Crema spalmabile al pistacchio

/5

PRESENTAZIONE

Crema spalmabile al pistacchio

Da gustare al mattino su una fetta di pane tostato, all'interno di un fragrante croissant o da utilizzare per personalizzare tantissimi dolci la crema spalmabile al pistacchio è una vera delizia! Realizzarla a casa, con la ricetta di Andrea Tortora, è davvero semplice, ma per ottenere una crema che soddisfi le aspettative di tutti la cosa più importante è la scelta dei pistacchi. Questi infatti devono essere verdi, non salati, non tostati e di ottima qualità; solo in questo modo la vostra crema spalmabile avrà un gusto intenso. Per donare la giusta dolcezza e una cremosità unica abbiamo aggiunto alla pasta di pistacchi, fatta in casa, il cioccolato bianco fuso e dell'olio di semi di vinacciolo, una varietà realizzata dai chicchi d'uva davvero pregiata. Ma se non riuscite a trovarlo, un qualsiasi olio dal gusto delicato andrà benissimo! Cugina della crema spalmabile alle nocciole, anche questa variante ha tantissimi usi in cucina, provatela insieme al panettone, durante le feste di natale o utilizzatela per preparare queste ricette:

INGREDIENTI
Pistacchi italiani verdi, spellati 80 g
Cioccolato bianco 130 g
Olio di semi di Vinacciolo 50 g
Sale fino 1 g
Preparazione

Come preparare la Crema spalmabile al pistacchio

Per preparare la crema spalmabile al pistacchio versate i pistacchi spellati in una pirofila 1. Tostateli in forno statico preriscaldato a 185° per 10 minuti, poi sfornateli e lasciateli raffreddare 2. Nel frattempo tritate grossolanamente il cioccolato bianco e trasferitelo in una ciotola 3.

Fondete il cioccolato a bagnomaria o in microonde 4. Trasferite i pistacchi ormai freddi in un mixer 5. Aggiungete un pizzico di sale 6.

Frullateli a più riprese, fino ad ottenere una farina 7. Aggiungete una piccola parte di olio di semi di vinacciolo 8 e azionate ancora le lame sino ad ottenere una purea cremosa 9. Per facilitare la lavorazione di tanto in tanto ripulite le pareti del mixer spingendo il composto con una marisa. Ci vorranno circa 5-6 minuti. E' fondamentale non scaldare troppo il composto, non deve superare mai i 45°, per questo motivo è importante fermarsi spesso. In caso lasciate riposare in frigorifero per qualche minuto e ricominciate.

Trasferite il composto ottenuto in una ciotola 10, aggiungete il cioccolato bianco 11 e mescolate energicamente sino ad ottenere un composto omogeneo 12

Unite il restante olio di semi di vinacciolo 13 e mescolate ancora fino ad ottenere un composto omogeneo 14. A questo punto trasferitelo all'interno di una bowl raffreddata in congelatore e pulita un po’ dalla condensa 15.

Tenendo sotto controllo la temperatura mescolate sino a raggiungere i 22° 16. Raggiunta questa temperatura la crema si addenserà. Lasciatela riposare per 12-14 ore ad una temperatura tra i 22 e i 24°. La crema spalmabile al pistacchio è pronta da gustare 18.

Conservazione

La crema spalmabile al pistacchio si conserva circa 6 mesi, a 20°. 
Non va tenuta in frigo né vicino a fonti di calore.

Consiglio

L’olio di semi di vinacciolo è ricavato dai semini dell’uva; è un olio pregiato e molto delicato che non fa percepire retrogusto. Potete sostituirlo con un olio d’oliva delicato e dal gusto neutro, sconsigliamo l'extravergine.

Per spellare i pistacchi facilmente sbollentateli in acqua per pochissimi secondi. Poi sbucciateli a mano.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI4
  • danyboy
    lunedì 03 gennaio 2022
    buongiorno, per gli intolleranti al lattosio, con che ingrediente si può sostituire il cioccolato bianco? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 03 gennaio 2022
    @danyboy: ciao! purtroppo il cioccolato bianco è un ingrediente fondamentale. Puoi fare un tentativo con del cioccolato bianco senza lattosio!
  • donatasuamy
    giovedì 30 dicembre 2021
    salve,andrebbe bene l’olio di riso?e se volessi usare il cioccolato fondente (a casa il bianco non piace a nessuno),pensate che verrebbe bene?Grazie
    Redazione Giallozafferano
    sabato 01 gennaio 2022
    @donatasuamy: Ciao, come indicato nel consiglio meglio un olio d'oliva delicato e non troppo aromatico, consigliamo extravergine. Con il cioccolato fondente non otterresti il medesimo risultato ma se preferisci puoi fare un tentativo magari dimezzando le dosi per una prova smiley