Crema Chantilly

PRESENTAZIONE

Crema Chantilly

In Italia è spesso confusa con la crema diplomatica, mentre in Francia viene riconosciuta al primo sguardo... la crema chantilly è una preparazione di base molto utilizzata in pasticceria, non solo in quella francese, ed è perfetta per guarnire pasticcini, millefoglie o una cascata di bignè come i profiteroles, torte maestose come la Saint Honore e persino dei semplici e golosi rotoli come quello senza glutine giacché la preparazione non prevede ingredienti provenienti dal grano. Al contrario di come molti italiani pensano, la crema chantilly non si compone di crema pasticcera e panna montata, ma solo di quest'ultima lavorata insieme a zucchero a velo e vaniglia.
Creata dal francese François Vatel nel XVII secolo, la crema chantilly prende proprio il nome del castello dove Vatel era soprintendente alla cucina. Da li poi si diffuse rapidamente, probabilmente grazie al suo gusto semplice, la facilità d'esecuzione e l'eleganza che dona a moltissimi dolci! 

Leggi anche: Come montare la panna

INGREDIENTI
309
CALORIE PER PORZIONE
Panna fresca liquida (con almeno 30% di grassi) 250 g
Zucchero a velo 35 g
Baccello di vaniglia ¼
Preparazione

Come preparare la Crema Chantilly

Per preparare la crema chantilly come prima cosa assicuratevi che la panna sia ben fredda e riponete una ciotola capiente in freezer per almeno 20 minuti. Quando anche questa sarà ben fredda versate la panna al suo interno 1; poi incidete una bacca di vaniglia, allargatela delicatamente con le mani e facendo scorrere la lama di un coltellino sul baccello prelevate circa 1/4 dei semini interni 2. Aggiungeteli poi alla panna 3

Iniziate a montare la panna con uno sbattitore dotato di fruste ben pulite, a velocità medio-alta 4. Per evitare gli schizzi noi abbiamo optato per coprire la ciotola con della pellicola per alimenti, ma andrà bene utilizzare un contenitore lungo e stretto, meglio se di vetro. Quando avrete raggiunto una consistenza semi-montata 5 spegnete lo sbattitore e setacciate lo zucchero a velo direttamente all'interno della ciotola 6

Azionate nuovamente lo sbattitore, questa volta a velocità moderata 7 fino a quando non avrete finito di montare la panna 8. Per esser sicuri che la panna è ben montata potete fare la stessa prova che si fa quando si montano gli albumi, ovvero capovolgere la ciotola senza che questa coli via. La crema chantilly è pronta da gustare; potete anche utiizzarla per farcire una torta o dei bignè 9.

Conservazione

Si consiglia di preparare la crema chantilly al momento; in alternativa è possibile conservarla in frigorifero per un'ora al massimo, oltre tenderebbe a smontarsi.

Consiglio

Per riutilizzare le bacche di vaniglia, già private dei semi, lasciatele in infusione per una notte all'interno della panna e riponetela in frigorifero. Poi filtratela prima di procedere con la ricetta.

273 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • gioiellina-verdura
    lunedì 03 giugno 2019
    buongiorno,vorrei dei consigli....devo fare una torta a vari piani x venerdi e volevo comi ciare a farla da domani, ma leggevo che è meglio farla. il giorno prima....una torta vorrei farla chantilly e fragoline e mi dovreste consigliare una bagna, mentre il secondo piano della torta non saprei come farla...mi consigliate un gusto fresco e cm bagnarla??
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 03 giugno 2019
    @gioiellina-verdura:
  • libbralorenzo
    lunedì 13 maggio 2019
    vorrei fare questa crema ai lamponi. come posso fare? smiley
    Redazione Giallozafferano
    martedì 14 maggio 2019
    @libbralorenzo: ciao! puoi realizzare una coulis ai lamponi e mescolarla alla crema chantilly molto delicatamente! 
1 FATTA DA VOI
roberto1985
crema chantilly
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo