi il palato con un secondo piatto succulento, da concedersi almeno una volta: le costolette d'agnello fritte! La doppia panatura, realizzata con uova, parmigiano e pangrattato, crea un croccante e saporito involucro che custodisce un interno tenero. La frittura con olio d'oliva ad una temperatura leggermente più bassa del solito vi garantirà un risultato perfetto: molto morbido dentro e gradevolmente croccante fuori. Ricordatevi di lasciare scoperto l'ossicino dalla panatura: per questo piatto, infatti, tutto è concesso... per una volta dimenticate il galateo a tavola e sentitevi liberi di bandire le posare e gustate le costolette d'agnello fritte con le mani! Un modo più che conviviale per gustare insieme ai vostri ospiti questo piatto semplice ma gustoso, perfetto da servire con un'insalata di finocchi o carciofi trifolati!

Leggi anche: Costolette d'agnello parmigiano e prezzemolo

INGREDIENTI
Ingredienti per 8 costolette
Costolette di agnello (circa 320 gr) 8
Uova medie 2
Parmigiano Reggiano DOP grattugiato 20 g
Pangrattato q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva per friggere 800 g
Preparazione

Come preparare le Costolette d'agnello fritte

Per realizzare le costolette d’agnello fritte iniziate ritagliando dal carrè 8 costolette con un coltello 1 e tenetele da parte. Ora dedicatevi alla panatura: in una ciotolina bassa e larga che possa contenere le costolette, ponete le uova intere, sbattetele con una forchetta 1, insaporite con il Parmigiano Reggiano grattugiato 3

salate 4 e pepate 5 e mescolate ancora per ottenere un composto omogeneo. In un’altra ciotolina versate il pangrattato. Prendete una costoletta alla volta, passatela nell’uovo sbattuto lasciando scoperto l'ossicino 6;

rotolatele poi nel pangrattato 7, nuovamente nell'uovo 8 e infine ripassatele accuratamente nel pangrattato 9,

per ottenere una doppia panatura 10 che farà risultare ancora più croccanti le costolette di agnello fritte. Ora potete procedere con la cottura: versate l’olio di oliva in un tegame dai bordi alti, riscaldate l’olio e con un termometro verificate che la temperatura arrivi e non superi i 170° per ottenere una frittura perfetta e asciutta. Friggete le costolette per circa 4-5 minuti, immergendole mantenendo l'ossicino con le mani o con le pinze da cucina.  Si raccomanda di non cuocerne più di una o due alla volta, così da non abbassare la temperatura dell’olio (11-12).Il tempo di cottura può variare in base alla dimensione delle costolette.

Una volta cotte 13, trasferitele su un vassoio rivestito con carta assorbente per asciugare l’olio in eccesso 14. Servite le costolette d’agnello fritte ancora calde così da gustarle ben croccanti 15!

Conservazione

E’ preferibile consumare le costolette d’agnello al momento, se dovessero avanzare, potete conservarle in un contenitore ermetico in frigorifero per 1 giorno al massimo. Si sconsiglia la congelazione dopo la cottura.

Consiglio

Volete aromatizzare la panatura? Basterà aggiungere un trito di prezzemolo, rosmarino o timo, a voi la scelta!

7 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Vara33
    lunedì 22 aprile 2019
    Ciao, prima di impanare le costolette, è opportuno lasciarle marinare per due ore in vino o in olio e limone? Grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 22 aprile 2019
    @Vara33:Ciao, in questa ricetta la marinatura non è necessaria. Per altri tipi di preparazione, invece, è preferibile, come la ricetta dell'agnello al forno, che prevede una marinatura con vino e limone.
  • Eli9090
    mercoledì 28 marzo 2018
    Posso cucinarle al forno?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 28 marzo 2018
    @Eli9090: ciao! Questa panatura non è adatta al forno! Però se vuoi puoi provare le nostre costolette al forno
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo